La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Sempre più rifiuti prodotti: siamo a 665 kg a testa

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

In regione, così come a Modena, la produzione cresce costantemente dal 2012. In controtendenza rispetto all'obiettivo regionale che prevede una diminuzione del 20% entro il 2020. E con più costi. Nel 2015 la gestione dei rifiuti è costata ad ogni modenese (anche appena nato), 259 euro.


Sempre più rifiuti prodotti: siamo a 665 kg a testa

La produzione totale di rifiuti urbani in Emilia-Romagna nel 2015 (a cui si riferisce l'ultimo report sulla gestione dei rifiuti su dati Arpae), è stata di 2.962.076 tonnellate, corrispondente ad una produzione pro capite di 665 kg/ab. In aumento dell'1,2% su scala regionale rispetto al 2014 ed in costante aumento dal 2012. A Modena e provincia la produzione annuale di rifiuti urbani è stata di 454.000 tonnellate, con una produzione di 647 kg pro-capite.

Un dato non proprio brillante per una Regione che ha posto nel proprio piano regionale (approvato nel maggio 2016 sulla base dei dati del 2015), 'obiettivi ambiziosi' come quello di ridurre la produzione dei rifiuti del 20-25%. Nell'introduzione al report sulla gestione dei rifiuti, l'Assessore Gazzolo, nonostante i dati che confermano un aumento anziché una diminuzione nella produzione di rifiuti, parla ugualmente di risultati e di percorsi positivi. Ma basta comunque la tendenza dei dati sulla produzione di rifiuti, in costante aumento dal 2012, per capire che forse, almeno su questo piano, qualcosa non va proprio benissimo. Anche perché aumentando la produzione di rifiuti, contestualmente aumentano anche i costi per la gestione dei rifiuti (che comprende raccolte, gestione, smaltimento) che vanno a gravare sui cittadini. Nel 2015, in regione, il costo per il servizio di gestione dei rifiuti, spalmato tra i vari gestori della regione, ammonta a  764 milioni di Euro. Circa 115 milioni di euro per la sola provincia di Modena che fanno un costo, sulla testa (o meglio sulle spalle) di ogni cittadino, anche appena nato, di 259 euro.

Anche perché in un anno (il 2015) in cui la raccolta differenziata era aumentata di un altro 5%, ci si poteva aspettare una diminuzione dei rifiuti indifferenziati conferiti negli 8 inceneritori della regione, che a Modena ha l'impianto più potenti. Invece no. La quantità di rifiuti inceneriti è rimasta praticamente invariata rispetto all'anno precedente. Nonostante le ottime performance in costante miglioramento dall'inizio degli anni 2000, in tutta la provincia, relative, appunto, alla raccolta differenziata.

A Modena, nel 2015, delle 454.000 tonnellate di rifiuti prodotti, solo 166 mila (poco meno del 40%), erano indifferenziati. Di questi, 134 mila sono finiti nell'inceneritore di via Cavazza. Ma si sa, questi impianti sono fatti per bruciare e per guadagnare dall'incenerimento e hanno bisogno di una quantità costante di 'benzina' indifferenziata. In una logica di fatto inversamente proporzionale a quella che dovrebbe scaturire dall'aumento della raccolta differenziata. In soldoni, più differenziata, meno inceneritore. Invece non è così. A Modena, così come in regione, si continua a bruciare, nonostante la quota sempre più alta di differenziata. 

Fatto sta che l'aumento della produzione dei rifiuti (sul cui fronte non si sono certo viste potenti campagne di disincetivazione o, per esempio, azioni strutturali nei confronti dei grandi centri di produzione, così come dei grandi produttori o supermercati), rimane un problema (se non una contraddizione), anche in termini di indirizzi e di traguardi politici. 

Gianni Galeotti



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


'Rifiuti Spilamberto, l'ipocrisia della raccolta differenziata'
La Provincia
23 Ottobre 2017 - 10:12- Visite:15995
Inceneritore Modena: in aumento anche i rifiuti radioattivi
Politica
21 Luglio 2017 - 02:46- Visite:13214
'Rifiuti, Hera senza vergogna e senza limiti e i sindaci tacciono'
Politica
06 Agosto 2017 - 11:44- Visite:11875
Carnevalata Hera: la tesserina, il rifiutologo, i depliant, le ..
Il Punto
23 Ottobre 2017 - 10:50- Visite:11747
'Rifiuti e scandalo Frattina a Castelvetro, cara Gazzolo lei è ..
La Provincia
18 Agosto 2017 - 11:48- Visite:11026
Dossier inceneritore: la 'bufala' del termovalorizzatore ed Hera non ..
Dossier Inceneritore
25 Ottobre 2017 - 07:00- Visite:10904
Politica - Articoli Recenti
'Cresciamo, le differenze negli stipendi..
Il M5S Modena prende atto del 'ritorno improvviso di memoria alla sinistra ..
21 Ottobre 2018 - 17:08- Visite:408
Europa o Eurabia? Sala piena per ..
Isabella Bertolini con la sua associazione Valori e Libertà: 'Impegnati in..
21 Ottobre 2018 - 16:21- Visite:313
Serata di solidarietà a Serramazzoni ..
Tanti gli esponenti di Forza Italia che ieri hanno partecipato alla serata ..
20 Ottobre 2018 - 15:45- Visite:573
Vigili, la Meloncelli col doppio ruolo ..
Il comandante modenese, ancora a mezzo servizio con Sassuolo, dà l'ok a ..
20 Ottobre 2018 - 13:29- Visite:1908

Confimi

Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:122326
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:80509
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la ..
Via libera ai privati in sanità. Un emendamento della Giunta rende ..
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:42017

Assiteca


Tekapp

Feed RSS La Pressa