Aumentano gli utenti, calano gli autisti, i paradossi del trasporto pubblico al centro dello sciopero USB di venerdì
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
articoliSocieta'

Aumentano gli utenti, calano gli autisti, i paradossi del trasporto pubblico al centro dello sciopero USB di venerdì

La Pressa
Logo LaPressa.it

Nel bacino modenese dalle 17.00 alle 21.00 nell'extraurbano e dalle 17.30 alle 21.30 nell'urbano. Anche CGIL annuncia un autunno caldo: 'A rischio la tenuta dell'intero sistema'


Aumentano gli utenti, calano gli autisti, i paradossi del trasporto pubblico al centro dello sciopero USB di venerdì
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

I lavoratori e lavoratrici di Seta e delle aziende collegate aderenti all'Unione Sindacale di Base (USB) si f fermeranno, nel bacino modenese, venerdì 11 dalle 17.00 alle 21.00 nell'extraurbano e dalle 17.30 alle 21.30 nell'urbano. Ciò nell'ambito dello sciopero indetto dalla sigla sindacale a livello nazionale.

Uno sciopero che arriva in un momento molto critico, sia per la notizia della mancata erogazione dei 250 euro previsti dal contratto collettivo nazionale, sia per la mancanza di personale abilitato, totalmente assente dal mercato del lavoro, una situazione tale che alcune aziende hanno stretto accordi di collaborazione con l'Esercito.

Una situazione denunciata duramente in un documento contenente le ragioni della mobilitazione di venerdi in vista della sciopero generale proclamato da tutti i sindacatismo di base per il prossimo 12 dicembre e nel quale si parla di 'mattanza delle privatizzazioni selvagge che - scrive USB - sta polverizzando la categoria degli autoferrotranvieri privati di ogni riconoscimento professionale costretto ad abbandonare i propri mestiere una vera e propria emorragia di conducenti su tutto il territorio nazionale testimoniata dalle disponibilità dei Lavoratori ad accettare i pesanti carichi di lavoro la gravosa responsabilità della mansione e pesanti penalizzazioni economiche dettate dai contratti nazionali di secondo livello sottoscritto dai soliti'.

E su questo punto è la Filt CGIL ad intervenire nel quadro delle difficoltà del sistema: 'Nei 3 bacini di competenza di Seta - Modena, Reggio Emilia e Piacenza – si assiste sempre più frequentemente al fenomeno di dimissioni di lavoratori, spesso originari di altre regioni d’Italia, che dopo essere stati assunti in Seta a distanza di poche settimane si dimettono, accrescendo il problema di nuove assunzioni di autisti.

Fenomeno delle dimissioni che in parte è legato alla percezione di insicurezza sul posto di lavoro per effetto delle aggressioni registrate nei mesi scorsi anche da parte degli utenti più giovani.  Dunque, un’evidente crisi di attrattività sul piano lavorativo che rischia di determinare ripercussioni sulla qualità del servizio'

Il tutto in quadro di difficoltà del sistema che la stessa FILT-CGIL giudica paradossale: 'A fronte di una sempre maggiore e crescente domanda di trasporto pubblico locale nelle nostre città, unita anche al ripristino del pieno regime di sevizio dopo la crisi pandemica legata al Covid, le aziende del Tpl si trovano a fronteggiare una palese incapacità di tenuta economico-finanziaria.

I costi di di esercizio sono aumentati in modo esponenziale, poiché dipendono in tantissima parte dai carburanti fossili incrementati anche del 100% a seguito della crisi bellica in Ucraina, mentre si è ancora ben lontani da un pieno recupero dell’utenza trasportata (con conseguenti minori introiti dalla vendita dei titoli di viaggio).

Se non si interviene prontamente, il sindacato Filt Cgil ritiene che le aziende del trasporto pubblico locale si potranno ben presto trovare a dover fronteggiare potenziali rischi di default finanziario con pesanti ripercussioni sull’occupazione del settore che conta circa 115 mila addetti su base nazionale, di cui 1.100 nel bacino di Seta (Modena, Reggio Emilia, Piacenza), circa 750 addetti a Modena di cui 550 in Seta e i restanti nelle aziende sub concessionarie.

Per non dire delle altrettante potenzialmente gravi ripercussioni sulla tenuta del servizio, e non da ultimo sulla qualità dell’aria e della salute stessa dei cittadini, soprattutto in zone come la pianura padana, notoriamente più soggetta a fenomeni di concentramento dell’inquinamento da polveri sottili' - conclude il sindacato di piazza Cittadella 



Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

CISL Emilia Centrale
Societa' - Articoli Recenti
Modena, capo reparto dei vigili del fuoco 57enne ucciso da un malore
Il decesso è avvenuto per cause naturali ma sono in corso accertamenti da parte della ..
21 Maggio 2024 - 10:20
Liste d'attesa, piano Ausl con i privati per recuperare 200.000 prestazioni
Tra carenza e fuga di personale, aumento del 12% delle domanda, prescrizioni inappropriate, ..
21 Maggio 2024 - 00:28
Ancora problemi di salute per Fedez: salta la partecipazione in tv
Per problemi di salute il rapper non sarà questa sera alla trasmissione di Cattelan ‘Da ..
20 Maggio 2024 - 17:23
Vertenza Hera, la mobilitazione continua: il 24 giugno nuovo sciopero
Filctem Cgil – FP Cgil ribadiscono criticità irrisolte e non affrontati sul tema di ..
20 Maggio 2024 - 16:54
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24