La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Ambiente e salute, i comitati si uniscono

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dall'inceneritore alle Fonderie Cooperative, da Vaciglio alla Madonnina, i principali gruppi di cittadini impegnati sul fronte degli allarmi ambientali e per la salute pubblica uniti in un evento il 12 ottobre


Ambiente e salute, i comitati si uniscono

Si sono riuniti nei giorni scorsi per confrontare le proprie 'battaglie', per sostenersi nelle singole iniziative di sensibilizzazione e di protesta (come è successo nella recente biciclettata serale organizzata a Vaciglio), e per lanciare un messaggio chiaro a chi, sui temi ambientali connessi direttamente alla salute pubblica, ha responsabilità politica ed amministrativa: Regione, Provincia e Comune. Che in questi ultimi due casi rispondono ad una stessa persona: Giancarlo Muzzarelli. Che come Sindaco è istituzionalmente il primo responsabile della tutela della salute pubblica in città.

Perché alla fine, al di là delle singole criticità evidenziate ed affrontate dai comitati cittadini, il tema dell'impatto sulla salute pubblica oltre che sull'ambiente, è quello che accomuna tutti. Che si parli di 550 nuovi alloggi o del camino dell'inceneritore dal quale vengono emessi i residui dell'incenerimento di 220 mila tonnellate all'anno di rifiuti (La Pressa si è occupata del tema in uno speciale/inchiesta di 10 puntate), poco cambia.
In una città malata e che, anche per posizione, soffoca di smog, si tratta di temi cruciali. Che non dovrebbero avere bisogno dell'azione di denuncia e di proposta dei comitati per essere resi noti in modo trasparente e costante, e per essere affrontati in modo condiviso con la città. Ma le cose non stanno così. Il distacco tra il sistema di potere che governa la città e la città stessa, è sempre più netto e definito, oltre che ampio. E proprio in un momento in cui gli strumenti della comunicazione, dell'informazione e della trasparenza non dovrebbero più rappresentare un problema. E invece il problema c'è. I problemi ambientali e di impatto sulla salute pubblica non vengono divulgati spontaneamente e di certo non vengono mai resi noti ed oggetto di un confronto pubblico da parte di chi la salute pubblica avrebbe il diritto dovere di tutelarla, facendo soprattutto informazione e prevenzione e non solo riduzione del danno, e magari solo quando si è tirati per la giacchetta.

Ed è così che nascono i comitati, come una febbre che segnala un problema, ovvero il venire meno di una funzione pubblica fondamentale di tutela dell'interesse pubblico, che nel caso del diritto alla salute, assume un rilievo cruciale. Ed è così che i comitati, nati come patologia di un sistema malato non solo di ambiente ma anche nei rapporti tra cittadini comuni e pubblica amministrazione, finiscono per diventare potenziale cura, unico strumento per dare voce agli interessi ed ai diritti di cittadini e per portarli all'attenzione di chi, anche solo col silenzio istituzionale, finisce per nasconderli.

Ed è così che dall'inceneritore che in pochi annoìi ha raddoppiato i rifiuti bruciati, a Vaciglio, e dalle Fonderie riunite alle discariche abusive sparse per la città, i comitati nascono e, come sta succedendo ora, si uniscono e fanno rete. Per essere più forti, per farsi ascoltare dalla politica che li guarda e li ascolta soprattutto quando fanno vedere di esserci e di rappresentare centinaia, migliaia di cittadini, come l'altra sera, al di la di ogni aspettativa, sul ponte ciclopedonale di Vaciglio. Pur mantenendo le loro specificità e peculiarità. Ma consapevoli che davvero l'unione fa la forza e non solo per dire NO a questo o a quello, ma per dire SI ad una visione diversa della politica e delle scelte politiche in tema ambientale. Semplicemente perché si può. Si possono attuare scelte diverse e si possono affrontare le questioni insieme. Con una consapevolezza maggiore che anche grazie alla forza e alla preparazione di tanti giovani sostenuti dall'esperienza di chi le battaglie ambientali le ha affrontate decenni fa, magari in tempi non sospetti, ma anche diversi, assume anche un significato politico diverso.

E con questa consapevolezza, di un ruolo che non solo è di protesta ma è anzi di proposta di merito (e pur nel rispetto dei propri ruoli elettivi o partecipativi), che i comitati che a Modena e nei comuni della provincia si occupano di problematiche legate all'ambiente e alla salute pubblica si presenteranno in una serata organizzata a Modena il 12 ottobre (la sede dell'incontro, in città, sarà comunicata nei prossimi giorni). Per riportare l'attenzione sulle singole battaglie che si stanno affrontando e per lanciare un messaggio chiaro nei confronti dei decisori politici ed istituzionali: per essere coinvolti nei processi decisionali e per trovare un percorso costante e comune di confronto istituzionale su problemi che riguardando direttamente il tema fondante della salute pubblica che, come tale, non può essere piegato ad interessi di parte.  Che soprattutto negli ultimi casi al centro della recente cronaca, è apparso sempre più evidente.

Gianni Galeotti 



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Soffiatori a motore e foglie cadenti: si moltiplica l'inquinamento
Lettere al Direttore
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:16617
Alea, da Forlì una alternativa all'inceneritore fuori da Hera
Politica
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:14289
'Modena: Euro 4 vietati, ma inceneritore a tutto gas. E' assurdo'
Politica
05 Settembre 2018 - 22:21- Visite:13981
Inceneritore Modena: in aumento anche i rifiuti radioattivi
Politica
21 Luglio 2017 - 02:46- Visite:13737
Dossier inceneritore, il bluff del riciclo della plastica
Dossier Inceneritore
27 Ottobre 2017 - 07:02- Visite:13165
Pianura Padana, ecco le mappe del disastro smog
Politica
02 Novembre 2017 - 13:15- Visite:13140
Politica - Articoli Recenti
Anagrafe richiedenti asilo: 'Il ..
Il Capogruppo FI in Comune: 'Anziché al servizio delle istituzioni, il governo PD pone le ..
17 Ottobre 2019 - 23:35- Visite:37
Borgonzoni: 'Nomine sanità, ..
'Più corretto sarebbe stato lasciare alla prossima giunta l'indicazione di queste figure'
17 Ottobre 2019 - 17:59- Visite:473
Via Divisione Acqui, degrado senza ..
Sabato saranno presenti anche il sindaco Giancarlo Muzzarelli, l’assessore alle politiche ..
17 Ottobre 2019 - 16:57- Visite:262
E Modena iscrive all'anagrafe gli ..
'La condizione di un richiedente asilo non può essere mai assimilata a quella di una ..
17 Ottobre 2019 - 16:44- Visite:1017


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:129096
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:90614
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:64731
Inchiesta sui minori 'Angeli e ..
Si tratta dell'ex sindaco di Montecchio Paolo Colli e l’ex sindaco di Cavriago ed ex ..
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:55547