La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

'Regione Emilia Romagna: derivati pesano 228 milioni fino al 2032'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Bargi: 'La Regione ha sottoscritto derivati che ora costringono la popolazione Emiliano Romagnola a pagare il 5,25% annuo su un debito di quasi 500 milioni'


'Regione Emilia Romagna: derivati pesano 228 milioni fino al 2032'

“Duecentoventotto milioni 189mila e 195 euro: questo il conto monstre che la Regione Emilia-Romagna, storicamente in mano alla sinistra, ha caricato sulle spalle dei contribuenti emiliano-romagnoli sino al 2032. Tutta colpa dei contratti in derivati sottoscritti nel 2004 con gli istituti finanziari Dexia Crediop, Ubm e Jp Morgan, per un valore complessivo di circa 473 milioni e 418 mila euro. Un'operazione finanziaria che indica chiaramente la scelta di campo del Partito democratico, il quale ribadisce ancora una volta nei fatti, di stare con le grandi banche d'affari internazionali. Peccato, però, che lo faccia e sempre e solo a spese dei cittadini”.

Il capogruppo della Lega in Regione, Stefano Bargi, snocciola i numeri presenti nel Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2020-2022: “Si tratta di operazioni finanziarie discutibili, in forza delle quali è stata sperperata una montagna di denaro pubblico con un solo obiettivo: abbellire i bilanci nel lustro 2005-2009, guarda caso la durata di una legislatura”.

“In sintesi, l’operazione sottoscritta dalla Regione nel 2004 (tecnicamente si tratta di contratti finanziari strutturati, detti derivati di tasso strutturati) con con gli istituti finanziari Dexia Crediop, Ubm e Jp Morgan era stata strutturata in maniera tale che l'Ente non pagasse gli interessi passivi negli anni 2006-2007-2008 e fino a metà 2009, salvo pagare interessi salatissimi a partire dalla fine del 2009. In questo modo la Giuntaha spostato in avanti negli anni gli interessi passivi da pagare, ma lo ha fatto in modo molto sciocco, fissando un tasso fisso del 5.25% per il periodo successivo al 31/12/2009. In altre parole la Regione ha sottoscritto “derivati” che ora costringono la popolazione Emiliano Romagnola a pagare il 5,25% annuo su un debito di quasi 500 milioni di euro. E questo fino al 2032” spiega il capogruppo leghista.

“Il cuore del problema, che davvero fa imbestialire, è che la Regione ha sottoscritto dei derivati di tasso strutturati, fissando un tasso di interesse del 5,25% fisso, dal 2010 al 2032. Le banche d'affari sapevano benissimo che questo sarebbe stato un salasso per la Regione e nei contratti e prospetti informativi lo avranno sicuramente illustrato ai dirigenti regionali firmatari dei tre contratti. D'altronde è più che prevedibile che le banche siano state così furbe da prevedere l'andamento dei tassi di interesse dal 2004 al 2009 (la classica scadenza a 5 anni) e far firmare alla Regione un contratto che prendesse il picco dei tassi Euribor, il 5,25%, fissandolo come tasso dal 2009 al 2032. In cambio di cosa? Ora il tasso Euribor è negativo, quindi se la Regione avesse tenuto il suo bel tasso variabile dei contratti iniziali probabilmente pagherebbe interessi pari a zero o il solo 'spread' che la banca aggiunge sempre nei contratti di mutuo. La beffa finale è che da queste operazioni non guadagneranno un centle nostre banche locali, ma a fare affari d'oro sono – ancora una volta - le grandi banche d'affari internazionali: JP Morgan, Dexia Crediop e Ubm” conclude Bargi.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:117440
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101841
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:51120
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:48149
Coronavirus, scuole tutte chiuse in Emilia Romagna per altri 8 giorni
Societa'
29 Febbraio 2020 - 08:00- Visite:47212
Critiche raccolta fondi, Bonaccini minaccia: 'Ci vediamo in tribunale'
Politica
05 Gennaio 2020 - 06:26- Visite:43268
Politica - Articoli Recenti
'Fondi autotrasporto, cambiare ..
Cinzia Franchini (Ruote Libere): 'L'intero modello va rivisto partendo da due assi ..
01 Luglio 2020 - 12:49- Visite:77
Covid, trasporto scolastico: a Modena..
Anche con le nuove direttive della Regione sull'occupazione di tutti i posti a sedere nei ..
01 Luglio 2020 - 12:39- Visite:422
'Le norme anticontagio? In Emilia ..
Barcaiuolo interroga la Giunta regionale per capire i motivi che hanno portato alla revoca ..
01 Luglio 2020 - 11:00- Visite:227
'Su Berlusconi fu persecuzione ..
La chiede il Senatore Enrico Aimi: 'Il premier Berlusconi venne abbattuto non dal voto, ma ..
30 Giugno 2020 - 18:05- Visite:181


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:141817
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101841
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75572
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:70276