La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

'Esternalizzazione due nidi Modena? Colpa del Governo gialloverde'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'L’origine di tutto è una norma nazionale, voluta dall'allora ministro Giulia Bongiorno, che impedisce ai Comuni di fare le assunzioni'


'Esternalizzazione due nidi Modena? Colpa del Governo gialloverde'

'Il Governo deve cambiare le recenti norme sulla spesa per il personale dei Comuni, regole che ostacolano la gestione diretta del pubblico dei servizi alla persona. Sul fronte locale, invece, occorre destinare risorse per la contrattazione aziendale della Fondazione CresciaMo in modo da retribuire in modo più adeguato la professionalità del personale educativo'. Il responsabile Lavoro nei servizi pubblici della segreteria cittadina del Pd Modena Roberto Melotti (nella foto) interviene così sulla decisione di passare alla gestione della Fondazione CresciaMo due nidi modenesi.

“La scelta di due nidi, passati dalla gestione diretta comunale a quella, comunque riconducibile alla nostra Amministrazione cittadina, della Fondazione Cresciamo, non è stata fatta a cuor leggero - afferma Melotti -. L’origine di tutto è una norma nazionale, voluta dall'allora ministro Giulia Bongiorno, che impedisce ai Comuni di fare le assunzioni che ritiene necessarie. La scelta è scaturita dal governo giallo-verde che, nella primavera del 2019, ha cancellato la possibilità del turn over al 100% del personale cessato e che ha portato, invece, a fissare una percentuale rigida di spesa per il personale che non può essere varcata. Questa percentuale è fissa e rapportata alle entrate, senza altri criteri, e penalizza i capoluoghi dell'Emilia Romagna che da decenni hanno creato servizi educativi e sociali che altrove semplicemente non esistono, come quantità e qualità'.

'Così non può andare, un Comune non può essere di fatto costretto a scegliere tra la paralisi dei propri uffici e il mantenimento delle gestioni dirette di servizi: chiediamo a gran voce al Governo di rivedere questo nuovo criterio, altrimenti negli anni a venire saranno altri i servizi che gli Enti locali non potranno più gestire direttamente. Per anni il limite alle assunzioni era stato fissato rispetto alla spesa storica, ma questa nuova norma invece colpisce i Comuni che hanno messo in piedi servizi, di qualità riconosciuta, gestendoli direttamente rispetto a quelli che non lo hanno fatto o semplicemente hanno fatto sistematicamente ricorso agli appalti: una prima proposta è la rimodulazione delle aliquote IRAP che attualmente svantaggiano la gestione pubblica di servizi alle persone. Soluzioni come fu quella di CresciaMO (e ora Modena Zerosei) o della Fondazione Pia Casa per i servizi sociali mantengono comunque i servizi in ambito pubblico, ma riteniamo a questo punto necessario che possano essere destinate le risorse possibili alla contrattazione aziendale in modo da poter retribuire in modo più adeguato la professionalità del personale che verrà assunto in pianta stabile. Va proseguito il percorso che attraverso la contrattazione tra Amministrazione e sindacati ha già permesso di introdurre tutele che avvicinano il contratto a quello dei dipendenti comunali. Personale che svolge analoghe mansioni deve poter contare su analoghi diritti” - chiude Melotti.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:138406
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:100903
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:61545
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:52606
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:51874
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:50619
Politica - Articoli Recenti
'Il progetto esecutivo della Bretella..
A chiederlo è il Comitato No Bretella: 'A settembre il Ministro De Micheli annunciò la ..
13 Maggio 2020 - 10:32- Visite:79
Nidi e infanzia, qualche domanda al ..
Perché, signor sindaco, si continuano a spendere quasi 3 milioni all’anno per mantenere ..
13 Maggio 2020 - 09:47- Visite:329
Esternalizzazione nidi, Baracchi ..
L'Assessore all'istruzione del Comune di Modena: 'La giunta ha deliberato. Due nidi ..
12 Maggio 2020 - 18:19- Visite:395


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:138406
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:100903
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:74980
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:69639