Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
rubricheAnnoying News

Sanatoria immigrati, a Modena 4.246 domande

La Pressa
Logo LaPressa.it

Le adesioni alla nuova sanatoria decisa dal Governo, i cui termini sono scaduti il 15 agosto, riguardano 3.770 casi di colf e badanti


Sanatoria immigrati, a Modena 4.246 domande

Sono 4.246 le domande di regolarizzazione di lavoro presentate a Modena e provincia da stranieri senza permesso di soggiorno o con il permesso scaduto.
Le adesioni alla nuova sanatoria decisa dal Governo, i cui termini sono scaduti il 15 agosto, riguardano 3.770 casi di lavoro domestico e assistenza (colf e badanti) e 476 casi di lavoro subordinato in agricoltura.

I dati, diffusi dal Ministero dell’Interno, sono analizzati dalla Cisl Emilia Centrale, che dal 1° giugno al 15 agosto ha offerto assistenza ai cittadini stranieri e ai datori di lavoro per il disbrigo delle domande, l’attivazione dei contratti di lavoro e la consulenza sulle modalità per gestire al meglio la pratica.

«Dopo una prima fase piuttosto convulsa, dovuta principalmente alla carenza di provvedimenti procedurali e alle notevoli difficoltà con cui si potevano inviare le istanze di regolarizzazione, da metà agosto è scattata la cosiddetta “fase 2” con l’istruttoria delle domande e la vera e propria regolarizzazione del rapporto di lavoro – afferma Domenico Chiatto, responsabile delle politiche dell’immigrazione per la segreteria Cisl Emilia Centrale – La regolarizzazione ed emersione dei rapporti di lavoro va certamente nella direzione giusta, ma nella pratica si è data una risposta parziale. Lo dimostra il fatto che, nonostante la proroga dei termini per presentare le istanze (dal 15 luglio al 15 agosto), non è stato comunque raggiunto il numero di domande stimate».

Per il sindacalista Cisl, oltre a colf, badanti e lavoratori agricoli, l’iter avrebbe potuto e dovuto comprendere anche altri settori, come edilizia, logistica e turismo.

«In questo modo sarebbe diventata un’occasione per far uscire dall’invisibilità altre centinaia, se non migliaia di lavoratori stranieri – continua Chiatto - offrendo loro tutele e garanzie lavorative, sanitarie e sociali. Senza contare che la regolarizzazione sarebbe stata un naturale freno al loro reclutamento illegale, una pratica purtroppo utilizzata anche nella nostra provincia».

«Visto lo stato dell’arte, siamo in una fase in cui il datore di lavoro che ha presentato istanza per assumere un cittadino migrante ha due strade percorribili: – aggiunge il responsabile del Caf Cisl Emilia Centrale Franco Saracino – aspettare la chiamata della prefettura, che potrebbe comportare tempi molto lunghi, con il rischio del venir meno delle condizioni del rapporto di lavoro; oppure, nell’attesa, se intenzionato a iniziare da subito il rapporto di lavoro, procedere alla stesura di un vero e proprio contratto.

Al di là del percorso scelto, consigliamo vivamente di evitare pasticci e complicazioni. Perciò il datore di lavoro si affidi sempre a operatori seri e qualificati come il nostro Caf, che mette a disposizione il suo servizio dedicato “colf e badanti”. Questo per un duplice motivo: – prosegue Saracino - da un lato si tutela il datore di lavoro, visto che proprio questa seconda fase, sulla base delle indicazioni della circolare n. 2399 del 24 luglio 2020, redatta dai Ministeri Interno e Lavoro, pone in capo al datore una serie di obblighi e doveri. Dall’altro lato si tutela lo stesso lavoratore immigrato», conclude il responsabile del Caf Cisl Emilia Centrale.

In Emilia-Romagna sono state inviate 20.208 domande (18.107 riferite al settore domestico e 2.101 riferite al settore agricolo), mentre a livello nazionale le domande sono state 207.542 (176.848 nel lavoro domestico e 30.694 nel subordinato).

Sempre a livello nazionale nel lavoro domestico ai primi tre posti delle nazionalità del lavoratore ci sono Ucraina, Bangladesh e Pakistan, mentre in agricoltura (lavoro subordinato) ci sono Albania, Marocco e India.

Quanto alla nazionalità del datore di lavoro, in entrambi i settori prevalgono nettamente gli italiani, che hanno presentato 164.151 domande di regolarizzazione (quasi l’80 per cento del totale).

Robby Giusti


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:182554
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174702
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109071
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:76190
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:70529
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:64306

Feed RSS La Pressa
Annoying News - Articoli Recenti
Disco aperte al 35%, per il Silb ..
Il sindacato degli operatori della sale da ballo rimanda al mittente la proposta: ..
06 Ottobre 2021 - 16:37- Visite:291
Cts: 'Riaprire discoteche. Con Green ..
Il Comitato tecnico scientifico dà parere favorevole alla riapertura, ma solo in zona ..
06 Ottobre 2021 - 10:43- Visite:940
'Discoteche chiuse? Consegneremo ..
Gianni Indino, presidente Silb-Fipe in Emilia-Romagna, il sindacato dei locali da ballo: ..
08 Agosto 2021 - 18:59- Visite:619
Covid, Bellanova: 'Vaccini anche ad ..
Prima si da' avvio al vaccino per queste persone - ha affermato la Bellanova - e prima ..
09 Giugno 2021 - 16:17- Visite:1061
Annoying News - Articoli più letti
Covid, Bellanova: 'Vaccini anche ad ..
Prima si da' avvio al vaccino per queste persone - ha affermato la Bellanova - e prima ..
09 Giugno 2021 - 16:17- Visite:1061
Cts: 'Riaprire discoteche. Con Green ..
Il Comitato tecnico scientifico dà parere favorevole alla riapertura, ma solo in zona ..
06 Ottobre 2021 - 10:43- Visite:940
'Discoteche chiuse? Consegneremo ..
Gianni Indino, presidente Silb-Fipe in Emilia-Romagna, il sindacato dei locali da ballo: ..
08 Agosto 2021 - 18:59- Visite:619