La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliParola d'Autore

Ambiente, basta con i giochini

Data: / Categoria: Parola d'Autore
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Cerchiamo di essere chiari. Le cause principali dell’inquinamento sono il traffico, il riscaldamento, le fabbriche, l’agricoltura e gli inceneritori. E’ evidente che , in pochi anni, non si può risolvere tutto, ma qualcosa si può iniziare a fare


Ambiente, basta con i giochini

LA POLITICA TRA DEMAGOGIA e RICERCA DI VISIBILITA’:

Secondo D’Alema occorre abolire il superticket per aiutare i poveri; ma i poveri non lo pagano già; infatti, sono esenti bambini ed anziani con redditi familiari sotto i 36.150 euro annui, disoccupati, pensionati sociali e pensionati al minimo e i loro familiari a carico, con basso reddito, malati cronici e cittadini affetti da malattie rare in possesso dell’attestato dell’Asl, invalidi civili, di guerra, per lavoro e servizio. Demagogia.

Del Rio partecipa ad uno sciopero della fame “a staffetta”, per sostenere lo ius soli. Ricerca di visibilità.

I presidenti di regione (non governatori!!) Zaia e Maroni promuovere un (inutile) referendum sull’autonomia delle regioni. Demagogia e ricerca di visibilità.

Ma veniamo al tema di oggi

L’Emilia è una delle regioni più inquinate d’Europa; Modena è una delle città più inquinate dell’Emilia; e noi cosa facciamo? Inutili giochini, in attesa della piena attuazione del piano aria, ma soprattutto della verifica degli obiettivi raggiunti.  E se non saranno raggiunti? Daremo la colpa anche in questo caso al terremoto, come per i tanti edifici pubblici, già mezzi cadenti che vengono ricostruiti con gli specifici fondi? Ma vediamo qualche giochino, sostanzialmente inutile che però lava la coscienza degli amministratori.

  • Le domeniche ecologiche; qualcuno spiega a cosa concretamente servono? La loro funzione educativa è ormai totalmente scemata; il traffico automobilistico, salvo qualche volenteroso, scorre normalmente, senza sostanziali controlli.
  • Bike to work; si tratta di un’altra iniziativa estemporanea per incentivare i lavoratori a spostarsi in bici; risultati? Di quanto è aumentato il loro numero?
  • MOSSA; è una iniziativa rivolta alle aziende per lo stesso scopo; vedremo i risultati.

Cerchiamo di essere chiari. Le cause principali dell’inquinamento sono il traffico, il riscaldamento, le fabbriche, l’agricoltura e gli inceneritori. E’ evidente che , in pochi anni, non si può risolvere tutto, ma qualcosa si può iniziare a fare. Per raggiungere l’obiettivo, le cose importanti sono:

  • non costruire nuove autostrade,
  • fare una vera rete di piste ciclabili sicure,
  • aumentare le aree pedonali
  • incentivare la mobilità elettrica e la produzione di energie rinnovabili,
  • rinnovare il parco bus con navette elettriche e intensificare il trasporto pubblico, 
  • promuovere il trasporto merci su ferrovia,
  • spegnere gli inceneritori 
  • recuperare il patrimonio edilizio esistente in funzione del risparmio energetico
  • evitare il più possibile la costruzione  di nuovi fabbricati
  • sostenere il commercio diffuso e contrastare la costruzione dei grandi centri commerciali

Alcune di queste azioni sono già comprese nel piano aria regionale (Pair) 2020:  Pm10 dimezzate, nelle città traffico -20% e almeno il 20% degli spostamenti in bici,  estensione delle Zone a traffico limitato fino al 100% dei centri storici e delle aree pedonali fino al 20%, aumento, sempre del 20%, delle aree verdi. Entro il 2018, poi, si vuole raggiungere il 50% di “acquisti verdi” di beni e servizi da parte delle Amministrazioni pubbliche del territorio.    Vedremo... Mi rendo conto che, per portare avanti alcune di queste azioni, occorrono risorse da spendere, ma è sempre una questione di scelte su come investire i soldi pubblici. Scelte che non sono state fatte negli anni scorsi e, al momento, neanche oggi. Ma oltre ai soldi serve una precisa volontà politica che finora è totalmente mancata.

A meno che il piano dell’aria non sia una foglia di fico per evitare le sanzioni europee che potrebbero arrivare ad un miliardo di euro! Infatti, nei mesi scorsi è arrivato l’ultimo avvertimento per l’Italia da parte della Commissione europea, che oggi esorta “ad agire per garantire una buona qualità dell’aria e salvaguardare la salute pubblica” entro i prossimi due mesi, pena il deferimento alla Corte di Giustizia. Bruxelles ha avviato la seconda fase della procedura di infrazione partita nel 2014 perché l’Italia non ha “affrontato le ripetute violazioni dei limiti di inquinamento dell’aria per il biossido di azoto (NO2) che costituisce un grave rischio per la salute“. Bruxelles ricorda che ogni anno più di 400mila cittadini della Ue muoiono prematuramente a causa della scarsa qualità dell’aria. Nel 2013 il persistere di elevati livelli di NO2 ha causato quasi 70.000 morti premature in Europa, ovvero circa tre volte il numero dei decessi causati da incidenti stradali nello stesso anno.

Vedremo, in particolare a Modena..

Ma basta coi giochini. E basta a prendersela con l’ utilizzo delle biomasse (come legna, pellet, cippato) per il riscaldamento domestico, come se queste fossero il problema principale. Questo è il tempo di azioni serie, concrete e tempestive. Il 2020 è qui che arriva; non c’è più tempo.

Franco Fondriest



Franco Fondriest
Franco Fondriest

Sono di origine trentine, ma ho trascorso la maggior parte della mia vita a Modena. Mi sono laureato in pedagogia ed ho svolto la mia attività lavorativa prevalentemente nella mia ..   Continua >>


Profilo Facebook di Franco Fondriest 


Articoli Correlati


'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:120058
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:71678
M5S: 'Lavoro festivo, ridare diritti ai lavoratori del commercio'
Politica
27 Marzo 2018 - 15:08- Visite:30960
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:26482
E dopo il Modena calcio toccherà al Modena volley finire nella ..
Sport
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:23431
Edicola La Rotonda, l'appello del titolare: 'Così non ce la faccio'
Pressa Tube
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:18074
Parola d'Autore - Articoli Recenti
'Tragedia di Genova, prima dei proclami ..
Giovanardi: 'Ricordo che l’ex ministro Di Pietro, convenzione alla mano, ..
16 Agosto 2018 - 14:56- Visite:286
'Strade, manutenzioni ferme perchè non ..
Benatti: 'Ci si straccia le vesti per Cispadana e Bretella ma la Romana è ..
15 Agosto 2018 - 14:10- Visite:1184
Policlinico, il mistero degli ..
Una analisi dell'ex direttore del Pronto Soccorso del Policlinico di ..
14 Agosto 2018 - 23:43- Visite:374
Famiglie arcobaleno, Salvini non è un ..
Ma il suo alleato, il grillino pro Gay Pride Vincenzo Spadafora, rema in ..
14 Agosto 2018 - 13:22- Visite:459


Parola d'Autore - Articoli più letti


E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:23431
'Neonato morto: col punto nascite di ..
Parla il ginecologo Locatelli (Forza Italia): 'La paziente con distacco di ..
02 Novembre 2017 - 20:41- Visite:14062
Pomodori, bici e molto altro
'Non dobbiamo avere dubbi sul fatto che un gruppo di persone impegnate ..
03 Novembre 2017 - 17:09- Visite:12255

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci