LaPressa.it - Politica - Addio al Pd, la purezza dolorosa dei 20 anni che deride i salumieri delle emozioni
La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Addio al Pd, la purezza dolorosa dei 20 anni che deride i salumieri delle emozioni

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

La lettera con cui il segretario cittadino dei Giovani Pd lascia il partito merita di essere letta tutta. Non c'è la colonna sonora di Ligabue o di Jovanotti a fare da sottofondo alle parole di Calcagno, non ci sono gli applausi e non c'è un 'noi' che protegge da cadute ed errori. Sono le parole di chi denuncia che la casa in cui abita fa schifo


Addio al Pd, la purezza dolorosa dei 20 anni che deride i salumieri delle emozioni

'Mi sento tradito e umiliato da un partito che ho amato profondamente. L'unica cosa che conta nel Pd è reprimere il dissenso. Io ne ho abbastanza'. Nella loro purezza le parole con lui il segretario cittadino dei Giovani Pd Gregory Filippo Calcagno dice addio al suo partito sono quasi commoventi. Parla di dolore, di amore, di disagio e di tradimento questo ragazzo di 20 anni dai lineamenti dolci.

Categorie pre-politiche, ma che con la politica dovrebbero avere molto a che fare. Cita Mark Twain per giustificare il suo addio e con una forza adolescenziale scardina un apparato penoso. Fatto di riti e di sentimenti da supermercato. Sono parole fresche quelle di questo ragazzo di 20 anni che stridono con gli appelli da salumieri delle emozioni dei vari Bonaccini, Richetti, Bortolamasi stesso. Giovani (i primi due nemmeno più giovani) vecchi. Vecchi da sempre.

Non c'è la colonna sonora di Ligabue o di Jovanotti a fare da sottofondo alle parole di Calcagno, non ci sono gli applausi e non c'è un 'noi' che protegge da cadute ed errori. Sono le parole di chi denuncia che la casa in cui abita fa schifo. La propria famiglia è corrotta. Ed ha la forza di farlo, senza temere ritorsioni, senza strategie, senza punizioni divine. Le colonne d'Ercole si possono superare, non è detto che oltre ci siano sempre i leoni. O forse è così. Ma vale la pena andare a vedere. E Filippo Calcagno ha deciso di uscire di casa.

E' una lettera lunga, apolitica e visibilmente sincera quella di questo 20 enne. Merita di essere letta tutta. Non è la Leopolda. E si vede. Trapela travaglio vero e sofferenza, che forse va anche oltre la politica, si intreccia con la vita e con affetti altri, ma che nella politica ha trovato una dimensione.

Ha scelto una strada in salita Filippo Calcagno, ma evidentemente non poteva fare altro. Non cita neppure il suo approdo (forse Articolo 1) perchè ora è solo il tempo dell'addio. Senza compromessi e senza paracadute. Si rischia di più così, si rischia tanto in tutti i sensi. Si è soli. E non si torna più indietro. Ma, chissà, il panorama alla fine potrebbe essere stupendo. O forse no.

Una cosa è certa e vale per tutti: se a 20 anni è possibile essere così, parlare così, senza vergogna e senza rete, allora è possibile per tutti sognare ancora un futuro a Sinistra. Quella vera.

Leo



Admin Giuseppe Leonelli
Admin Giuseppe Leonelli

Direttore responsabile della Pressa.it. Nato a Pavullo nel 1980, ha collaborato alla Gazzetta di Modena e lavorato al Resto del Carlino nelle redazioni di Modena e Rimini. E' stato vicedi..   Continua >>


Profilo Linkedin di Admin Giuseppe Leonelli Indirizzo Email di Admin Giuseppe Leonelli 


Articoli Correlati


Edicola La Rotonda, l'appello del titolare: 'Così non ce la faccio'
Pressa Tube
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:15436
Soffiatori a motore e foglie cadenti: si moltiplica l'inquinamento
Lettere al Direttore
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:13835
Alea, da Forlì una alternativa all'inceneritore fuori da Hera
Politica
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:11820
Pomodori, bici e molto altro
Parola d'Autore
03 Novembre 2017 - 17:09- Visite:11666
Modena calcio, salta la vendita all’azionariato popolare
Sport
03 Novembre 2017 - 21:51- Visite:11297
Art1: 'Castelfrigo porta le nuove schiavitù sulle nostre tavole'
Economia
28 Ottobre 2017 - 11:05- Visite:11092
Politica - Articoli Recenti
A Bomporto una coop con 12 dipendenti in..
Sette di questi, privi dei documenti d'identità, sono risultati irregolari..
17 Novembre 2017 - 17:41- Visite:1924
Festival della migrazione, la Lega Nord ..
Bargi e Soranna: 'E poi ventimila euro, per il progetto Aggregazione in ..
17 Novembre 2017 - 16:11- Visite:303
Ex Aem, il Comune 'arruola' tre falchi ..
Previsti cinque interventi con esemplari della specie Poiana di Harris per ..
17 Novembre 2017 - 16:05- Visite:131

Feed RSS La Pressa

Politica - Articoli più letti


Sassuolo: Tari in aumento del 3.16%. La ..
Il gettito previsto sfiora i 10 milioni, e l'evasione 2
30 Marzo 2017 - 18:18- Visite:12258
Alea, da Forlì una alternativa ..
Il dossier inceneritore si chiude con un colloquio con l'assessore ..
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:11820
Autonomia, rissa verbale tra Bonaccini e..
Bonaccini: 'Zaia non deve offendere'. Zaia: 'Bonaccini non sa leggere ..
03 Novembre 2017 - 18:16- Visite:11104

Contattaci

Contattaci

Contattaci

Contattaci