Nessun debito
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Nessun debito
articoliEconomia

Nasce Ance Emilia, una delle associazioni edili più grandi d'Italia

La Pressa
Logo LaPressa.it

A tenere a battesimo la neonata associazione anche la politica: presenti Donini, Alan Fabbri, Lepore e per Modena il vice sindaco Cavazza


Nasce Ance Emilia, una delle associazioni edili più grandi d'Italia
Piu' di 250 imprese associate con 5.000 dipendenti e un fatturato complessivo di 1,32 miliardi di euro.
Nasce Ance Emilia, una delle associazioni edili piu' grandi d'Italia. La fusione dei collegi costruttori di Bologna, Ferrara e Modena da oggi e' cosa fatta. Dopo il voto favorevole delle rispettive assemblee, e' arrivata la firma ufficiale dell'atto di integrazione che da' gambe alla nuova associazione, operativa gia' dall'1 luglio. A presiedere Ance Emilia, che segue di due anni la nascita di Confindustria Emilia, fino al 2021 sara' l'attuale numero uno di Ance Bologna, Giancarlo Raggi, affiancato dai colleghi di Modena e Ferrara, Sandro Grisendi e Andriano Paltrinieri, nel ruolo di vicepresidenti. 'L'uscita dalla crisi che ha attraversato il settore, anche attraverso il superamento della territorialita' esasperata e di una organizzazione produttiva eccessivamente destrutturata, costituiranno le sfide che affrontera' Ance Emilia per riportare l'edilizia, l'immobiliare, l'abitazione e le infrastrutture al centro dello sviluppo economico del territorio', traccia la rotta Raggi.
'Il confronto cone le amministrazioni locali restera' la nostra priorita', sia in materia urbanistica che nel campo dei lavori pubblici', aggiunge. 'L'edilizia e' l'unico settore industriale che non ha ancora le basi per la ripresa. Eppure, il comparto immobiliare nel suo complesso vale circa il 22% del Pil nazionale, un apporto senza il quale l'Italia non puo' crescere.

Senza infrastrutture non si cresce, senza correre paese restera' indietro', sottolinea Gabriele Buia, presidente nazionale di Ance, che ammette una certa 'preoccupazione per le tensioni sullo spread, perche' scoraggiano gli investitori che piano piano stanno tornando'. Quello intrapreso da Ance Emilia 'e' un cammino che puo' fare da esempio per altri territori', riconosce Buia. 'E' un progetto sano e per questo avra' successo.
I costruttori hanno avuto modo di vivere da vicino il risultato progetto di aggregazione realizzato da Confindustria a Bologna, Ferrara e Modena, vedendo che i benefici che si portano a casa sono molti piu' dei sacrifici', assicura il presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi.

A tenere a battesimo la neonata associazione anche la politica, con l'assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Donini, il neoeletto sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, l'assessore al Turismo e alla Promozione della citta' del Comune di Bologna, Matteo Lepore e il vicesindaco di Modena, Gianpietro Cavazza. 'Questo settore viene da anni difficili, che hanno lasciato cicatrici forti. Bologna in questi anni e' molto cambiata. Un terzo della nostra citta' costruita e' dismessa: servono risorse e idee per trasformazione. Il futuro e' la riqualificazione dell'esistente', e' il tema che Lepore pone ai costruttori. I quali sono stati impegnati in questi anni anche nella ricostruzione post-sisma: 'Senza il vostro aiuto non sarebbe stata cosi' rapida', riconosce Fabbri. 'Per noi e' un'esperienza innovativa e da incoraggiare. Ormai la consistenza del sistema delle imprese e' una condizione necessaria per rimanere sul mercato. Con Ance in questi anni abbiano collaborato, anche con forti punti di sintonia. Abbiamo messo a bando 40 milioni di euro per la rigenerazione urbana, 20 milioni sono andati alle province di Modena, Bologna e Ferrara: penso che per il sistema delle imprese locali possa essere un'opportunita'', conclude Donini.
Piu' di 250 imprese associate con 5.000 dipendenti e un fatturato complessivo di 1,32 miliardi di euro.
Nasce Ance Emilia, una delle associazioni edili piu' grandi d'Italia. La fusione dei collegi costruttori di Bologna, Ferrara e Modena da oggi e' cosa fatta. Dopo il voto favorevole delle rispettive assemblee, e' arrivata la firma ufficiale dell'atto di integrazione che da' gambe alla nuova associazione, operativa gia' dall'1 luglio. A presiedere Ance Emilia, che segue di due anni la nascita di Confindustria Emilia, fino al 2021 sara' l'attuale numero uno di Ance Bologna, Giancarlo Raggi, affiancato dai colleghi di Modena e Ferrara, Sandro Grisendi e Andriano Paltrinieri, nel ruolo di vicepresidenti. 'L'uscita dalla crisi che ha attraversato il settore, anche attraverso il superamento della territorialita' esasperata e di una organizzazione produttiva eccessivamente destrutturata, costituiranno le sfide che affrontera' Ance Emilia per riportare l'edilizia, l'immobiliare, l'abitazione e le infrastrutture al centro dello sviluppo economico del territorio', traccia la rotta Raggi.
'Il confronto cone le amministrazioni locali restera' la nostra priorita', sia in materia urbanistica che nel campo dei lavori pubblici', aggiunge. 'L'edilizia e' l'unico settore industriale che non ha ancora le basi per la ripresa. Eppure, il comparto immobiliare nel suo complesso vale circa il 22% del Pil nazionale, un apporto senza il quale l'Italia non puo' crescere.

Senza infrastrutture non si cresce, senza correre paese restera' indietro', sottolinea Gabriele Buia, presidente nazionale di Ance, che ammette una certa 'preoccupazione per le tensioni sullo spread, perche' scoraggiano gli investitori che piano piano stanno tornando'. Quello intrapreso da Ance Emilia 'e' un cammino che puo' fare da esempio per altri territori', riconosce Buia. 'E' un progetto sano e per questo avra' successo.
I costruttori hanno avuto modo di vivere da vicino il risultato progetto di aggregazione realizzato da Confindustria a Bologna, Ferrara e Modena, vedendo che i benefici che si portano a casa sono molti piu' dei sacrifici', assicura il presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi.

A tenere a battesimo la neonata associazione anche la politica, con l'assessore regionale alle Infrastrutture, Raffaele Donini, il neoeletto sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, l'assessore al Turismo e alla Promozione della citta' del Comune di Bologna, Matteo Lepore e il vicesindaco di Modena, Gianpietro Cavazza. 'Questo settore viene da anni difficili, che hanno lasciato cicatrici forti. Bologna in questi anni e' molto cambiata. Un terzo della nostra citta' costruita e' dismessa: servono risorse e idee per trasformazione. Il futuro e' la riqualificazione dell'esistente', e' il tema che Lepore pone ai costruttori. I quali sono stati impegnati in questi anni anche nella ricostruzione post-sisma: 'Senza il vostro aiuto non sarebbe stata cosi' rapida', riconosce Fabbri. 'Per noi e' un'esperienza innovativa e da incoraggiare. Ormai la consistenza del sistema delle imprese e' una condizione necessaria per rimanere sul mercato. Con Ance in questi anni abbiano collaborato, anche con forti punti di sintonia. Abbiamo messo a bando 40 milioni di euro per la rigenerazione urbana, 20 milioni sono andati alle province di Modena, Bologna e Ferrara: penso che per il sistema delle imprese locali possa essere un'opportunita'', conclude Donini.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Economia - Articoli Recenti
Opec, maxi taglio nella produzione di..
Sul mercato verranno a mancare due milioni di barili al giorno. Si tratta della sforbiciata ..
05 Ottobre 2022 - 20:00
Bar e ristoranti: a Modena uno su ..
Il quadro di una tempesta perfetta intorno al caro bollette tracciato da Daniele Cavazza ..
05 Ottobre 2022 - 17:23
Caro bollette: manuale di ..
Le forniture diventano sempre più onerose perciò occorre correre ai ripari per limitare i ..
04 Ottobre 2022 - 14:26
Tutelare salari e lavoro: Fiom CGIL ..
Duecento metalmeccanici modenesi a Roma sabato con le richieste al nuovo governo per ..
04 Ottobre 2022 - 13:39
Economia - Articoli più letti
Coop Alleanza 3.0 aggrappata alla ..
La Coop utilizza l'intero patrimonio dei soci più una parte del debito per investire in ..
15 Agosto 2018 - 10:36
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi ..
I conti in rosso e il dispetto rappresentato dal via libera ad Esselunga, Trc potrebbe non ..
13 Gennaio 2019 - 08:41
Bper, correntisti ex dipendenti ..
'Se Bper non manifestasse un reale interesse a mantenere le migliaia di correntisti tra ..
03 Dicembre 2019 - 17:52
Voragine nei conti Coop Alleanza 3.0:..
'Serve una risposta inequivocabile sulla sicurezza dei 3,6 miliardi dei 400.000 soci ..
01 Maggio 2019 - 08:38