La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliEconomia

Servizio rifiuti: il Covid fa risparmiare 685mila euro a Modena, ma il servizio annuo costerà 32 milioni

La Pressa
Logo LaPressa.it

Ma per le utenze non domestiche gli sconti arriveranno solo dopo il Piano Finanziario che il Comune approverà entro dicembre


Servizio rifiuti: il Covid fa risparmiare 685mila euro a Modena, ma il servizio annuo costerà 32 milioni
Anziché di poco più di 33 milioni di euro, la cifra che il Comune di Modena dovrà rimborsare ad Hera per il servizio rifiuti urbani ed assimilati (SGRUA) per l'anno 2020 sarà di 32,36 milioni di euro. Questo a seguito della minore spesa, calcolata in 624 mila euro conseguente alla riduzione dei costi a carico di Hera per minori volumi di rifiuti e servizi derivanti dall'emergenza Covid-19, a seguito della sospensione delle attività commerciali e produttive legate all'emergenza sanitaria. Cifra sottratta dal totale dovuto dal Comune anche per il 2020, e dall'acconto da pagare sull'anno 2020.

Sconto sull'acconto (scusandoci per il gioco di parole), subito conteggiato a favore del Comune ma non tradotto in sconto per gli utenti finali che, come più volte è stato sottolineato non senza polemiche, si sono trovati a pagare la Tari uguale all'anno precedente, e con le stesse scadenze. Senza sconto, nemmeno sulla parte variabile della tariffa. Come se l'emergenza non ci fosse e non ci fosse stata e come se le attività fossero state aperte in condizioni normali. E con l'impegno, da parte delle istituzioni di rimodulare e ricalcolare il tutto a fine anno, aspettando l'approvazione del piano economico finanziario dei rifiuti. 

La Pressa lo aveva anticipato. Pur consapevole che lo stop del servizio di raccolta rifiuti per le attività commerciali e le imprese chiuse in parte o in toto causa Covid, così come per i mercati, avrebbe comportato una riduzione nelle spese sostenute dal Comune e da rimborsare ad Hera per il servizio, e pur consapevole delle enormi difficoltà che soprattutto gli esercenti titolari di negozi ed attività commerciali chiuse in parte o in toto a causa del lockdown (sulla base dei rispettivi codici Ateco), avrebbero dovuto affrontare nel pagamento della Tari, il Comune ha deciso, lo scorso maggio, con il favore di Atersir, di applicare agli utenti modenesi gli stessi importi con la stessa scadenza di pagamenti dello scorso anno prendendo a riferimento i corrispettivi del 2019 (come se l'emergenza e le difficoltà non ci fossero), rimandando a fine anno l'applicazione degli sconti dovuti. Che non è la stessa cosa, visto che la difficoltà, se non l'impossibilità a pagare, c'era probabilmente più a maggio (per negozi e attività ancora piena emergenza), o a luglio, che a dicembre. Da qui arrivò anche la richiesta, a Modena bocciata, di rinviare le scadenze di pagamento all'autunno o a fine anno. Nulla da fare. A Modena proposta respinta. Il 10 di luglio Atersir ha comunicato la riduzione della spesa dovuta dal Comune di Modena ad Hera: 623.963 euro su un importo totale di 33 milioni. Per il servizio ridotto o sospeso da parte di Hera nei confronti di attività commerciali e di impresa sospese.

Per loro Arera (Autorità nazionale per la regolazione energia reti e ambiente) ha previsto di applicare alla quota variabile della tariffa la riduzione massima prevista sia per le utenze non domestiche soggette a sospensione delle attività, sia per le utenze non domestiche non soggette a sospensione delle attività (facoltativa), sulla base dei rispettivi codici Ateco (che definiscono la tipologia di attività).

Sulla base delle simulazioni effettuate dal gestore, l'importo totale di queste misure ammonta ad € 958.638. Riduzione che dovrebbe essere riversata alle utenze finali e tradursi in termini di minori ricavi da entrate tributarie nel piano economico finanziario rifiuti del Comune. Comunque non prima di dicembre.

Questi - recita il comune nella determina sull'importo da 32,36 milioni da versare ad Hera, saranno compensati dai maggiori ricavi imputabili all’aumento della base imponibile TARI, prodotta dall’attività di recupero evasione/elusione, e dai minori costi del servizio imputabili all’emergenza COVID 19 previsti nelle simulazioni allegate alla comunicazione del 10 luglio e indicati sopra in 623mila euro.

Gi.Ga.

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Rifiuti Spilamberto, l'ipocrisia della raccolta differenziata'
La Provincia
23 Ottobre 2017 - 10:12- Visite:19060
Alea, da Forlì una alternativa all'inceneritore fuori da Hera
Politica
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:15432
Dossier inceneritore, il bluff del riciclo della plastica
Dossier Inceneritore
27 Ottobre 2017 - 07:02- Visite:15000
Hera, compenso dell'ad Venier quasi raddoppia in un anno: ora guadagna..
Economia
30 Aprile 2020 - 11:21- Visite:14370
Inceneritore Modena: in aumento anche i rifiuti radioattivi
Politica
21 Luglio 2017 - 02:46- Visite:14357
Dossier inceneritore, l'inquinamento e l'acquario
Dossier Inceneritore
01 Novembre 2017 - 07:30- Visite:14319
Economia - Articoli Recenti
Crollo dei fatturati nella galassia ..
Perdita media del 17% delle cooperative Produzione e Servizi, con punte superiori al 30% in ..
26 Ottobre 2020 - 16:02- Visite:32
La giustizia e la mediazione a ..
Gli organismi, quindi, possono avvalersi dei comuni sistemi di videoconferenza purché vi ..
26 Ottobre 2020 - 10:36- Visite:145
'Lockdown-bis devastante, senza ..
Cinzia Franchini, portavoce di Ruote Libere: 'Non è pensabile di pretendere dalla categoria..
25 Ottobre 2020 - 15:46- Visite:576
Campogalliano, Bonaccini visita ..
L'amministratore delegato di Abc Bilance, Damiano Pietri, presidente dei giovani ..
25 Ottobre 2020 - 14:00- Visite:903


Economia - Articoli più letti


Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l’intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36- Visite:62241
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:56571
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38- Visite:32261
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52- Visite:32157