Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Limiti al consumo d'acqua potabile, che l'inceneritore non conosce: 32.595 metri cubi usati per raffreddare l'impianto

La Pressa
Logo LaPressa.it

A questi va aggiunto il milione e 250mila metri cubi di acqua depurata che potrebbe essere utilizzata in agricoltura


Limiti al consumo d'acqua potabile, che l'inceneritore non conosce: 32.595 metri cubi usati per raffreddare l'impianto

A seguito della messa in funzione della linea 4 dell'inceneritore di via Cavazza, a Modena, (linea che ha sostituito le precedenti e che da sola consente oggi di incenerire fino a 240.000 tonnellate annue), il fabbisogno di acqua per il raffreddamento dell'impianto è aumentato rispetto ai consumi precedenti. A certificarlo è l'Arpae nel suo rapporto sull'inceneritore di Modena.

L'ultimo dato disponibile, riguardante il 2015, registra il consumo di 32.595 metri cubi di acqua potabile (che potrebbe essere destinata al consumo umano), e 1m ilione e 250 mila metri cubi di acqua industriale, ovvero prelevata dallo scarico del depuratore biologico e che potrebbe quindi essere utilizzata ad uso agricolo.

Quantità enormi di acqua usati, anziché per bere o per irrigare, per raffreddare un impianto che brucia rifiuti in quantità. Quantità che non si fermano, così come non si fermano le migliaia di tonnellate conferite, senza soluzione di continuità.

Perché quel colosso, dimensionato per bruciare 240.000 tonnellate l'anno, non si può fermare e il suo impianto va raffreddato.

E per bruciare una quantià sempre maggiore di rifiuti ci vuole una quantià sempre maggiore di acqua. Erano 206mila tonnellate nel 2015, saliti a 212 nel 2016 ed in costante crescita nei primi mesi del 2017. Quantità che impressionano, soprattutto  se contestualizzate al periodo di scarsità di acqua per uso umano e agricolo che sta caratterizzando questa estate. Situazione che impone, giustamente, oggi più che mai, un uso razionale della risorsa.

Un concetto che evidentemente non vale per l'inceneritore modenese che nel 2016 ha aumentato la quantità di rifiuti conferiti, portandola a 212mila, in costante aumento anche nei primi mesi del 2017. Un aumento che non solo fa presagire un avvicinamento alla soglia limite delle 240mila tonnellate concesse in un anno, ma anche, conseguentemente, un consumo di acqua potabile ed industriale maggiore anche rispetto al milione e 282mila tonnellate del 2015. Acqua che invece di essere utilizzata per bere o per irrigare continuerà ad essere utilizzata 'solo' per bruciare.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Articoli Correlati
Il costo dell'inceneritore? Cinquecentomila euro al giorno
Dossier Inceneritore
13 Ottobre 2017 - 07:30
Dossier inceneritore, il bluff del riciclo della plastica
Dossier Inceneritore
27 Ottobre 2017 - 07:02
Dossier inceneritore, l'inquinamento e l'acquario
Dossier Inceneritore
01 Novembre 2017 - 07:30
Dossier inceneritore parte 2: la fotografia di quello che esce dal ..
Dossier Inceneritore
18 Agosto 2017 - 15:44
Inceneritore, il bluff del riciclo della plastica: si recupera solo 6%
Dossier Inceneritore
16 Novembre 2018 - 10:27

Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06