Elezioni Modena, PD pigliatutto: 'Abbiamo fatto capolavoro politico'
La Personala
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
La Personala
articoliPolitica

Elezioni Modena, PD pigliatutto: 'Abbiamo fatto capolavoro politico'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Analisi del voto dei segretari provinciale e comunale Solomita e Venturelli. 'Alle Europee ha trainato Bonaccini, a Modena hanno premiato sinergia tra candidato, lavoro di partito e unità della coalizione, modello per le regionali. La giunta? Sceglieremo sulla base di competenza e rappresentanza. Regionali? I nomi in campo rimangono Muzzarelli e Costi'


Elezioni Modena, PD pigliatutto: 'Abbiamo fatto capolavoro politico'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Dei 125.000 voti assoluti del Partito Democratico alle elezioni europee, 50.000 sono di preferenza a Stefano Bonaccini. Alle europee il PD, in provincia di Modena, ha guadagnato 6 punti percentuali rispetto al 2019. Innegabile che la figura di Bonaccini e la sua capacità di tenere unito il partito abbia influito nel risultato. Un successo del PD che sul piano del capoluogo è frutto di un grande lavoro capillare e di squadra sul territorio da parte di tutti i candidati in lista, premiati ognuno con un alto numero di preferenze. Nel 2019 il PD aveva il 36,2% con 33.500 voti assoluti. Nel 2024 il PD è al 41,98% con 34.893 voti assoluti. Il PD e AVS sono le uniche formazioni che crescono e il PD da solo, a Modena, prende più voti che l'intero centro-destra'.

Valutazioni sul risultato del PD alle elezioni europee e amministrative in provincia di Modena dei coordinatori provinciale e cittadino del PD di Modena, Roberto Solomita e Federica Venturelli. Questa mattina, presso la sede provinciale del Partito Democratico alla presenza anche dei consiglieri del partito Stefano Manicardi, 'Come partito coalizione e candidato sindaco abbiamo fatto un capolavoro politico' - afferma senza mezzi termini Federica Venturelli.

Del resto qualcosa di particolare è successo, non solo sul piano dei numeri secchi ma anche e soprattutto sul piano politico. Considerando che il PD, a dicembre, non era ancora riuscito a trovare la quadra sul nome di un candidato a sindaco, nonostante a disposizione ce ne fossero 8, tra funzionari, assessori e consiglieri.

Al punto da dovere 'ripiegare' su un nome esterno al PD e da alcuni anni sganciato anche dalle dinamiche modenesi (se non fosse per il suo incarico in Ago), come Massimo Mezzetti che dichiaratamente, in uno dei primi dibattiti tra candidati, al planetario, ammise alla platea di studenti di essere stato praticamente costretto. Un commissariamento di fatto della segretaria rispetto alla scelta del candidato da proporre che a sei mesi dal voto non faceva certo presagire a quel risultato/successo che è poi arrivato nei termini di queste ore. Anche alla luce del parere non certo lusinghiero sull'ipotesi di scelta di Mezzetti espressa dal sindaco uscente Muzzarelli all'assemblea del partito. 'Non è del PD. Bisogna fare attenzione a delegare a chi non è del PD'. Valutazioni che questa mattina abbiamo ricordato ai due segretari, a premessa della domanda: 'La valutazione sull'effetto traino Bonaccini è tale anche rispetto a quanto è successo a Modena con Mezzetti?'.

'A Modena c'è stato un grande risultato del candidato sindaco, al 63%, dentro un grande risultato del Partito Democratico oltre all'impostazione di un campo plurale che avrebbe potuto, con 7 liste, drenare voti al PD e ai suoi candidati, cosa che non so è verificata. C'è stata una sinergia e gli elettori l'hanno percepita e premiata come tale. Le spigolature dei dirigenti del partito sono questioni interne'.- risponde Solomita.

'Credo l'essere uniti sia stato fondamentale, e ciò ci deve servire anche rispetto alle prossime regionali' - aggiunge Venturelli. Ed è proprio sulle regionali, sollecitata dalle domanda, che si concentra parte della conferenza. Solomita conferma di fatto i due candidati .che si sono messi a disposizione. Due ex sindaci. Giancarlo Muzzarelli, ex sindaco di Modena, e Rita Costi, ex sindaco di Formigine.
'Altri nomi che sono apparsi in questi giorni' - sembrerebbero lasciare il tempo che trovano nella risposta di Solomita. 'Sarà una elezione dove l'esperienza e i risultati amministrativi saranno determinanti nelle candidature' - specifica l'ex sindaco di Soliera e coordinatore provinciale.

'Esperienza e competenza che, oltre al risultato elettorale, verranno valutate per la scelta degli assessori' - afferma Solomita facendo intendere che il ruolo di fatto egemone assunto dal PD nella coalizione, frutto anche dei risultati non certo altrettanto entusiasmanti degli alleati di coalizione che hanno eletto un consigliere e che hanno di fatto opzionato un posto in giunta, consente al PD di decidere tanto se non tutto, anche rispetto alle indicazioni e alle scelte del sindaco. Il riferimento è in particolare a Movimento 5 stelle, a cui spetterebbe un assessore, così come ad Azione e a Modena Civica. Una coperta corta che potrebbe portare allo spacchettamento di alcuni assessorati per garantire a tutti i pretendenti un assessorato. Per saperlo basterà aspettare la formalizzazione della squadra di governo tra pochi giorni, alla convocazione del nuovo consiglio. Consultazioni febbrili, nel PD e nella coalizione. Il conto alla rovescia già scattato dalla proclamazione a sindaco alla convocazione del primo consiglio comunale di insediamento, è già partito, ed entro il fine settimana gli accordi dovrebbero, anzi dovranno, essere definiti e chiudersi.

Gi.Ga.

Gianni Galeotti
Gianni Galeotti

Nato a Modena nel 1969, svolge la professione di giornalista dal 1995. E’ stato direttore di Telemodena, giornalista radiofonico (Modena Radio City, corrispondente Radio 24) e consiglie..   Continua >>


 


Onoranze funebri Gibellini
Politica - Articoli Recenti
‘Minori stranieri: nuova procedura per accertamento età dopo 7 anni dalla legge? Fino ad ora cosa è stato fatto?'
Il Capogruppo di Forza Italia in provincia Antonio Platis commenta annunciando una ..
18 Luglio 2024 - 20:45
'Fortunale 2023: rifiuti ancora non raccolti. De Pascale fa finta di nulla'
La consigliera di opposizione Verlicchi: 'Il sindaco di Ravenna, Presidente della Provincia ..
18 Luglio 2024 - 17:07
'Minori stranieri non accompagnati, la procedura formale non basta'
Simone Pelloni (Rete Civica): 'Serve fotosegnalamento e registro regionale per evitare che ..
18 Luglio 2024 - 17:03
'Chiosco sicurezza in piazza Matteotti, quali sono i veri risultati?'
Negrini (Fdi): 'Sbagliato continuare a bloccare agenti all’interno dell’ex edicola in ..
18 Luglio 2024 - 15:10
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58