Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

'Affissioni selvagge? No, tutto regolare, il PD ha l'accordo con Hera e paga il canone al Comune'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il responsabile Feste della segreteria del PD Modena risponde ai quesiti sollevati sulla campagna promozionale che utilizza i pali della luce in punti strategici dea città


'Affissioni selvagge? No, tutto regolare, il PD ha l'accordo con Hera e paga il canone al Comune'

Ogni anno il tema dei cartelli promozionali della festa dell'Unità del Partito Democratico a Ponte Alto, fissati a pali dell'illuminazione pubblica nei punti strategici della città, del centro e della periferia, è oggetto di discussione e solleva quesiti. In una città in cui, come è normale, vigono delle regole rigide per le affissioni in aree pubbliche o con esposizione pubblica, che devono avvenire negli spazi rigorosamente definiti, limitati e gestiti dalla concessionaria comunale alla quale è necessario pagare il relativo canone, come è possibile che un privato (che sia partito, associazione, organizzazione), possa utilizzare spazi e strutture non dedicate a tale scopo, insistenti su aree pubbliche di grande rilevanza, per le proprie campagne pubblicitarie? Perché se esiste tale importante possibilità di avere a disposizione punti strategici della città e visibilità su grandi vie di comunicazione (di cartelli del PD ce ne sono su via del Pozzo accesso Policlinico, viale Corassori, cavalcavia Cialdini, via Divisione Acqui, ecc.
.
.
.
), per le proprie campagne promozionali, è sempre e solo il Partito Democratico ad usufruirne? E se è possibile farlo, con quali forme? E' tutto regolare e quindi possibile a tutti e, se non a tutti, a chi? Quesiti che ogni anno, quando quei cartelli rispuntano in occasione delle feste dell'Unità da promuovere, ritornano; quesiti che abbiamo girato al responsabile cittadino delle feste del Partito Democratico, nonché consigliere comunale Stefano Manicardi, che velocemente ci ha risposto.
'Tutto nella norma e in regola' - afferma. 'Facciamo richiesta a Hera di poter affiggere i nostri pannelli sui pali di loro proprietà e paghiamo all'ufficio ICA del comune il canone unico previsto da regolamento comunale per la pubblicità e l'affissione. Ogni associazione, partito o impresa può fare stesso iter autorizzativo chiedendo alla proprietà dei pali di poter sfruttare i medesimi e, qualora autorizzato dal proprietario, procedendo a denunciare il numero di cartelli e la posizione all'Ica per il calcolo del tributo da pagare. Nessun favoreggiamento ovviamente al PD - conclude Manicardi - ma semplicemente l'applicazione di un diritto e di un conseguente dovere, diritto di pubblicità e dovere di pagamento dei tributi derivanti da tale diritto'

In sostanza, tutto regolare, anche se apparentemente particolare. Nessun privilegio politico e nessun escamotage, ma un accordo con la proprietà dei pali per poterli utilizzare e la comunicazione di quelli utilizzati per potere pagare il dovuto al Comune per l'affissione in area pubblica. Una risposta, quella del responsabile feste del PD cittadino, che mette in luce una opportunità che in tanti che si occupano di occupazione non pensavano di potere avere.

Gi.Ga.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Covid, 1595 casi in Emilia Romagna e ..
I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 18 ..
25 Settembre 2022 - 16:02
Covid, calano i ricoveri in Emilia ..
Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 16,3%
24 Settembre 2022 - 15:31
Blitz in 5 bar e negozi etnici: ..
Attività della Polizia di Stato e Locale concentrata in aree specifiche di Crocetta e ..
24 Settembre 2022 - 11:18
Non basta la vita sana: di tumore si ..
Studio dell'Università di Bologna, dell'Università di Bari e del Cnr pubblicato sulla ..
23 Settembre 2022 - 16:22
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39