La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliSocieta'

Modena, 25 anni fa il primo trattamento endovascolare aorta toracica

La Pressa
Logo LaPressa.it

Oggi, il trattamento endovascolare delle patologie dell’aorta toracica rappresenta la prima scelta per curare aneurismi, dissezioni e le lesioni traumatiche


Modena, 25 anni fa il primo trattamento endovascolare aorta toracica
È trascorso un quarto di secolo da quando, nel lontano 10 febbraio del 1995, per la prima volta in Europa, la Chirurgia Vascolare modenese impiantò un’endoprotesi dell’aorta toracica con terapia mininvasiva. All’epoca l’intervento, davvero pioneristico, venne svolto nelle sale operatorie dell’Ospedale Civile Sant’Agostino. Oggi si effettua nella Sala Ibrida dell’ospedale di Baggiovara. Per celebrare questa ricorrenza, l’equipe della Chirurgia vascolare dell’AOU di Modena, diretta dal professor Roberto Silingardi (foto) ha incontrato i colleghi del Nord Italia nel corso di un convegno che si è tenuto venerdì scorso, 7 febbraio. Il reparto modenese vanta un’ampia casistica che nel 2020 arriverà a toccare i 500 interventi endovascolari in aorta toracica ed i 3.000 in aorta addominale.

Oggi, il trattamento endovascolare delle patologie dell’aorta toracica rappresenta la prima scelta per curare aneurismi, dissezioni e le lesioni traumatiche. Tali procedure “endovascolari” permettono di curare patologie molto complesse con una minima invasività, in passato l’unica soluzione era eseguire estese incisioni chirurgiche molto invasive e gravate da elevate complicanze.

“Quest’anno decorre il 25esimo anniversario dal primo impianto eseguito in Europa, a Modena, di una endoprotesi in aorta toracica – spiega lo stesso Roberto Silingardi – e abbiamo avuto il piacere di ospitare a Modena oltre cinquanta Chirurghi Vascolari del nord Italia con i quali abbiamo valutato i risultati a lungo termine di questa tecnica e discusso problematiche organizzative attuali e prospettive future”.


L’incontro ha rappresentato l’occasione per presentare una importante ricerca sul risultato a lungo termine della correzione endovascolare nei traumi dell’aorta toracica condotta presso la Chirurgia Vascolare Unimore. “Lo studio riguarda pazienti che hanno presentano una rottura dell’aorta toracica a livello dell’istmo – spiega il dottor Stefano Gennai – tale patologia è l’esito di traumi, stradali o cadute da altezze importanti, e pertanto coinvolge maggiormente giovani. La rottura dell’aorta, la più grande arteria del corpo umano, è un evento spesso fatale anche in considerazione della compresenza di fratture e contusioni multiviscerali tipiche dei pazienti traumatizzati. I risultati immediati a favore dell’endovascolare sono noti e pertanto tale trattamento è indicato come prima scelta nelle linee guida europee ed americane. Siamo riusciti a dimostrare – continua il prof. Silingardi – l’efficacia e la sicurezza del trattamento endovascolare anche nel lungo periodo (oltre 15 anni). Le aorte dei pazienti subiscono delle modificazioni nel tempo, ma sono minime ed è stata osservata la quasi totale assenza di reinterventi anche dopo molti anni dall’operazione iniziale”.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:132548
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:97927
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:47086
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:41839
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:41635
Lesioni piede diabetico: risultati sorprendenti da studio a Baggiovara
Societa'
27 Luglio 2019 - 23:36- Visite:39295
Societa' - Articoli Recenti
Fondazione Del Monte: per i modenesi ..
La ricerca oggetto dell'evento a Palazzo Europa condotta su 710 interpellati nel comune di ..
20 Febbraio 2020 - 09:22- Visite:147
I migliori attrezzi per gli ..
Uno strumento piuttosto sottovalutato quando si vuole allenare l’addome è l’elastico, ..
19 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:53
Polizia municipale, la visita del ..
E' stata l’occasione per illustrare il funzionamento della nuova cartografia digitalizzata..
18 Febbraio 2020 - 15:23- Visite:245
Taglio del nastro in Comune a Modena ..
Le felicitazioni del sindaco Muzzarelli e la medaglia della Bonissima per il centenario, ..
17 Febbraio 2020 - 12:40- Visite:488


Societa' - Articoli più letti


Lesioni piede diabetico: risultati ..
Le cellule staminali migliorano guarigioni di ulcere e gangrene. Dalla struttura complessa ..
27 Luglio 2019 - 23:36- Visite:39295
Odissea ospedale di Baggiovara: ..
Il drammatico racconto di una mamma. Soltanto la minaccia di informare il sindaco ha ..
25 Luglio 2019 - 07:30- Visite:19173
La mamma 'coraggio' di Bibbiano: ..
La testimonianza e la forza di Valeria, che nel 2013 rimase vedova e ricevette la ..
24 Luglio 2019 - 16:15- Visite:18857
Istat, Modena è la città più cara ..
Modena fa registrare la maggior spesa aggiuntiva per una famiglia tipo: 307 euro su base ..
16 Settembre 2019 - 18:58- Visite:13472