Udicon
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Khrystyna e Svitlana, fisiatra e fisioterapista ucraine ospitate a Modena

La Pressa
Logo LaPressa.it

Progetto dell’Associazione Porta Aperta: ospiti per una settimana nei presidi di Baggiovara e del Policlinico


Khrystyna e Svitlana, fisiatra e fisioterapista ucraine ospitate a Modena
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Si chiamano Khrystyna Kucher e Svitlana Malaniak: sono due professioniste della sanità ucraina che l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, supportando un progetto dell’Associazione Porta Aperta, ha ospitato per una settimana nei presidi di Baggiovara e del Policlinico. Nel periodo dal 10 al 14 luglio, infatti, hanno potuto frequentare i due ospedali e in modo particolare i reparti dove si tengono le attività di medicina riabilitativa delle quali le due ospiti sono specializzate: la dottoressa Kucher è infatti un medico fisiatra e neuropatologa, la dottoressa Malaniak è una fisioterapista.

La loro struttura di base è l’ospedale cittadino di Noviy Rozdil, località di circa 35mila abitanti posizionata a 40 chilometri a sud di Leopoli, nella zona occidentale dell’Ucraina. In questa cittadina, nelle settimane immediatamente successive all’invasione russa, si è concentrata l’attività della Onlus modenese Porta Aperta che, dopo alcune missioni umanitarie, è andata oltre costruendo un progetto per portare expertise al personale medico e sanitario del posto.

La sinergia con l’AOU è stata concretizzata nel giro di poche settimane e in questo modo le due professioniste sono potute arrivare a Modena già nel corso di questo mese.

«Abbiamo stilato un programma con la Dottoressa Giovanna Fabbri, dirigente facente funzione di questa unità di medicina riabilitativa, in modo da permettere alle professioniste ucraine di cogliere le informazioni maggiormente utili per loro negli ambiti in cui lavoriamo - spiega la Dottoressa Paola Cavallini, fisioterapista e coordinatrice del personale riabilitativo dell'U.O. Medicina Riabilitativa dell'AOU - La maggior parte del tempo si è sviluppata nei locali della nostra unità operativa, nelle palestre a fianco del reparto che accolgono i pazienti degenti con esiti di lesioni neurologiche e negli ambulatori del piano sottostante dove vengono trattati pazienti con esiti di patologie ortopediche: post chirurgiche, post-traumatiche o neurologiche.

Le dottoresse Kucher e Msalaniak hanno frequentato i locali della terapia occupazionale dove hanno svolto attività di compresenza con pazienti in esiti di grave cerebro-lesione e il laboratorio per lo studio e il trattamento della spasticità: LAM. La loro frequenza si è svolta anche negli studi di riabilitazione della mano, presso il policlinico, diretta dal Dottor Danilo Donati, nelle unità operative di Ortogeriatria di Baggiovara e di Ortopedia di entrambi i presidi ospedalieri. Abbiamo cercato di offrire loro le maggiori opportunità di formazione per poi portarle nel loro Paese».

Molto emozionate le due ospiti ucraine al momento del loro ritorno nel Paese di origine. «Io e la mia collega vogliamo ringraziare tutti per averci concesso la possibilità di visitare i reparti dei due ospedali - sono le parole della Dottoressa Khrystyna Kucher - esprimiamo il nostro sincero ringraziamento a Giuliano Venturelli per l'organizzazione del nostro viaggio e ai responsabili di Porta Aperta per l'opportunità. Nei reparti di riabilitazione abbiamo avuto modo di conoscere la struttura del lavoro, che indubbiamente cercheremo di adottare perché al momento il nostro ospedale non è ancora pensato e organizzato in questo modo. Sicuramente mettere a frutto questa esperienza nella nostra pratica. Abbiamo gradito molto il soggiorno a Modena, abbiamo affrontato una varietà di argomenti neurologici e ortopedici. Siamo rimaste molto colpite dalla chirurgia della mano per la sua specializzazione e molto probabilmente lavoreremo, in questa direzione, per l'ampliamento del nostro servizio, in modo che anche nella nostra piccola città si possano creare le condizioni per pazienti di questo tipo e per un generale miglioramento del nostro ospedale. Speriamo ci possa essere una nuova occasione di interscambio di esperienze».
«Le conoscenze acquisite sono indubbiamente molto importanti per noi - le fa eco la Dottoressa Svitlana Malaniak - poiché la terapia fisica sta solo adesso iniziando a funzionare nel nostro ospedale. Avevamo già molte conoscenze ma ne abbiamo acquisite di ulteriori in questo viaggio. Siamo rimaste molto colpite dal lavoro coordinato di tutto l'ospedale. Considerato che questo tipo di terapie è stato introdotto nel nostro nosocomio solo da poco, ci sono molte carenze e da questa esperienza restituiremo quanto appreso alla nostra direzione per poter organizzare al meglio il lavoro futuro. Grazie mille a Paola Cavallini che in tempi così brevi ha saputo organizzare così tante visite da cui apprendere tutta una serie di informazioni da applicare sicuramente nel nostro operato quotidiano migliorando la qualità del nostro ospedale».

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

GIFFI NOLEGGI

Societa' - Articoli Recenti
Usb: 'Taglio corse Seta cronaca di un..
La sigla sindacale contesta società e istituzioni: 'Da anni denunciamo il problema e ..
02 Dicembre 2023 - 15:00
Attacco hacker sanità modenese: ..
Per la dirigenza il ripristino complessivo del sistema potrebbe arrivare primi giorni della ..
02 Dicembre 2023 - 12:16
Modena, ex Consorzio agrario: ..
Per l'assessore Vandelli 'la differenza di costo per singolo alloggio dei due interventi ..
02 Dicembre 2023 - 10:56
Cinque alberi e cento vie illuminate:..
Dalle 17 si è svolto, partendo da Piazzale San Francesco, il corteo che ha portato ..
02 Dicembre 2023 - 03:03
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda ..
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24