Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

Aggressione parco ducale: i minori stranieri erano stati allontanati dalla comunità

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il sindaco di Modena ha risposto all'interrogazione del Capogruppo FI Giacobazzi sulla violenta rapina. 'Erano in carico al Comune, ma trasferiti in una struttura per adulti, con loro abbiamo fallito'


Aggressione parco ducale: i minori stranieri erano stati allontanati dalla comunità

'I minori stranieri non accompagnati responsabili della violenta aggressione a scopo di rapina in piena notte ai danni un cittadino che si trovava a transitare per il parco ducale di Modena, pur essendo ancora in carico al Comune, non erano più ospiti di una struttura per minori bensi di una per adulti. Si tratta di ragazzi la cui condotta era incompatibile con la comunità per minori di cui erano ospiti e ne aveva reso necessario il trasferimento in altra struttura, ma per adulti, alla quale anche la notte, non avevano fatto ritorno. Ragazzi che, pur in carico al comune, dovranno ora rispondere personalmente penalmente dei reati commessi. Il Comune non ha responsabilità ma mi sento di dire che il progetto educativo e di integrazione costruito per loro ha fallito.
Ma il fallimento su 3 non può cancellare il grande lavoro ed i risultati ottenuti su altri 103 minori stranieri non accompagnati accolti nelle strutture accreditate dal comune'.
Il sindaco di Modena, Giancarlo Muzzarelli, rispondendo all'interrogazione presentata sull'episodio dal Capogruppo Forza Italia in consiglio comunale, Piergiulio Giacobazzi, pare arrendersi di fronte alla consapevolezza del grande problema rappresentato da giovani stranieri soliti a commettere reati, difficili  da gestire e da avviare a percorsi educativi, diventati pericolosi per loro stessi e per gli altri.

'Posso assicurare che l'impegno delle strutture e degli operatori che accolgono minori stranieri è massimo' - ha ribadito il sindaco.
Il fatto che due ragazzi minori accolti in strutture accreditate fossero fuori alle 2 di notte non si spiega soltanto con gli orari più estesi o indefiniti di ritorno legati ad una struttura per adulti rispetto ad una per minori (dove l'ora per rientro è fissata massimo alle ore 23), ma con la loro stessa condotta, deviante ed ingestibile, che li ha portati a commettere un reato grave, preceduto da altri, e del quale dovranno rispondere, appunto, personalmente e penalmente.
'Non si trattava solo di condotte aggressive o violente quelle perpetrare all'interno della struttura per minore  ma anche di altri comportamente che rischiavano di influenzare negativamente altri minori fragili accolti. Non potendo per legge venire meno all'obbligo di collocamento, l'Amministrazione comunale ha individuato quindi strutture alternative ai contesti comunitari, in attesa che l'Autorità giudiziaria svolgesse le attività di competenza. La grave condotta era stata infatti segnalata alla Procura e all'attenzione degli organi giudiziari è stato anche portato il flusso anomalo di minori tunisini con criticità nella presa in carico per il grave rischio di devianza'

Il terzo ragazzo arrestato, appena maggiorenne, non era invece nemmeno conosciuto dal servizio minori stranieri non accompagnati.

Rispondendo ai quesiti il sindaco ha poi riassunto le regole vigenti nelle comunità di accoglienza minori: orario di rientro serale alle ore 23, impossibilità di norma di trascorrere fuori la notte, segnalazione al servizio sociale e alle forze dell’ordine in caso di ritardo o mancato rientro. 'Regole che vengono spiegate e condivise, ma per garantirne il rispetto - ha sottolineato il Sindaco - la struttura può usare solo con strumenti educativi, non può attuare metodi coercitivi né ricorrere alla forza. Le trasgressioni sono quindi gestite con strumenti educativi, come il divieto di uscire per alcuni giorni, più impegno in attività domestiche, regole più stringente nell'uso del cellulare'

Spiegabile e spiegato dal sindaco con un mancato servizio svolto dalla vigilanza notturna tenuta a chiudere i cancelli, l'apertura del parco ducale anche quando, durante la notte, ed in particolare nella notte della violenta rapina, doveva essere chiuso. 'La guardia giurata quella sera non ha provveduto alla chiusura dei cancelli agli orari previsti - ha dichiarato il sindaco - e quando in ritardo, verso le 2, si è recata sul posto, all''interno del parco c'era la Squadra Volante intervenuta a seguito dell'aggressione'

In Consiglio comunale ed in una nota stampa immediata la replica dell'interrogante Piergiulio Giacobazzi: “Grazie all’interrogazione che ho presentato e alla risposta del sindaco abbiamo la conferma che qualcosa nel sistema di accoglienza non va, purtroppo anche nel delicato ambito dei minori stranieri non accompagnati. Da oggi sappiamo che ci sono minori stranieri non accompagnati che possono rimanere fuori dalla comunità fino alle 23, che i minori tunisini responsabili della violenta aggressione e rapina avvenuta al parco Ducale erano presi in carico da una struttura di accoglienza non dedicata ai minori, e con orari indefiniti di rientro, in quanto quella che li ospitava era stata costretta ad allontanarli per comportamenti devianti. Il Sindaco ha ammesso il fallimento, per i soggetti in questione, dell’azione educativa, in cui il comune è impegnato, orientata all’integrazione. Da oggi abbiamo la conferma anche dal Sindaco dell’anomalia già da Forza Italia evidenziata nel recente passato, rappresentata da un flusso intenso e fuori controllo di minori tunisini che si distinguono purtroppo per comportamenti devianti. Ma da oggi abbiamo la conferma anche del mancato controllo dell’amministrazione comunale rispetto alla gestione dei parchi pubblici. La mancata chiusura prevista dei cancelli del Parco Ducale durante la notte è stata durante l’estate la regola e non l’eccezione limitata alla notte in cui si è verificata la violenta aggressione. L’auspicio è che alle parole del sindaco segua un cambiamento nella politica dell’accoglienza a livello locale e nazionale oltre che nelle politiche per la sicurezza nella riduzione del degrado urbano”    

 




 




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
'Il Pd è il partito della borghesia ..
A parlare è l'ex presidente di Legacoop Modena Roberto Vezzelli
31 Luglio 2022 - 14:17
Ucraina, il Papa ora fa il Papa: ..
Parole che suonano come un monito profondo da parte del Pontefice alla posizione dell'Europa..
31 Luglio 2022 - 12:50
Alla fine Puzzer si candida, sarà ..
Stefano Puzzer ha cambiato idea. Il leader del movimento 'La gente come noi non molla mai' ..
31 Luglio 2022 - 12:17
Di Maio in seggio emiliano blindato ..
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58