Udicon
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Alunno 11enne aggredito da due bulli, preside: 'Agire come comunità'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Ricordo a ognuno, in primis a me stessa, che per assicurare al nostro territorio giovani che siano la nostra parte migliore, dobbiamo agire come comunità'


Alunno 11enne aggredito da due bulli, preside: 'Agire come comunità'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Carissimi, gli eventi di questi giorni aprono interrogativi sui fenomeni diffusi di violenza fisica, ma anche verbale, che ormai quasi quotidianamente siamo costretti ad arginare, con strategie e strumenti che al momento non sembrano essere efficaci. L’episodio dei giorni scorsi si inserisce in una cornice molto più complessa, in cui si richiede la stretta collaborazione di tutta la comunità educante. In qualità di dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo “Luciano Pavarotti” di Bomporto-Bastiglia, non posso che essere profondamente amareggiata per quanto accaduto, ma allo stesso tempo coltivo la speranza che ogni nostro gesto possa essere da esempio concreto per i ragazzi che vivono un periodo particolare della propria vita, spesso senza riferimenti chiari e stabili e con fragilità manifeste o latenti'. Questo il testo della lettera che la Dirigente scolastica delle scuole Medie Volta di Bomporto, Olga Tamburini, ha inviato ai genitori dei ragazzi che frequentano la scuola.

Una lettera che arriva dopo la pubblicazione di ieri della notizia dell'aggressione subita da un alunno 11enne ad opera di due bulli che gli hanno fratturato la mandibola (qui l'articolo). Una aggressione alla quale sono seguite ulteriori minacce da parte dei due aggressori, riportate alla vittima da alcuni amici.

'Nonostante la presenza assidua e la cura che cerco e cerchiamo come comunità scolastica di avere ogni giorno, ci accorgiamo di quanto siano diventate complesse la socialità e le relazioni tra gli adolescenti, complici il lungo periodo di assenza di interazioni sane e proficue, una strutturazione valoriale di anno in anno più frammentaria e liquida con modelli e riferimenti spesso violenti e privi di adesione alla realtà, una sfasatura di intenti e strategie tra la scuola e le famiglie.

Quotidianamente, molti dei nostri ragazzi utilizzano il tempo che intercorre dal viaggio in pullman fino alla breve permanenza fuori dai locali scolastici prima del suono della campanella, non come momento di relazione e confronto, ma fomentando uno spazio di tensioni e di dinamiche pericolose che coinvolgono direttamente e indirettamente tutti i ragazzi - afferma la dirigente -. Dinamiche che sempre più spesso sfuggono di mano e sono alimentate da situazioni pregresse: insulti in chat private, gruppi e social, riportati inevitabilmente nelle aule. A fronte della richiesta di interventi severi, che tradizionalmente la scuola secondaria “A. Volta” mette in atto, sento di ribadire in questo momento alcuni punti fermi:
- condannare tutti i gesti violenti, verbali e fisici, senza tentativi di assoluzione e giustificazione quando gli stessi sono generati dai propri figli;
- riacquistare il ruolo di adulti di riferimento nel processo educativo dei nostri ragazzi, ognuno nella propria funzione e secondo le responsabilità che è chiamato ad assolvere;
- assicurare un percorso formativo scuola - famiglia sugli stessi binari, in cui sia curato l’aspetto emozionale;
- dedicare tempo di qualità ai nostri ragazzi, attraverso il dialogo e il confronto, cercando di avere a cuore la cura, che significa insegnare a comprendere e sacrificarsi;
- favorire autonomia e responsabilità, aiutando i ragazzi a capire le conseguenze delle azioni. Quest’aspetto appare sempre più difficile da spiegare a una generazione che pare in gran parte ingabbiata in mondi quasi paralleli e deresponsabilizzati: un videogioco, una storia da social, una serie televisiva;
- lavorare sull’empatia, sulla capacità di comprendere e capire le emozioni altrui, cercando di sentirsi a proprio agio nell’altro, con tutte le differenze.
La scuola ha in programma diverse iniziative per il contrasto del bullismo e del cyberbullismo, attività formative che rischiano di restare parole se non corrispondono a un impegno sul campo e a un pensiero comune interiorizzato e soprattutto agito. Ricordo a ognuno, in primis a me stessa, che per assicurare al nostro territorio giovani che siano la nostra parte migliore, dobbiamo agire come comunità. E agire come comunità significa comprendere le fragilità sociali, familiari e spesso culturali dove viviamo per attuare percorsi efficaci e sinergici' - chiude Olga Tamburini.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Ancora maxi tamponamento per nebbia: ..
Sono almeno una trentina i veicoli coinvolti nella serie di incidenti: sul posto Autostrade ..
19 Febbraio 2024 - 10:46
'Gli anti-abortisti riprendono il ..
La scorsa estate la maratona di 40 giorni per dissuadere le donne all'ingresso dell'ospedale..
19 Febbraio 2024 - 10:30
'Carenze di personale e problemi ..
Daniela D'eredita, Segretario Organizzativo del sindacato UIL Fpl Modena sulla vicenda del ..
18 Febbraio 2024 - 19:49
L'anniversario del miracolo di San ..
Quando la città stava per essere saccheggiata, San Geminiano apparve al vicerè di Francia ..
18 Febbraio 2024 - 10:58
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda ..
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24