Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliPolitica

Bonaccini ci riprova: sei proposte al governo, ma sul profilo è bufera

La Pressa
Logo LaPressa.it

Raffica di critiche sui social dove il presidente della conferenza delle regioni lancia i punti che chiedono un cambio di rotta. Dai colori alla comunicazione


Bonaccini ci riprova: sei proposte al governo, ma sul profilo è bufera

Il presidente della regione e della conferenza delle regioni Stefano Bonaccini sullo stile del metodo comunicativo Casalino-Conte, ovvero domenica sera con post sul suo profilo Facebook che appare dopo la ore 21, per comunicare il tentativo suo e delle regioni di fare cambiare rotta al governo rispetto alla strategia fino ad ora adottata su vari fronti: dalla fornitura dei vaccini, che si sta dimostrando totalmente inaduata e non in linea con le quantità previste, al sistema di colorazione e dei ristori. Dalle comunicazioni, mai più all'ultimo momento, al lavoro dei tecnici e della scienza.



Sei i punti fissati nel documento emerso dalla conferenza delle regioni e che Bonaccini, come presidente, invierà oggi al governo e attraverso il neo ministro ai rapporti con il Parlamento Gelmini, che Bonaccini ringrazia per avere convocato il tavolo, sarà portato sul tavolo del Consiglio dei ministri.


Sei punti che se approvati equivarrebbero a ben più di un cambio di rotta da parte del governo, ma a quasi ad una smentita dello stesso. Perché in quei sei punti c'è quasi il contrario di ciò che fino ad ora il governo ha fatto

'Proposte che nei prossimi giorni saranno discusse tra governo e regioni in vista del nuovo Dpcm ai primi di marzo' - sottolinea Bonaccini che, sulla sua pagina FB, illustra i singoli provvedimenti

1) Vaccini priorità assoluta. Stiamo andando troppo lenti e il motivo è uno solo: la macchina è pronta, ma mancano le dosi. Al Governo chiediamo, dunque, di cambiare strategia per recuperare più vaccini possibili, valutando da subito di coinvolgere nella fase produttiva anche aziende e realtà italiane. Non c'è tempo da perdere, ne va della tutela della salute di tutti noi, a partire dai soggetti più deboli.

2) Mai più comunicazioni di chiusure all'ultimo minuto, come è accaduto la scorsa settimana con gli impianti da sci. È necessario che tutti i provvedimenti, compresi i cambi di fascia, vengano resi noti con un congruo anticipo ai cittadini e alle categorie economiche. È una questione di rispetto per chi da mesi sta facendo sacrifici senza precedenti.

3) Semplificare i parametri del sistema a zone. Fermo restando che la tutela della salute resta l'obiettivo prioritario, occorre in questa fase un cambio di passo che consenta di coniugare le misure di sicurezza sanitaria con la ripresa economica e delle attività culturali e sociali.

4) Una nuova strategia che veda i tecnici produrre elaborazioni oggettive e scientifiche sulle quali la politica si assumerà la responsabilità delle decisioni. Fino a prevedere misure più stringenti per specifici contesti territoriali, ma sempre valutando le restrizioni che si sono rivelate più o meno efficaci, al fine di poter meglio soppesare quali attività sia necessario chiudere o limitare e quali invece possano essere riaperte.

5) Ogni chiusura preveda l'erogazione di ristori adeguati nel medesimo provvedimento. Per questo abbiamo chiesto che nella Cabina di regia entrino anche i Ministri dello Sviluppo economico, dell’Economia e degli Affari regionali al fine di dosare gli impatti delle decisioni sui cittadini e le imprese.

6) Qualificare l’attività scolastica ed universitaria (al pari delle altre attività) con un’apposita numerazione di rischio, anche tenendo conto dei dati oggettivi del contagio nelle istituzioni scolastiche e nel contesto territoriale di riferimento. Occorre, in ogni caso, implementare le forme di congedo parentale, nonchè prevedere ulteriori risorse economiche a sostegno dei genitori, nel caso di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per aggravamento della situazione epidemiologica.

Ma ormai ad un anno dallo scoppio delle pandemia anche in Italia, Bonaccini ha la conferma, dalla sua pagina Facebook, dopo pochi minuti dal lancio del post, che rilanciare temi e di proposte che a quest'ora l'opinione pubblica sperava di vedere come cosa fatta genera più critiche che consenso.

La maggior parte degli oltre 500 commenti che dopo 10 ore arrivano sono negativi e di critica. Simbolo, questo si, di una inversione di rotta anche nell'opinione pubblica rispetto al governo e ai rappresentanti politici locali

'Comprate vaccini anziché banchi a rotelle' - afferma Alessandro. 'Caro Presidente, dica al governo che vorrei la cassa integrazione di ottobre che ancora mi deve arrivare' - chiede Roberta.
'Continuate a fare promesse che non mantenete. Un milione di vaccini al mese? Basta prenderci in giro, chiaccherate meno e lavorate di più' - tuona Michael. 'Sei punti, e nemmeno un richiamo sul trasporto pubblico' - dice Daniela

Gi.Ga.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Onoranze funebri Gibellini
Articoli Correlati
Critiche raccolta fondi, Bonaccini minaccia: 'Ci vediamo in tribunale'
Politica
05 Gennaio 2020 - 06:26- Visite:46204
'Crisi Coop Alleanza 3.0: il modello degli ipermercati ha fallito'
Politica
01 Febbraio 2019 - 13:33- Visite:44717
Coronavirus, il Governo chiude anche la provincia di Modena
Societa'
07 Marzo 2020 - 20:36- Visite:38015
Riccione, sindaco si ribella a Bonaccini: 'Io lunedì apro le spiagge'
Politica
02 Maggio 2020 - 00:19- Visite:36069
Sanità, più risorse ai privati. Bonaccini firma accordo
Politica
20 Novembre 2019 - 17:49- Visite:35429
Bonaccini: 'Emilia Romagna pronta a riaprire 27 aprile. Ma no scuole'
Societa'
20 Aprile 2020 - 12:40- Visite:34089

Politica - Articoli Recenti
Von der Leyen: 'E' tempo di discutere..
Von der Leyen ha poi voluto ringraziare il Sudafrica 'per la velocità con cui ci hanno ..
01 Dicembre 2021 - 18:30- Visite:608
Sassuolo: 'L'Amministrazione non ..
Il sindaco Menani sul caso sollevato dalle dichiarazioni dell'Assessore Ruini: 'I vaccini ..
01 Dicembre 2021 - 15:21- Visite:553
'Esentato dal vaccino ma sospeso: il ..
Beatrice De Maio: 'Che cosa può succedere ad un semplice cittadino che si trovi  nella ..
01 Dicembre 2021 - 08:12- Visite:1960
Puzzer: 'L'Onu è una scatola vuota, ..
'Adesso bisogna  dare un segnale forte, sempre pacificamente'
01 Dicembre 2021 - 07:56- Visite:859
Politica - Articoli più letti
'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:189466
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:180978
Green Pass, nelle grandi aziende ..
Al di là della deroga per le piccole imprese, il lavoratore che non esibisce il Green Pass ..
09 Ottobre 2021 - 15:08- Visite:122780
Miracolo di Ferragosto: anche ..
'Col Green Pass ogni giorno aumenta il rischio di incontrare contagiati-contagiosi muniti di..
15 Agosto 2021 - 07:58- Visite:117010