Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

Infermieri scrivono a Conte: 'Emergenza Covid, ecco nostre proposte'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Mni: 'Serve intervento immediato che rivoluzioni la categoria infermieristica, una rivoluzione volta alla promozione della salute del cittadino'


Infermieri scrivono a Conte: 'Emergenza Covid, ecco nostre proposte'

'Questa seconda ondata di pandemia ha rimarcato ancor di più le carenze del SSN su tutto il territorio italiano stimolando spunti di riflessione sul ruolo della figura infermieristica. Immediatamente dopo la fine del lockdown della primavera passata, il Movimento Nazionale Infermieri ha chiesto a gran voce un intervento immediato che rivoluzioni la categoria infermieristica, una rivoluzione volta alla promozione della salute del cittadino che apporti miglioramenti a tutta la struttura sanitaria nazionale. Gli Infermieri d’Italia hanno ascoltato promesse e parole di elogio, ma nulla di concreto è stato fatto'.
Con queste parole il Movimento nazionale infermieri, attraverso il suo portavoce Diego Roviti, si è rivolto con una lettera aperta al premier Conte e al ministro della Salute Speranza.

'MNI ha proposto un profondo e radicale cambiamento del pensiero infermieristico, auspichiamo che almeno in questa situazione di emergenza non venga meno la voglia da parte del Governo e ancor di più del Ministro della Salute Roberto Speranza, di allearsi agli operatori sanitari che operano quotidianamente sul campo ed impegnarsi a rimodulare l’assetto sanitario nazionale. Il Movimento Nazionale Infermieri propone pertanto le seguenti misure urgenti finalizzate ad alleggerire la pressione sugli ospedali:

  1. Attivazione immediata dell’Infermiere di famiglia su tutto il territorio nazionale e dotarlo di autonomia per andare incontro alle esigenze del cittadino e creare quella catena di Follow-up che, ad oggi, è mancata clamorosamente. Dei 9600 infermieri di famiglia previsti nel Decreto Rilancio ne sono stati assunti sole poche centinaia da un drappello di Regioni.
  2. Assunzioni da graduatorie già in essere e, laddove non fossero presenti, indire avvisi pubblici per soli titoli da espletare in dieci giorni massimo, data la grave carenza del personale costretto da ottobre a lavorare su doppi turni e a subire nuovamente il blocco dei riposi e dei permessi lavorativi.
  3. Abbattimento del “vincolo di esclusività” che lega l’Infermiere alla propria azienda sanitaria permettendo quindi di aiutare il cittadino anche sul territorio e sopperire alla carenza cronica di personale infermieristico laddove ce ne sia necessità. Concedere quindi al lavoratore il potere decisionale di avvalersi o meno dell’indennità di esclusività infermieristica e rivedere l'indennità di specificità prevista nella bozza della futura manovra economica del 2021 che riteniamo inaccettabile.
  4. Sorveglianza sanitaria a carico della ASL di appartenenza per tutti gli operatori sanitari esposti per evitare a monte la diffusione del contagio da Covid-19.
  5. Istituire fondi per la formazione del personale neo-assunto, formazione che attualmente è a carico del “personale anziano” durante il turno lavorativo ordinario. Va incrementata, come descritto in precedenza, la quantità di personale, ma va anche assicurata la qualità dell’assistenza erogata che non deve assolutamente essere trascurata'.

'Tali corsi di formazione, come le assunzioni stesse, dovevano essere portati a completamento durante il periodo di tregua concesso dalla pandemia, ma non c’è stata una programmazione e una lungimiranza in tal senso, tantomeno si sono ascoltate le reali esigenze del personale operante. A sostegno di ciò chiediamo che nel futuro prossimo vengano riconosciute le competenze specialistiche infermieristiche tramite corsi di specializzazione e che tali competenze vengano adeguatamente remunerate, come accade da anni nella maggior parte delle realtà europee. Misure summenzionate che MNI aveva già proposto in tempi non sospetti - chiude il Movimento -. Le Infermiere e gli Infermieri italiani hanno fiducia in questo Governo e nelle sue scelte, non perdono di vista il reale nemico e continuano con spirito di abnegazione a sostenere la Salute, ma questa volta desiderano risposte concrete e immediate da parte degli Interlocutori'.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
'Il Pd è il partito della borghesia ..
A parlare è l'ex presidente di Legacoop Modena Roberto Vezzelli
31 Luglio 2022 - 14:17
Ucraina, il Papa ora fa il Papa: ..
Parole che suonano come un monito profondo da parte del Pontefice alla posizione dell'Europa..
31 Luglio 2022 - 12:50
Alla fine Puzzer si candida, sarà ..
Stefano Puzzer ha cambiato idea. Il leader del movimento 'La gente come noi non molla mai' ..
31 Luglio 2022 - 12:17
Di Maio in seggio emiliano blindato ..
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58