La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

'Carcere Modena, dopo rivolta e morti, siamo ancora in alto mare'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La denuncia, contenuta in una interrogazione Parlamentare, del Senatore di Forza Italia Enrico Aimi: 'Riaperto un reparto ma situazione allarmante'


'Carcere Modena, dopo rivolta e morti, siamo ancora in alto mare'

La situazione del carcere di Modena finisce sul tavolo del Ministro Bonafede. A dar voce alle proteste di molti operatori della sicurezza all’interno della struttura è il senatore Enrico Aimi di Forza Italia.
Da venerdì scorso – incalza l’esponente azzurro – è stato riaperto un reparto detentivo con il sistema di telecamere interno malfunzionate e con i cancelli sostituiti, in alcuni casi, con dei fogli di compensato. In base alle denunce che ho personalmente raccolto è stata data una ritinteggiata e sistemato alla meno peggio l’impianto elettrico. L’odore acre degli incedi è ancora fastidiosamente avvertibile. La situazione al Sant’Anna è dunque allarmante. La Polizia Penitenziaria lavora in condizioni inaccettabili e che non possono e non devono essere taciute. Se scoppia una nuova rivolta, chi ne risponderà?

Da anni, Forza Italia denuncia le carenze strutturali di questa Casa Circondariale e dopo la rivolta dell’8 marzo scorso la struttura è ancora di più precaria e insicura. In quella tragica giornata sono morti 9 detenuti, 30 poliziotti sono stati feriti ed il penitenziario è stato completamente distrutto. Perfino i vigili del fuoco e gli altri organi preposti hanno dovuto mettere nero su bianco l’inagibilità del carcere. La responsabilità pare sia esclusivamente di quella parte della politica che ha forzato la mano, pretendendo inaugurazioni “spot” a discapito della situazione di reale pericolo.
In breve tempo – ricorda Aimi – i rivoltosi hanno raggiunto la portineria centrale partendo direttamente dai reparti detentivi. L’assenza di congegni e strumenti di controllo ha comportato ritardi nel lanciare l’allarme, lasciando agenti rinchiusi nelle sezioni, alcuni ostaggio dei detenuti rivoltosi, altri asserragliati in vari uffici e chiusi a chiave.

È evidente a tutti che manca, da almeno 16 anni, il cuore nevralgico dell’intero istituto, ovvero una sala regia con monitor e sistemi di allarme funzionanti. Una cosa assurda. Chiederò al Ministro Bonafede se erano attivi, l’8 marzo, il sistema di anti-scavalcamento ed uno anti-intrusione efficiente, così come la rete delle telecamere poste nei vari reparti detentivi. Il dubbio – conclude il senatore Aimi – è che tutto questo non fosse in funzione prima della rivolta e non lo sia neppure oggi. Un reparto è già stato aperto e quando il carcere tornerà a pieno regime chi garantirà la sicurezza?

Enrico Aimi
Senatore Forza Italia - Capogruppo Commissione Affari Esteri -


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Tracollo Pd, ma il centrodestra a Modena è all'anno zero
Il Punto
19 Settembre 2017 - 17:39- Visite:11820
L’eredità peggiore del fascismo? Il neo-fascismo
Quelli di Prima
01 Gennaio 2014 - 20:54- Visite:11524
Forza Italia Modena: 'Uniti si vince'. Poi corregge il volantino e ..
Politica
19 Luglio 2017 - 08:56- Visite:11169
'Aggressione in carcere a Modena, aiuti alla polizia penitenziaria'
Politica
01 Novembre 2017 - 22:04- Visite:11031
Sui CPR tamburi di guerra e segnali di fumo
Lettere al Direttore
16 Maggio 2017 - 14:56- Visite:10896
'Bollette a 28 giorni, una scorrettezza legalizzata'
Politica
22 Ottobre 2017 - 13:23- Visite:10868
Politica - Articoli Recenti
'In centro tanti irregolari con ..
Il capogruppo FI Giacobazzi: 'Senso di impunità dilagante, mentre il governo nega il taser ..
03 Agosto 2020 - 08:53- Visite:147
Strage Bologna, l'allora presidente ..
Lanfranco Turci: 'Un attacco dello stesso segno di quello che aveva portato alla uccisione ..
02 Agosto 2020 - 15:24- Visite:538
Mezzetti: 'Nuovo incarico in ..
'Io credo che la cultura sia qualcosa che viene prima e dopo la politica e dunque la ..
02 Agosto 2020 - 00:31- Visite:713
Bastiglia, per 58 metri può aprire ..
Ma in base a che criterio sono stati calcolati i luoghi sensibili da parte del Comune?  ..
01 Agosto 2020 - 12:31- Visite:680


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142890
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:102347
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75987
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:70748