La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLa Provincia

Da Pavullo a Sassuolo per distacco di placenta, muore il neonato

La Pressa
Logo LaPressa.it

A pochi giorni dalla chiusura del punto nascita montano. La donna trasportata d'urgenza a Sassuolo. Il bambino è morto un'ora dopo il cesareo d'emergenza.


Da Pavullo a Sassuolo per distacco di placenta, muore il neonato

Tragedia a pochi giorni dalla chiusura del punto nascita di Pavullo. Una donna di 35 anni, residente a Pavullo. alla 37esima settimana di gravidanza fisiologica ha perso il proprio bambino per un distacco di placenta un'ora dopo averlo partorito all'ospedale di Sassuolo.

Era stata trasportata d'urgenza a quello che dopo la chiusura del punto nascita di Pavullo è diventata la struttura più vicina, ovvero l’Ospedale di Sassuolo.

Giunta all'ambulatorio urgenze ostetriche, è stato diagnosticato un distacco massivo di placenta con bradicardia fetale. La gravida, in presenza dell’intera équipe – 3 ginecologi, 2 anestesisti, 2 ostetriche, neonatologo – è stata sottoposta immediatamente a cesareo d’emergenza, che alle 7,21 ha permesso di estrarre il feto ancora vivo, se pure in severa bradicardia. Il neonato è stato affidato all’équipe pediatrica-anestesiologica, ma tutte le manovre messe in atto dai sanitari sono risultate vane e il decesso è avvenuto circa un’ora dopo la nascita.

L'intervento dei sanitari di Sassuolo ha consentito di evitare gravi conseguenze per la mamma. La paziente, che ha già un figlio ed è alla seconda gravidanza, ha riferito ai medici di aver avuto una gravidanza fisiologica, ed è attualmente è ricoverata presso l’Ostetricia di Sassuolo in condizioni stabili e costantemente monitorizzata al fine di escludere complicanze.

“Il distacco massivo di placenta è una condizione clinica molto grave – chiarisce Maria Cristina Galassi, direttore dell’UO di Ostetricia e Ginecologia di Sassuolo – con un elevato tasso di mortalità perinatale e un’incidenza di morte in utero del 15%, gravata al contempo da seri rischi per la madre. In questo caso, la tempestività dell’intervento del 118 e la presenza dell’équipe specialistica dell’Ospedale di Sassuolo hanno consentito di poter mettere in atto tutte le più idonee procedure per salvaguardare le condizioni cliniche della mamma, da cui dipendono quelle fetali, nei tempi e nel luogo più idoneo per l'assistenza di entrambi”.

“Ci stringiamo alla famiglia in questo momento difficile e doloroso – dichiara il direttore generale dell’Azienda USL di Modena Massimo Annicchiarico – nella consapevolezza di aver offerto la miglior assistenza possibile alla mamma ed al suo bambino, a conferma di quanto, nonostante le tante semplificazioni o peggio strumentalizzazioni su questo tema, sia determinante offrire l’assistenza adeguata e in centri qualificati a donne e neonati nei rarissimi ma drammatici eventi che possono verificarsi anche in gravidanze fisiologiche”.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Modena, incinta con tumore al seno partorisce e poi guarisce
Politica
06 Luglio 2018 - 06:50- Visite:43929
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
La Nera
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:38553
Case riposo provincia di Modena: i dati che certificano una apocalisse
Societa'
21 Aprile 2020 - 09:04- Visite:25216
La mappa dei contagi: 11 nuovi casi a Carpi, 14 a Formigine
La Provincia
27 Marzo 2020 - 18:49- Visite:24887
La mappa dei contagi nel modenese: 9 casi in città, 3 casi a Polinago
La Provincia
17 Aprile 2020 - 18:18- Visite:23327
Odissea ospedale di Baggiovara: lasciato due giorni col gesso pieno di..
Societa'
25 Luglio 2019 - 07:30- Visite:20600
La Provincia - Articoli Recenti
Covid, contagi a Bastiglia, Carpi, ..
Nuovi casi anche a Fiorano, Mirandola e Nonantola. Due contagi a Modena città
13 Settembre 2020 - 16:31- Visite:1305
Carpi, spacciavano Mefedrone: due ..
Un carpigiano di 46anni e un mantovano di 35 avevano allestito in un appartamento a Carpi ..
13 Settembre 2020 - 11:05- Visite:240
Emiliana Rottami, scintille in ..
Zanoli: 'Zuffi non ha dato seguito per ben sette mesi ad un parere urgente e vincolante di ..
12 Settembre 2020 - 18:55- Visite:588
Covid, 18 contagi a Modena. 'Due in ..
I nuovi casi sono avvenuti a Carpi, Maranello, Mirandola, Sassuolo, Spilamberto e Modena ..
12 Settembre 2020 - 16:44- Visite:2186


La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:156071
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:38367
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:34192
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:32798