I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Italia Nostra: 'A Palazzo Solmi non si addice la casa modenesità'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'La casa della modenesità non fa onore, crediamo, alla colta Lucrezia dei conti Pico della Mirandola'


Italia Nostra: 'A Palazzo Solmi non si addice la casa modenesità'
'Si è discusso nei giorni scorsi in Consiglio Comunale il destino di uno storico palazzo modenese (ma in realtà si tratta del nucleo centrale, il piano di rappresentanza) che dal demanio culturale dello Stato cui apparteneva è stato trasferito al Comune con le misure del così detto federalismo demaniale, a titolo gratuito, ma su un richiesto e impegnativo progetto di valorizzazione. Parliamo dell'edificio che dai proprietari del primo Novecento ha preso il nome, Solmi, e a quel tempo risale l'apertura dei negozi nella facciata di ristrutturazione settecentesca della dimora cinquecentesca della illustre casata dei Marchesi Rangoni'. Ad intervenire in una nota sul futuro di Palazzo Solmi è Italia Nostra Modena.

'Fu il più importante palazzo in città prima di Modena capitale e, dopo, secondo soltanto al Palazzo Ducale. Ricordiamo che il balcone marmoreo che si affaccia sul cortile (lo ammirò il Burckhardt nel suo Il Cicerone, guida al godimento delle opere d'arte in Italia) fu fatto costruire nel 1540, su riconoscibile disegno di Giulio Romano, da Lucrezia Pico Rangoni, una figura di spicco nei cenacoli colti allora in Italia sensibili alla Riforma d'oltralpe - continua Italia Nostra -. Settecentesca è la rivestitura architettonica della facciata e a quella ristrutturazione si debbono al piano nobile la preziosa Sala degli Specchi con i pannelli dorati alle pareti di gusto rococò e il fastoso salone centrale delle feste. Dopo la parentesi napoleonica (Napoleone era stato salutato nel salone delle feste, lì ebbe sede la Repubblica Cispadana e dal balcone sventolò il primo vessillo tricolore) il palazzo fu acquistato dal conte Bellentani che vi attivò una sala teatrale con fortunate stagioni di spettacolo. Impropri gli usi (come i veglioni e i bigliardi nel salone del teatro poi convertito a sala cinematografica di ultimo circuito) dei successivi decenni del Novecento, nel generale degrado dell'edificio, fatto nel frattempo oggetto di una anche minuta frammentazione della proprietà. Il nucleo centrale, il piano nobile, era stato acquisito dal Comune che poi non seppe che farsene e lo cedette nei primi anni 90 del Novecento allo Stato perché ne facesse la sede degli uffici della Soprintendenza per i beni storici e artistici. Il faticoso restauro, procedendo tra controversie di cantiere e lunghe pause, non fu portato a termine e infine la Soprintendenza ha rinunciato all'impiego per sé di quegli spazi. Questa stessa porzione del Palazzo Solmi ritorna infine, con il federalismo demaniale, al Comune di Modena. Ricordiamo che al tempo della proprietà comunale era stato rinvenuto e staccato dalla parete alle spalle del Salone il massello con l'affresco - la Crocefissione – riconosciuto della cerchia di Giovanni da Milano (trasferito nei Musei Civici), preziosa reliquia dell'originaria dimora quattrocentesca'.

'La discussione in Consiglio Comunale (come riferita nel comunicato dell'Ufficio stampa) non sembra che rifletta la coscienza degli effettivi valori dell'edificio, se le destinazioni considerate sono misurate sulla più recente stagione dell'illustre Palazzo che registra anche usi impropri e degradanti. Già si è detto che il progetto di valorizzazione dà ragione del trasferimento dal demanio culturale dello Stato a quello del Comune: l'evocazione di una modenesità di maniera (ben altra cosa tradizioni e cultura popolare, di severo impegno un progetto che le consideri) non può valere ad assegnare al nucleo essenziale dell'insigne monumento la funzione appropriata alla sua identità storica, se saputa intendere - chiude Italia Nostra -. La casa della modenesità non fa onore, crediamo, alla colta Lucrezia dei conti Pico della Mirandola'.

Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:158811
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:106656
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:67864
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:61254
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:52863
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:50615
Che Cultura - Articoli Recenti
Dams50, è la volta di Chiara Alessi
Appuntamento con la popolare esperta di design ed autrice del saggio 'Tante care cose' edito..
29 Marzo 2021 - 23:04- Visite:620
Dams50 a Bologna: giovedì ospite ..
Il Direttore artistico del New Museum di New York conversa con il professore Roberto Pinto
23 Marzo 2021 - 18:21- Visite:920
CulturaIdentità arriva anche a ..
Accanto alla partecipazione attiva sui territori, CulturaIdentità è presente in edicola ..
21 Marzo 2021 - 12:30- Visite:1476
Daria Bignardi apre Dams50, oggi alle..
La giornalista e scrittrice dialogherà con i professori Gian Mario Anselmi e Luca Barra
18 Marzo 2021 - 10:38- Visite:565


Che Cultura - Articoli più letti


Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:25502
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:20203
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:16324
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:14205