Mivebo
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

Tutto il centrodestra sottoscrive documento: 'Sanità flop in Emilia'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Chi oggi governa il sistema sanitario locale nasconde le criticità del sistema con iniziative spot e propagandistiche'


Tutto il centrodestra sottoscrive documento: 'Sanità flop in Emilia'

La firma è di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Borgonzoni Presidente, Idea Popolo e Libertà, Cambiamo, Popolo delle Famiglia, Giovani per l’Ambiente: tutte le forze politiche e le liste che a Modena sostengono alla Presidenza della Regione Emilia Romagna Lucia Borgonzoni. E il messaggio del documento è chiaro alla vigilia della visita di domani del ministro della Salute Roberto Speranza: 'l’immagine di una sanità modenese  eccellente è falsa: perchè vista dalla parte degli utenti e degli operatori sanitari presenta problemi e criticità non trascurabili'.

'La politica sanitaria modenese degli ultimi anni è stata incerta e contraddittoria con costi altissimi e con un ritorno insoddisfacente rispetto alle risorse impiegate - si legge nella nota cofirmata -. Fin dalla sua costruzione il Policlinico è stato un eterno cantiere, sventrato più volte con un cambio compulsivo di reparti e senza mai affrontare il problema della tenuta della struttura. Anche oggi al Policlinico sono presenti numerosi cantieri aperti per assicurare la stabilità strutturale e per rinnovare reparti obsoleti: questa eterna ristrutturazione convive con il prosieguo della normale attività assistenziale con non pochi disagi per i sanitari e i cittadini afferenti. Un inutile sperpero di denaro pubblico, per ammodernare una struttura che moderna non sarà mai. Già negli anni  ‘70 fu fatta la proposta intelligente di vendere l'area del Policlinico ad un privato e di costruire poco distante un nuovo ospedale: le spese di un grande ospedale unico e moderno sarebbero state coperte completamente dalla vendita dell'area in cui si trova ancora oggi il Policlinico. Al contrario non solo furono investite somme ingenti per l'eterno cantiere, ma fu programmato un nuovo ospedale in una posizione infelice (Baggiovara) che ha comportato altrettanti costi altissimi con il risultato finale di dividere a metà quello che si poteva trovare in un solo ospedale'.

'La motivazione addotta fino a 4 anni fa era che Baggiovara dovesse essere l'ospedale civile al servizio dell'ASL e non contaminato dall'Università. E' successo tutto il contrario, reparti interi spostati fuori da ogni programmazione per l'ambizione di singoli e reparti di emergenza spaccati a metà e così molti servizi. Poi all'improvviso contrordine: tutto quello che doveva essere per logica diviso, ora doveva essere per logica riunito. Esattamente il contrario delle motivazione della nascita di Baggiovara. Oggi i due principali nosocomi della provincia sono situati a distanza di pochi chilometri l’uno dall’altro: nessuno dei due può considerarsi un ospedale completo perché se da un lato ci sono dei doppioni di servizi e di reparti, dall’altro abbiamo l’assenza di alcune specialità fondamentali in entrambi - aggiunge la nota -. Un malato che presenta patologie serie di svariata natura o ha subito un politrauma, spesso non si sa dove portarlo, perché in nessuno dei due ospedali potrà ottenere tutte le risposte terapeutiche (come avviene ad esempio all’ospedale Maggiore di Bologna). E’ da segnalare, infine, la scandalosa situazione dei bambini e delle donne gravide modenesi che, al contrario degli adulti, non hanno nessun centro del trauma dedicato (presente solo a Baggiovara), ma vengono portati comunque al Pronto Soccorso Policlinico, perché i reparti di ginecologia, ostetricia e pediatria sono presenti solo lì. E questa situazione resterà invariata,  perché il  nuovo dipartimento materno-infantile sarà costruito proprio al Policlinico (dove mancano la sala ibrida, la chirurgia vascolare, la neurochirurgia, ecc.). Sarebbe arrivato il momento di prevedere un unico posto di Pronto Soccorso a Modena, concentrando in un unico dipartimento tutte le risposte legate all’emergenza-urgenza, anche per ottenere  il riconoscimento ufficiale di un vero e proprio trauma center certificato secondo le linee guida internazionali. E la situazione nel resto della provincia non è migliore, anzi! Sono stati chiusi ospedali in posizione strategica (si pensi alla chiusura dei centri nascita periferici!) e gli altri sono stati depotenziati o ne hanno ridotto i posti letto, con l’idea di concentrare il grosso delle prestazioni a Modena. Le risposte alle richieste di salute sono sempre più lontane dai cittadini e con tempi sempre più lunghi. Per ridurre le liste d’attesa hanno saputo solo ridurre i tempi di molte prestazioni (oppure anticipare la prima visita, per poi differire l’inizio delle terapie)'.

'Chi oggi governa il sistema sanitario locale nasconde le criticità del sistema con iniziative spot e propagandistiche, facendo credere che eccellenze che riguardano un ristrettissimo numero di pazienti siano indice di qualità ed efficienza generalizzati all’intera collettività - chiude il centrodestra -. Possiamo pertanto dire che al di là della narrazione edulcorata del mainstream la situazione sanitaria dei nostri territori è offuscata da pesanti ombre (comprese quelle giudiziarie riferite alle inchieste che hanno coinvolto l’ex direttore Cencetti e le improvvise “strane” dimissioni dell’ex direttore Annicchiarico)'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Onoranze funebri Gibellini
Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:164522
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:107540
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:78471
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:69303
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:62701
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:54878

Ram service
Politica - Articoli Recenti
Fratelli d'Italia: 'No al Nutriscore,..
Il sistema che misura i valori nutrizionali dei vari alimenti nel mirino di Fratelli ..
12 Giugno 2021 - 18:39- Visite:269
Imu, a Modena una delle aliquote più..
Modena è tra le 19 città in cui è in vigore la ex addizionale della Tasi, per cui, in ..
12 Giugno 2021 - 15:17- Visite:501
Sondaggio Dire, Fratelli d’Italia ..
Nel 'borsino dei partiti' è costante la crescita del partito di Giorgia Meloni, piccolo ..
12 Giugno 2021 - 14:56- Visite:445
Fdi: 'Vaccini, hanno messo a rischio ..
'E' uno scandalo: se uno scempio così lo avessero fatto Berlusconi, D'Alema o Conte sarebbe..
12 Giugno 2021 - 14:53- Visite:531
Politica - Articoli più letti
'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:164522
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:107540
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:78471
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:73370