Ausl Modena: 'Infarto, non andate al Pronto soccorso: chiamate il 118'
Villa  La Personala
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliSocieta'

Ausl Modena: 'Infarto, non andate al Pronto soccorso: chiamate il 118'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Raggiungere da soli i PS non rappresenta soltanto un rischio enorme per salute, ma rende più difficile indirizzare subito la persona verso il giusto percorso'


Ausl Modena: 'Infarto, non andate al Pronto soccorso: chiamate il 118'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Può capitare da un momento all’altro: un improvviso dolore al torace in assenza di traumi accompagnato da sudorazione a freddo, difficoltà a respirare che immobilizza, spaventa e disorienta, facendo temere che sia il preludio a qualcosa di più grave. 'Il sintomo di dolore toracico è una delle cause più frequenti di accesso nei Pronto Soccorso, ma presentarsi da soli o accompagnati da qualcuno appena sopraggiunge il fastidio può rivelarsi un errore in quanto può fare perdere minuti decisivi rispetto a un pronto intervento degli operatori sanitari direttamente sul posto. Questo è peraltro particolarmente vero quando l’individuo presenti fattori di rischio cardiovascolare quali fumo di sigaretta, ipertensione, obesità, alterazioni di colesterolo e trigliceridi o abbia già sofferto di patologie cardiache in passato' - a dirlo è l'Ausl di Modena che lancia una campagna ad hoc per sensibilizzare proprio sull’importanza di chiamare sempre il 118 in caso di dolore toracico non traumatico.

I destinatari sono in particolare gli uomini tra 40 e 60 anni, che tendono a sottovalutare quei segnali del corpo che possono essere indicativi di un infarto in corso.
Nella clip diffusa sui social network aziendali e presentata questa mattina presso la Centrale Operativa del 118 in via Emilia Est, vengono raccontate tre situazioni tipo quotidiane – momento di sport all’aria aperta, lavoro casalingo e ufficio – in cui i rispettivi protagonisti vengono colti da un improvviso dolore al petto. Immediata la chiamata al 118 e la risposta di un operatore che raccomanda di non muoversi e aspettare l’arrivo di un’ambulanza. Dopo pochi minuti, i sanitari sono sul posto e sottopongono il paziente all’elettrocardiogramma che in telemedicina sarà refertato immediatamente da un cardiologo che fornisce la diagnosi precisa. Il messaggio è chiaro: “Aiutaci ad aiutarti”, chiamare subito il 118 può salvarti la vita e l’assistenza sanitaria inizia già nel momento in cui risponde l’operatore al telefono. 

'Gli operatori del 118 sono gli occhi e le braccia che si fanno carico delle emergenze sul territorio – dichiara Romana Bacchi, direttrice sanitaria Ausl di Modena -. Nel caso del dolore toracico non traumatico è fondamentale che i cittadini comprendano l’importanza, che può rivelarsi decisiva per la tutela della loro salute, di richiedere immediatamente il soccorso nel luogo dove si è manifestato l’episodio. La presa in carico del paziente avviene già nel momento della chiamata al 118 e l’arrivo celere dei sanitari permetterà di valutare all’istante la natura del dolore e qual è l’ospedale più adatto per quel tipo di esigenza sanitaria.  La medicina moderna è in grado di assicurare a tutta la popolazione un’assistenza sanitaria di qualità, ma è altrettanto fondamentale la collaborazione dei cittadini'.

'Rimane alto il numero di autopresentazioni di pazienti con dolore toracico non traumatico presso i Pronto Soccorso del territorio. Raggiungere da soli i PS non rappresenta soltanto un rischio enorme per salute, ma rende più difficile indirizzare subito la persona verso il giusto percorso di presa in carico sanitaria – spiega Geminiano Bandiera -. Chiamare il 118 e aspettare l’intervento dei sanitari sul luogo dove si è manifestato il dolore rappresenta invece il modo migliore per agevolare il sistema sanitario e aiutarlo a individuare subito il bisogno di cura. Gli operatori del 118 sono in grado sul posto di effettuare subito un primo elettrocardiogramma che, grazie a un teleconsulto a distanza in tempo reale con un cardiologo, garantisce il trasporto nella struttura sanitaria più adatta'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Scuole superiori scelte e negate, partiti i ricorsi:  interessato il Capo dello Stato
Sono due, relativi a studenti che si sono visti negare tutte e tre scuole indicate i ricorsi..
08 Luglio 2024 - 14:15
Le alghe invadono il Naviglio, animali in difficoltà e rischio in caso di piena
Il livello di copertura sopra e sotto la superficie è altissimo. La rimozione, un tempo ..
08 Luglio 2024 - 02:11
Il cardinale Ruini colto da malore: è ricoverato in terapia intensiva
'Il paziente è vigile e collaborante e le sue condizioni cliniche sono al momento stabili. ..
07 Luglio 2024 - 19:36
Comuni ricicloni: primato Aimag in Emilia-Romagna e nel territorio modenese
La società di Mirandola gestisce la raccolta a Carpi e nella maggior parte dei comuni ..
07 Luglio 2024 - 00:23
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24