Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLa Provincia

Alluvione Nonantola, Priolo in Consiglio comunale, ma le risposte attese non arrivano

La Pressa
Logo LaPressa.it

Su monitoraggio preventivo dello stato degli argini, risarcimenti agli alluvionati e controllo degli animali fossori delusione tra i Consiglieri


Alluvione Nonantola, Priolo in Consiglio comunale, ma le risposte attese non arrivano
'I risarcimenti? Ho chiesto al nuovo Capo della protezione Civile Fabrizio Curcio di sbloccare le procedure ma per ora attendiamo ancora risposta. La crisi di governo non ha aiutato. Sono cambiati tutti i riferimenti nazionali al Ministero e alla Protezione Civile'.
A tre mesi dall'alluvione le rassicurazioni attese sull'arrivo almeno di quella tranche di finanziamenti che doveva servire agli alluvionati di Nonantola per sostenere e compensare le ingenti spese dell'emergenza, da 5.000 euro per i privati e 20.000 euro per le imprese, non sono arrivate. E i tempi di un eventuale arrivo, non sono stati definiti. E' una doccia fredda quella che dopo le ore 22 arriva ai consiglieri comunali (e ai cittadini di Nonantola che seguivano la seduta del consiglio comunale di Nonantola sul canale youtube attivato per l'occasione), dall'assessore regionale all'ambiente e Protezione Civile, Irene Priolo.

Intervenuta a distanza alla seduta del consiglio comunale di Nonantola dedicata all'alluvione. Con al centro la dettagliata relazione conclusiva della commissione regionale istituita per appurare le cause della rotta del fiume Panaro. La relazione (già illustrata martedì 3 marzo in consiglio regionale), è stata nuovamente illustrata ieri sera dal presidente della commissione Giovanni Menduni. Una relazione tecnica che dalle concomitanti cause che hanno provocato il collasso dell'argine (composizione instabile dovuta a vecchi laterizi, vecchie radici di un antico canneto nonché una cavità dovuta ad una tana non attiva), al funzionamento della cassa di espansione del Panaro in occasione della piena, ha fornito una analisi dettagliata di quanto è successo. Dando una risposta tecnica alle domande sulle dinamiche dell'evento e dell'intervento di riparazione della falla. Ma l'incontro in Consiglio, a tre mesi dall'alluvione e con i cittadini che ancora attendono un aiuto in denaro anche per le spese sostenute in emergenza, doveva rispondere anche alle domande generate da quella relazione sul piano soprattutto politico.

Ad esempio, perchè le analisi che hanno appurato, solo dopo l'alluvione, la fragilità interna di quell'argine non sono state fatte prima? Domanda, quest'ultima, posta anche dal sindaco (che in una nota stampa inviata in concomitanza col consiglio comunale aveva già anticipato che in caso di mancati chiarimenti sarebbe stata pronta a rivolgersi alla Procura), e alla quale non è arrivata risposta. Cosa non da poco se si considera che in quello stato strutturale in cui si trovava l'argine poi rotto, potrebbero essercene tanti altri, anche ora, e che fino ad ora, nonostante le tecnologie ci siano, non sono stati individuati. Ma non è dato sapere.

Nessun rilievo critico e niente da correggere, da parte dell'assessore, rispetto alla conferma che trascorsero 8 ore dal momento della rottura dell'argine al posizionamento dei primi 'massi ciclopici' per riparare la falla. L'assessore dichiara di avere visto con i suoi occhi e di essere stata presente alle ore 11,30, domenica 6 dicembre, sul punto della rottura e di avere visto a quell'ora la coda di camion carichi di massimi ciclopici. Ma su questo le nostre immagini in diretta dal posto, quel giorno, documentano tutt'altro e non la sua presenza, almeno a quell'ora.

Sulla prevenzione l'assessore rimanda tutto all'elenco delle opere da finanziare col recovery fund, soprattutto per l'adeguamento del sistema arginale di Secchia e Panaro. Un elenco che esclude però i progetti il cui iter è previsto entro il 2026. Tra questi uno fondamentale: l'adeguamento della cassa di espansione sul fiume Secchia, inadeguata ad oggi anche a contenere le piene come l'ultima che ha interessato il fiume Panaro. Un'opera di contenimento che si è dimostrata assolutamente inadeguata nel funzionamento rispetto alle ultime ondate di piena, perché dimensionata su piene piccole, max TR20

L'assessore ha sul finale annunciato un aggiornamento rispetto all'evoluzione, se ci sarà, anche sui ai risarcimenti, tra circa un mese, con la disponibilità a ripetere anche una partecipazione al consiglio comunale

Gi.Ga

Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Nonantola, sfrattata e con una gamba rotta vive in auto
La Provincia
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:159374
Grandinata devastante su Modena: danni alle auto e alberi abbattuti
La Nera
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:37780
Coronavirus, la mappa dei nuovi casi: 7 a Fiorano e 13 a Modena
Societa'
14 Marzo 2020 - 17:43- Visite:17162
Alluvione 2014, Mattarella ha concesso la medaglia al valore a Oberdan
La Provincia
29 Agosto 2018 - 08:55- Visite:17113
Alluvione tra Gaggio e Nonantola: le immagini e il video dall'alto
La Provincia
06 Dicembre 2020 - 13:46- Visite:17073
Covid a Modena: casi a Castelnuovo, Castelvetro, Formigine, Nonantola
Societa'
20 Luglio 2020 - 18:20- Visite:14627
La Provincia - Articoli Recenti
Ristori regionali alle piscine per ..
Sono 147 gli impianti pubblici di proprietà dei comuni a cui arriveranno le risorse ..
21 Aprile 2021 - 18:23- Visite:165
Covid, a Modena 83 contagi e 3 morti
Tre le persone ricoverate in Reparto. I sintomatici sono 38, gli asintomatici 45. Si ..
21 Aprile 2021 - 18:14- Visite:2172
Bimbi di San Prospero vincono ..
Ai bambini ed alle docenti che hanno preso parte al progetto vanno le congratulazioni del ..
21 Aprile 2021 - 15:59- Visite:1107
Serramazzoni: si ribalta col ..
Un uomo di 68 anni è stato recuperato da una scarpata sulla strada che collega Ospitaletto ..
21 Aprile 2021 - 12:41- Visite:729

CafItalia

La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:159374
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:41932
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:37563
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:35016