Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Puoi scegliere a quali cookies vuoi negare il tuo consenso deselezionando le voci seguenti e cliccando su SALVA LE MIE SCELTE. Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy.

Cookies Essenziali
Cookies Analitici
Cookies Advertising
Cookies Social

La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
notiziarioLa Provincia

'La montagna che frana, Braglia ha ragione ma coinvolga il Burana'

Data: / Categoria: La Provincia
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Stefano Pelliciari, consigliere Consorzio Bonifica Burana, sulla situazione del territorio montano dopo le recenti nevicate


'La montagna che frana, Braglia ha ragione ma coinvolga il Burana'

'C'è un'italia che sta analizzando il dopo voto, un'italia che urla e grida a priori e poi c'è un'italia che giorno dopo giorno cerca di fare al meglio il proprio lavoro facendo fronte ai problemi di tutti i giorni con le pochissime risorse che ha a disposizione. Ecco quest'ultima dopo le stra-abbondanti nevicate, le frane, ed il mal tempo è in attesa di risposte e sostegno concreto'. Quest'appello lanciato sui social dal sindaco di Palagano Fabio Braglia viene accolto da Stefano Pelliciari, consigliere Consorzio Bonifica Burana.

'Non si danno alla montagna le risorse per fare prevenzione O non si vanno a prendere? - si chiede Pelliciari -. Facciamo nostre le parole del sindaco Fabio Braglia ed insisteremo all’interno del Consorzio di Bonifica Burana affinchè le risorse derivanti dai consorziati montani, come descritto dalla legge regionale 7 del 2012, vengano investite nella prevenzione delle tantissime zone a rischio idrogeologico. Senza polemica invitiamo il sindaco a fare lo stesso prendendo contatto con i vertici del Consorzio e la Regione Emilia Romagna affinchè possano essere realizzati progetti di messa in sicurezza delle tante zone a rischio, chiedendoci la ragione del fatto che non siano state poste queste sensate richieste negli anni passati'.

'La situazione venutasi a creare evidenzia un costante abbandono del territorio da parte di tutti gli Enti coinvolti e lo scenario evidenza due casistiche: 
1) Le richieste sono state fatte ma sia la Regione che il Consorzio si sono dimostrati incuranti dell’emergenza in atto
2) Non sono state fatte le necessarie richieste sia alla Regione che al Consorzio evidenziando un disinteresse nell’ambito territoriale da parte delle Amministrazioni preposte E’ ora di cambiare linea e che ogni Ente si assuma la responsabilità del proprio agire'.

'I denari derivanti dal contributo montano, che i consorziati versano a Burana, si aggirano ogni anno intorno ai 1.400.000 euro e solo il 45% di essi vengono investiti in lavori di prevenzione idrogeologica. La legge regionale 7 / 2012 prevede che il Consorzio debba trattenere da questi contributi solo le spese generali necessarie al funzionamento dell’Ente e che il restante debba essere speso per realizzare interventi utili al territorio - chiude Pelliciari -. I fondi destinati a lavori effettivi nel 2012 erano appena 304.000 euro su di un totale di contributi montani di 1.290.000 euro, che sono pian piano andati a salire, anche grazie al nostro contributo all’interno del Consiglio di Amministrazione, secondo questa tabella:






'Se pensiamo che il Consorzio afferma di spendere (dati 2016) circa 384.000 euro all’anno come costo del personale per la gestione dei progetti montani, che non esistono sedi operative nel comparto montano che generano costi per l’Ente, che tutti i progetti vengono affidati per la realizzazione ad aziende private, non si capisce come mai il Consorzio abbia investito solo 627.000 euro a fronte dei circa 1.368.000 euro di contributi dei consorziatio almeno lo si capisce solo se consideriamo i 470.000 euro che dicono essere di costi promiscui. Auspichiamo quindi una diminuzione di costi non oggettivamente usati per interventi di presidio  drogeologico, sostenuti da una gestione amministrativa più oculata, e di conseguenza maggiori investimenti allo scopo di preservare realmente i cittadini montani dai rischi a cui stiamo assistendo in queste giornate'.


Admin Giuseppe Leonelli
Admin Giuseppe Leonelli

Direttore responsabile della Pressa.it. Nato a Pavullo nel 1980, ha collaborato alla Gazzetta di Modena e lavorato al Resto del Carlino nelle redazioni di Modena e Rimini. E' stato vicedi..   Continua >>


Profilo Linkedin di Admin Giuseppe Leonelli Indirizzo Email di Admin Giuseppe Leonelli 


Articoli Correlati


'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:116513
M5S: 'Lavoro festivo, ridare diritti ai lavoratori del commercio'
Politica
27 Marzo 2018 - 15:08- Visite:30637
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:26282
E dopo il Modena calcio toccherà al Modena volley finire nella ..
Sport
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:23031
Edicola La Rotonda, l'appello del titolare: 'Così non ce la faccio'
Pressa Tube
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:17806
Soffiatori a motore e foglie cadenti: si moltiplica l'inquinamento
Lettere al Direttore
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:15523
La Provincia - Articoli Recenti
'Villa Sorra, il degrado avanza'
Le Liste civiche di Castelfranco, Nonantola e San Cesario hanno deciso di ..
19 Giugno 2018 - 22:34- Visite:70
La sanità nel Frignano, venerdì un ..
Venerdì alle 20 nella sala dell'Unione dei Comuni del Frignano. Dopo ..
19 Giugno 2018 - 19:19- Visite:69
'Punto nascita Castelnovo, dal sindaco ..
La Lega: 'L'obiettivo di Bini era sottrarsi dall'aderire all'appello dei ..
19 Giugno 2018 - 16:28- Visite:404
E Gargano a Castelfranco invita il ..
Domani sera alle 21 presso la sala Degli Esposti della biblioteca ..
19 Giugno 2018 - 11:57- Visite:96


La Provincia - Articoli più letti


'Neonato morto: col punto nascite di ..
Parla il ginecologo Locatelli (Forza Italia): 'La paziente con distacco di ..
02 Novembre 2017 - 20:41- Visite:13920
Da Pavullo a Sassuolo per distacco di ..
A pochi giorni dalla chiusura del punto nascita montano. La donna ..
29 Ottobre 2017 - 19:11- Visite:13651
Pavullo, è morto il medico Giorgio ..
Il corpo senza vita dell'uomo, conosciutissimo in paese, è stao trovato ..
16 Giugno 2017 - 08:25- Visite:12992

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa