La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliSocieta'

Modena, 3.3 mln di euro di multe non pagate, meno soldi alla sicurezza

Data: / Categoria: Societa'
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Le cifre accertato dei proventi da sanzione per violazione al codice della strada approvato dalla giunta una settimana fa. Nell'ultimo anno 200mila euro in meno dai recuperi previsti


Modena, 3.3 mln di euro di multe non pagate, meno soldi alla sicurezza

Ammonta a 3,3 milioni di euro la cifra che il Comune di Modena dovrà continuare stanziare per finanziare il fondo crediti di dubbia esigibilità legato alle sanzioni per violazioni al codice della strada. Ovvero quel fondo che serve al Comune per compensare, almeno sulla carta, in termini di bilancio, l'ammanco di entrate derivanti dal mancato pagamento delle multe rispetto alle entrate previste. Dati sanciti nell'ultimo e definitivo prospetto sulle entrate accertate derivanti dalle sanzioni al Codice della strada. Un prospetto necessario anche per ottemperare all'obbligo di legge che impone di destinare il 50% dei proventi per interventi connessi alla sicurezza.

Nel 2018 il comune aveva previsto entrate per 10,5 milioni di euro. La chiusura dell'anno ne ha accertati 10,53 milioni di euro, poco più di 30mila in più.
Teoricamente, per il 2018, sarebbero poco più di 5,2 i  milioni destinati alla sicurezza. Ma così non è. I soldi stanziati per interventi sulla sicuezza sono soltanto 3,8 milioni. Come è possibile? La spiegazione arriva dal prospetto stesso. Dal quale emerge che il 50% da destinare alla sicurezza, non è calcolato sui 10,5 milioni di euro accertati, bensì da questi piu 510mila euro di arretrati, che il comune è riuscito a recuperare, e dalla riduzione di 3,3milioni di euro considerati praticamente irrecuperabili.

Riassumendo, i 10,53 milioni di euro, al netto del fondo crediti inesigibili (3,3 milioni) e del recupero degli arretrati (510 mila euro rispetto ai 700mila euro previsti), ha portato quest'anno ad una disponibilità reale di 7,74 milioni di euro. Base dalla quale ricavare la quota pari al 50 per cento da destinare ed interventi sulla sicurezza stradale soprattutto.  Di fatto, 3,8 milioni di euro.

In pratica, coloro che non pagano o per negligenza o per impossibilità rendendo i loro debiti (crediti per il comune), inesigibili, provocano non solo un danno alle casse del comune e quindi indirettamente ai cittadini, ma anche un danno diretto ai cittadini  in termini di sottrazione di risorse vincolate ad investimenti per la sicurezza.

Fatto sta che scorrendo il prospetto allegato alla delibera del comune con la quale vengono ripartiti quei 3,8 milioni per la sicurezza, emergono alcune curiosità che seppur note, non finiscono di stupire. 

Se infatti quasi un milione e mezzo di euro se ne va per la manutenzione o la costruzione ex novo di piste ciclabili, 260mila per le verifiche di staticità sui ponti, mezzo milione per la gestione e la manutenzione degli impianti semaforici, 105 mila euro per l’acquisto e la manutenzionie  di sistemi elettronici per l’accertamento delle infrazioni al codice della strada,  e 375 mila euro per noleggiare le auto della Polizia Municipale, non appare così associabile con gli investimenti sulla sicurezza stradale e urbana quello che porta a destinare  anche quest'anno 170 mila euro al fondo per pagare la produttività agli agenti, o ai 43mila euro per trattamenti accessori o ai 14 mila euro per contributi Irap, per un totale da 228 mila euro. Ai quali vanno aggiunti i 110mila euro per il fondo di previdenza degli agenti. Senza mettere in discussione il ricoscimento anche economico economico legato al ruolo, all'importanza dell'attività svolta dagli agenti della Polizia Municipale, fa pensare (e comunque e' opportuno sapere in termini di principio), che le imposte, oltreché i contributi fiscali e previdenziali degli agenti di Polizia Municipale sono collegati, pur indirettamente, alla quantità di multe elevate.


Ma le curiosità non finiscono qui, perché nell'elenco sul quanto e come (nel capitolo sulla sicurezza urbana e stradale), verrà speso quel 50% dei proventi da multe a fronte di milioni di euro distribuiti in varie voci, spiccano i soli 1000 euro per le campagne informative per la sicurezza stradale o i 500 euro per iniziative di educazione stradale.
Di quei soldi un bel gruzzoletto, pari a 37mila euro, andrà a favore dei Volontari per la Sicurezza, trasformati di fatto, quello si, in un altro piccolo centro di potere economico e politico.

Curiosi anche gli euro destinati a copertura delle spese per il controllo della sosta, servizio che risulta affidato alla società di gestione Modena Parcheggi.

Tra le spese che non ti aspetti, anche se tecnicamente giustificabili senza risvolti politici, c'è  anche l'accesso annuale alle banche dati per effettuare visure che costa, finanziato con 70mila euro. Oppure i 64mila euro del canone per la fibra ottica che collega le telecamere per il controllo delle infrazioni o i 50mila euro per la loro manutenzione. 



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


Modena, decreto Sicurezza, allontanate 3 prostitute nigeriane alla ..
Politica
06 Ottobre 2017 - 19:11- Visite:12353
Boom di furti in abitazione, Modena è la terza provincia italiana ..
La Nera
09 Ottobre 2017 - 15:28- Visite:11327
Caso-vigili Vignola, il Sulpl: 'Non abbiamo alcun orientamento ..
La Provincia
09 Ottobre 2017 - 18:57- Visite:11226
Pavullo, pausa pranzo blindata, in zona arcate tre furti in due ore
La Nera
25 Maggio 2017 - 19:56- Visite:11174
Vasco, città blindata: 55 telecamere e 5500 vigilantes
Che Cultura
04 Giugno 2017 - 21:54- Visite:11112
I tempi per il concerto di Vasco Rossi
Parola d'Autore
17 Giugno 2017 - 15:07- Visite:11050
Societa' - Articoli Recenti
Pasqua modenese sotto controllo, dalle ..
Il questore di Modena fa gli auguri alla città e ricorda il piano ..
20 Aprile 2019 - 21:48- Visite:94
Pasqua dei poveri, il dono del pane ..
Nella liturgia del venerdì Santo, nella frazione di Pavullo, la ..
20 Aprile 2019 - 17:46- Visite:192
Le caprette adottate dai vigili non ..
Il primo nucleo di capre era cresciuto libero nell’area della discarica e..
20 Aprile 2019 - 16:30- Visite:153
Guida ubriaco, la madre lo raggiunge con..
Doppia violazione per madre e figlio incappati uno di seguito all'altra nei..
20 Aprile 2019 - 12:40- Visite:327

Feed RSS La Pressa

Societa' - Articoli più letti


Furti in abitazione, 12 al giorno, ..
La provincia di Modena è terza assoluta per colpi in appartamento ..
22 Ottobre 2018 - 12:48- Visite:10181
Mamma anti-droga: da Pavullo l'appello ..
Titolare di un negozio alla galleria Domus, piena da giovani che consumano ..
07 Ottobre 2018 - 00:23- Visite:9384
Ausl, tagli agli stipendi: stato di ..
Cgil Cisl e Uil: 'Già da ottobre una riduzione dello stipendio mensile che..
18 Ottobre 2018 - 15:27- Visite:9003

Canale YouTube La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci