Ram service
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

Ausl Modena, i sanitari che non vogliono vaccinarsi sono 131

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il totale delle persone in forze all’Ausl di Modena che non ha aderito (al netto di coloro che non potevano vaccinarsi) è pari al 2,8% dei 4698 dipendenti Ausl


Ausl Modena, i sanitari che non vogliono vaccinarsi sono 131
In Azienda USL di Modena sono state somministrate dosi di vaccino anti-Covid a 3.983 operatori sanitari su 4.698, tra comparto (3.108, pari all’84% del totale degli appartenenti alla categoria) e dirigenza (875, pari all’89% del totale degli appartenenti alla categoria).

Tra i 715 operatori non ancora vaccinati vi sono, alla data di oggi, 272 persone per le quali, per motivazioni di salute, non è possibile al momento la vaccinazione (persone che hanno avuto covid negli ultimi mesi, assenze per gravidanze, maternità, aspettative, persone positive alle IgG), pari al 5,8% degli operatori AUSL. 262 sono invece gli operatori che hanno già l’appuntamento prenotato il vaccino (5,6%) e lo effettueranno nei prossimi giorni, mentre per altri 50 operatori è giunta all’Azienda la richiesta di vaccinazione ed è in corso il contatto da parte dell’Ausl per la prenotazione dell’appuntamento (1,1%).

Escludendo tutte queste categorie, il totale delle persone in forze all’Ausl di Modena che non si sono vaccinate è dunque di 131, pari a meno del 2,8% dei 4698 dipendenti Ausl.

“L’Azienda sanitaria – dichiara Michele Lacirignola, responsabile della Sorveglianza Sanitaria dell’Azienda USL di Modena – sin dall’inizio della campagna vaccinale ha sollecitato i propri dipendenti di area sanitaria ad aderire, riscontrando una grande attenzione e disponibilità. Col progredire della campagna, che ha purtroppo subito dei rallentamenti a causa della diminuzione delle forniture di vaccino, gli operatori sanitari non ancora vaccinati sono stati via via informati della possibilità di accedere alla vaccinazione con alta priorità, trattandosi di personale a diretto contatto con i pazienti. Ciò è avvenuto sia attraverso comunicazioni inviate a tutti i dipendenti, sia tramite il contatto individuale, con l’obiettivo di fornire informazioni specifiche anche rispetto a problematiche personali o di salute che comunque possono presentarsi. Questo lavoro ha portato, proprio nella seconda parte del mese di marzo, a un aumento delle prenotazioni, passate da 77 (dato al 26 marzo) alle 262 di oggi, con anche 50 richieste aggiuntive di vaccinazione che verranno evase nei prossimi giorni. Resta ancora una piccola parte di operatori che non ha aderito, rispetto ai quali orienteremo tutte le risorse informative possibili per stimolare un’adesione convinta a questo importante gesto a tutela della salute di tutti”.

È ora in corso il controllo sierologico post vaccinale previsto a 25-30 giorni dalla seconda dose. Dall’analisi dei risultati emerge che tutti gli operatori testati sono risultati positivi in termini di risposta anticorpale di anticorpi neutralizzanti (anti proteina spike).

La campagna di immunizzazione ha avuto l’effetto di un crollo verticale del tasso di infezione fra gli operatori, mentre sul territorio il contesto epidemiologico era ancora caratterizzato dalla costante crescita dei nuovi positivi: fra gli operatori aziendali si è passati dai 70 casi settimanali di novembre 2020, ai 30 settimanali delle settimane di gennaio 2021 all’attuale situazione di marzo che vede la presenza di solo 12 operatori positivi nell’ultima settimana.

Sul totale di 32 casi positivi riscontrati in tutto il mese di marzo 2021, i 4 che hanno manifestato un quadro suggestivo di malattia da covid con sintomatologia importante non erano vaccinati. Per contro, i lavoratori risultati positivi al covid ma asintomatici erano stati tutti vaccinati.

“Sono semplici evidenze di un percorso su cui la comunità scientifica continua a riflettere, anche alla luce dei nuovi studi pubblicati ogni giorno su copertura ed efficacia del vaccino – prosegue Lacirignola –. Sul piano più generale occorre prendere atto che nonostante il distanziamento fisico, le mascherine, le procedure di sicurezza messe in atto in azienda e nella vita sociale, la persistenza e aggressività del virus è palese e ciò rafforza la posizione della comunità scientifica mondiale che ritiene il vaccino il più potente strumento preventivo e l’unica possibile via d’uscita dalla crisi pandemica. Il risultato raggiunto in termini di efficacia dei vaccini effettuati, vale a dire il crollo delle malattie fra i nostri operatori, conferma la validità dell’obiettivo che l’azienda si è dato – conclude il medico –, che era e resta il 100% degli operatori sanitari vaccinati”.

Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Ram service
Articoli Correlati
'Altro che Tachipirina, ecco come bisogna curare a casa il Covid'
Parola d'Autore
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:213377
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:161469
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:135017
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:107300
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:69059
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:62369
Societa' - Articoli Recenti
Covid, 85 contagi a Modena e tre ..
Si aggiungono 138 nuovi guariti. Ad oggi i guariti complessivi sono 59.753
15 Maggio 2021 - 18:44- Visite:1766
La Polizia locale avverte: occhio ..
Da lunedì 17 maggio a sabato 25 campagna mirata della Polizia locale di Modena per ..
15 Maggio 2021 - 18:44- Visite:908
'Ho riabbracciato mia madre dopo ..
A Bologna, Villa Serena elimina le barriere tra gli ospiti e i familiari con certificazione
15 Maggio 2021 - 18:26- Visite:351
Modena A1, camionista ubriaco ..
Ubriaco fermato dalla Polizia Stradale di Modena nord
15 Maggio 2021 - 18:05- Visite:557
Leggi tutti gli Articoli
 

Societa' - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:213377
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia ..
Lo riporta l'Istituto superiore di sanità nell'ultimo report del 14 aprile sul contagio da ..
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:135017
La pandemia globale di Coronavirus? ..
E' tutto ancora on line. Il John Hopkins Center for Health Security con il World Economic ..
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:88320
Modena in zona rossa: cosa prevede la..
Spostamenti bloccati, permessi solo per emergenza. Chiuse palestre, piscine e centri ..
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:71773