Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
articoliSocieta'

Incidenti stradali, a Modena tornano ad aumentare morti: 44 in un anno

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il punto sull'anno appena concluso di Franco Piacentini, presidente dell'Associazione familiari vittime della strada


Incidenti stradali, a Modena tornano ad aumentare morti: 44 in un anno

'La sicurezza sulle strade modenesi, negli ultimi anni, era aumentata considerevolmente: il numero di decessi per incidenti stradali, infatti, era calato tangibilmente tra il 2002 e il 2012, migioramento che si è fermato sostanzialmente all'anno 2008, proseguito per inerzia ancora per qualche tempo, dopo di che praticamente ci si è letteralmente arenati e questo è inaccettabile. Si trattava di un miglioramento che incoraggiava e che avrebbe dovuto essere di stimolo a progredire ulteriormente ma ciò non è avvenuto a dispetto dei vari proclami letti negli ultimi anni. Neppure le restrizioni dovute alla pandemia hanno portato a cambiamenti significativi. Sono almeno 44 i morti (in 42 incidenti) registrati nel 2021 dall'osservatorio indipendente dell'Associazione Italiana Familiari vittime della strada-APS, sulle strade della nostra provincia e circa 3500 i feriti alcuni dei quali, circa 150, con postumi da invalidità permanente.
Numeri intollerabili'. A parlare è Franco Piacentini, presidente dell'Associazione familiari vittime della strada.

'I suddetti incidenti comportano costi economici e sociali spropositati e inaccettabili: gli ultimi dati del ministero dei trasporti ci dicono che ogni decesso ci costa infatti 1.500.000 euro mentre ogni ferito ce ne costa 42.200 per una spesa sociale nella nostra provincia di incirca 200 milioni di euro a cui si aggiunge la perdita umana, il dolore dei congiunti, le sofferenze dei feriti ed i tragici cambiamenti nella vita delle persone colpite - continua Piacentini -. Analizzando i dati per categorie si può notare un preoccupante aumento di rischio tra i motociclisti (11) che rappresentano il 25% del totale dei decessi, a seguire pedoni (9), ciclisti (9) e automobilisti (9) rappresentano un altro 20% dei deceduti dimostrando essere una categoria particolarmente a rischio a seguire autocarri (3) e ciclomotori (3). Purtroppo non riusciamo a recuperare dati certi sulle condizioni fisiche dei coinvolti nei sinistri (alcool, droga…) di cui tanto si legge ma le undici fuoriuscite senza apparente contatto con altri veicoli con esito mortale (25%) dovrebbero porre alcuni interrogativi anche sulle condizioni fisiche e psichiche di alcuni utenti e al tempo stesso alle condizioni delle strade; a tal riguardo riteniamo fondamentale potenziare l’attività di prevenzione e controllo prima che accada l’incidente sì da tutelare l’incolumità dei cittadini. La società, nondimeno, continua in larga parte ad accettare o rimuovere il rischio di morte sulle strade: i drammi che si consumano quotidianamente sulle nostre strade sono ancora alquanto ignorati. Dalle amministrazioni viene dato esplicito appoggio all'obiettivo previsto di dimezzare il numero di morti sulle strade entro il 2030, obiettivo già fallito nel decennio 2010/2020. L’Associazione Italiana familiari e Vittime Della Strada ritiene che l'obiettivo a cui si dovrebbe puntare fin da subito, anzichè sperare di dimezzare accettando quindi nella migliore delle ipotesi 22 vittime e 60 disabili all'anno all'incirca e per prossimi dieci anni, sia zero morti e zero feriti gravi. Non possiamo avere come obiettivo e quindi preventivare ed accettare 220 morti e 600 disabili (nella migliore delle ipotesi) nei prossimi dieci anni. Le amministrazioni locali dovrebbero quindi aderire alla richiesta del Parlamento europeo e mirare a scongiurare completamente i decessi da incidenti stradali ('Vision Zero'), come già fanno diversi Stati a livello nazionale perchè chiunque resti ucciso o ferito in un incidente stradale è uno di troppo'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:194217
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:191962
'Trentanove di febbre e dolori dopo la terza di dose di Moderna'
Societa'
21 Novembre 2021 - 09:46- Visite:134927
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:110014
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:80283
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71709

Societa' - Articoli Recenti
A Modena ricoveri come un anno fa ma ..
Il calcolo dell'Azienda Ospedaliera che segnala come il 34,4% dei ricoverati covid non lo ..
21 Gennaio 2022 - 18:45- Visite:442
Negozi senza Green Pass, il governo ..
Piccola modifica nell'applicazione ormai cervellotica delle nuove restrizioni in vigore dal ..
21 Gennaio 2022 - 18:45- Visite:1430
Rincaro bollette: Hera promette ..
Aumentando la base di 200.000 raggiunta nel 2021, di cui 30.000 ai clienti modenesi,
21 Gennaio 2022 - 17:43- Visite:244
Covid, 3568 contagi in un giorno a ..
In provincia di Modena, su 3568 nuovi positivi, i sintomatici sono 400, gli asintomatici ..
21 Gennaio 2022 - 17:23- Visite:2682
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:372562
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:321599
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:191962
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:184150