Nessun debito
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Autostrade per l'Italia dopo 22 anni torna a controllo pubblico

La Pressa
Logo LaPressa.it

M5s: 'Allontanare i Benetton dopo anni di gestione scellerata era per noi un dovere morale. Si chiude un ventennio di becere speculazioni'


Autostrade per l'Italia dopo 22 anni torna a controllo pubblico
Dopo 22 anni, il 31 maggio scorso, con il voto favorevole dei soci di Atlantia all'offerta presentata dal consorzio formato da Cdp e dai fondi Blackstone e Macquarie, Autostrade per l'Italia si avvia a tornare sotto il controllo pubblico concludendo l'era Benetton.

Termina così una delle grandi operazioni di dismissione delle partecipazioni statali intraprese
alla fine degli anni '90. Per l'ufficializzazione occorrerà attendere la riunione del Cda di Atlantia, che si terrà entro l'11 giugno, per pronunciarsi sull'offerta, decisione che appare comunque scontata alla luce del voto assembleare. L'operazione ha un valore di circa 9,3 miliardi e potrebbe concludersi entro la fine di giugno.

Era il 1950 quando l'Iri costituì la Società autostrade concessioni e costruzioni che aveva l'obiettivo di partecipare insieme ad altri grandi gruppi industriali alla ricostruzione dell'Italia, uscita devastata dalla Seconda guerra mondiale e realizzare le arterie stradali indispensabili per un paese in pieno boom economico. Nel 1956 infatti viene firmata la prima convenzione con l'Anas per la realizzazione dell'Autostrada del sole, ovvero l'arteria che collega Milano e Napoli.

Nel 1982 si costituisce il Gruppo Autostrade, con l'aggregazione di altre società autostradali, mentre nel 1987 Autostrade concessioni e costruzioni viene quotata in borsa, nel listino Mib30. Nel 1999 poi Autostrade viene privatizzata, con il 30% che va a un nucleo di azionisti stabili, riuniti nella società Schemaventotto, controllata della famiglia Benetton tramite Edizione e il restante 70% viene destinato alla Borsa.

Nel 2002 Schemaventotto annuncia la volontà di consolidare la sua posizione in Autostrade lanciando un'Opa con un nuovo veicolo denominato Newco28. L'Opa raccoglie il 54,1% del totale delle
azioni di Autostrade che si va ad aggiungere al 30% già posseduto. Nel 2003 nasce così Autostrade per l'Italia alla quale vengono conferite le attività di concessione auostradale in capoad Autostrade, che nel 2007 diviene Atlantia.

Il 14 agosto del 2018 crolla il Ponte Morandi causando la morte di 43 persone. Il viadotto rientrava nella gestione di Autostrade per l'Italia in quanto costituiva il tratto finale dell'autostrada A10. In seguito alle polemiche sorte intorno alle responsabilità sulla manutenzione del ponte, il Governo italiano, nel luglio scorso, ha raggiunto un accordo con Atlantia per la cessione di Aspi. Inizia così una lunga fase di trattativa tra Atlantia e Cdp sul valore di riferimento per l'acquisto della
quota di Autostrade per l'Italia, in consorzio con i fondi Blackstone e Macquarie, che si conclude il primo aprile scorso con l'invio dell'offerta finale.

L'assemblea di Atlantia ha approvato il 31 maggio la proposta del Cda con il voto favorevole di 1.129 azionisti, pari all'86,6% del capitale presente. Contro si è espresso invece il 12,75%, astenuto lo 0,39%.

'Con l'uscita di scena dei Benetton assistiamo ad una svolta a cui ha lavorato con determinazione il M5S in questi anni. Finalmente i 3000 km di Autostrade passano sotto il controllo pubblico: da oggi le priorità dovranno essere maggiori investimenti in manutenzione e contenimento delle tariffe dei pedaggi'. E' quanto afferma il Sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia, commentando
l'acquisizione di Autostrade da parte di CDP.

'E' una giornata di svolta quella di oggi per il nostro paese. L'ok dell'assemblea di Atlantia
alla proposta avanzata dalla cordata con a capo Cassa depositi e prestiti segna la fine della stagione degli avidi signori del casello, e di gestioni infauste della rete volte solo all'aumento dei profitti a scapito della sicurezza degli automobilisti italiani'. Cosi' in una nota i senatori
del Movimento 5 stelle in commissione Lavori Pubblici e Trasporti. 'Finalmente - scrivono i parlamentari - questi 2.900 chilometri di autostrade tornano sotto il controllo degli italiani, visto che col nuovo assetto il presidio pubblico sara' maggioritario nel controllo di Aspi. Cio' si tradurra' in maggiori investimenti, manutenzioni adeguate e tariffe piu' congrue: un risultato importante, impossibile senza il M5s in maggioranza'.
Per i parlamentari 'allontanare i Benetton dopo anni di gestione scellerata era per noi un dovere morale, soprattutto dopo il crollo del Morandi. Volevamo la revoca, percorso reso impossibile dalle
tante norme con le quali la politica negli anni ha apparecchiato la tavola a questi signori per la grande
abbuffata'. Ora, concludono, 'con questa nuova impostazione, scriviamo la parola fine su un ventennio di becere speculazioni, e inauguriamo un nuovo corso all'insegna della sicurezza e dell'interesse dei cittadini. Per un asset cosi' importante del nostro sistema infrastrutturale, si tratta senz'altro di un passaggio storico'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:79168
Autostrade, la concessione resta: la De Micheli 'passa sul cadavere' ..
Politica
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:73987
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:53317
'Crisi Coop Alleanza 3.0: il modello degli ipermercati ha fallito'
Politica
01 Febbraio 2019 - 13:33- Visite:44177
Sanità, più risorse ai privati. Bonaccini firma accordo
Politica
20 Novembre 2019 - 17:49- Visite:35074
M5S: 'Lavoro festivo, ridare diritti ai lavoratori del commercio'
Politica
27 Marzo 2018 - 15:08- Visite:34870

Economia - Articoli Recenti
2021, l'anno nero della frutta, se ne..
Il salone nazionale della frutta e della verdura Made in Italy prevista a Rimini dal 7 ..
03 Settembre 2021 - 13:13- Visite:235
'Settembre, mese nero per le imprese'
Confesercenti Modena evidenzia l'accumulo delle scadenze fiscali. Il Presidente Rossi: ..
02 Settembre 2021 - 15:31- Visite:452
Bper Banca, Fitch migliora i rating
'L’azione di rating riflette da un lato la solida posizione di capitale della Banca'
01 Settembre 2021 - 19:28- Visite:877
Stefano Gasperi è il nuovo direttore..
Cavezzese di 59 anni, subentra a Maria Luisa Caselli che dirigerà la sede di Reggio Emilia:..
01 Settembre 2021 - 11:07- Visite:821
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:65239
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:63855
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:35459
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:34861