La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
articoliPolitica

Il partigiano Giorgio Morelli, giornalista-eroe perseguitato dall'Anpi

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il 9 agosto 1947 moriva il partigiano e giornalista reggiano. Dopo la fine della guerra investigò sugli assassini targati Pci. Morì dopo un attentato


Il partigiano Giorgio Morelli, giornalista-eroe perseguitato dall'Anpi
Sono passati 73 anni da quando, il 9 agosto 1947 moriva a 21 anni il giornalista e partigiano Giorgio Morelli, nome di battaglia Il Solitario. Reggiano, nato ad Albinea, Morelli entrò a 18 anni prima nella Brigata Garibaldi e poi nelle Fiamme Verdi e nella Brigata Italo di don Domenico Orlandini. Il 23 aprile 1945 Giorgio Morelli fu il primo partigiano ad entrare nella Reggio Emilia liberata dai nazifascisti. Dopo la Liberazione, ancora piegato dall'uccisione dell'amico Mario Simonazzi (il comandante Azor, partigiano ucciso con un colpo alla nuca e le mani legate nel 1945 da partigiani legati al Pci) fondò con Eugenio Corezzola un settimanale indipendente, La nuova Penna.
Morelli aveva già avuto esperienze giornalistiche durante la Resistenza ed era stato per questo duramente attaccato dai fascisti. Ma col suo nuovo giornale investigò sui numerosi delitti politici e insabbiamenti operati dai comunisti reggiani. «C’era gente che sapeva, che aveva sentito, che sospettava, che forse aveva anche visto, ma tutti si erano rinchiusi in un ostinato silenzio, avevano paura di loro, degli armati».
Il giornale era autofinanziato come emerge ad esempio dai ringraziamenti ad un liceo classico che offrì 800 lire. Uscirono 4 numeri a ciclostile in clandestinità (“la Penna”) dal ’45 al ’47, e dopo la Liberazione altri 25 a stampa (“la Nuova Penna”).
I Comunisti e l'Anpi fecero di tutto per chiudere il foglio di Morelli. Cambiò 11 tipografie, una subì atti di sabotaggio e altre furono minacciate, tre edizioni distrutte e una bruciata. Per continuare ad uscire dovette essere stampato presso i Padri Benedettini di Parma.
«Il dubbio atroce, che gli era sorto e al quale non aveva voluto credere, si trasformava in certezza - scriverà La nuova Penna dopo la sua morte -. Azor era stato ucciso, perché non era comunista e quindi perché ai comunisti dava fastidio».

Espulso dall'Anpi

Dopo appena sette giorni dall'uscita del primo numero il giornale di Morelli venne messo al bando dal Partito comunista reggiano. Didimo Ferrari, capo partigiano col nome di Eros e presidente locale dell'Anpi, definì La nuova Penna 'l'organo dei nemici del popolo'. Ma Morelli non si fece intimidire e continuò le sue inchieste. Insieme a Corezzola venne espulso dall'Anpi e Morelli replicò con un articolo memorabile: «Eros, per chi suonerà la campana? La nostra espulsione dall'Anpi, da te ideata, è per noi un profondo motivo d'onore... La nostra voce, che chiede libertà e invoca giustizia, è una voce che ti fa male e che ti è nemica».

L'attentato

La sera del 27 gennaio 1946, mentre tornava a casa a piedi dopo uno spettacolo, Morelli venne aggredito da due sicari che gli spararono sei colpi: un proiettile gli perforò la spalla, gli altri lo presero di striscio. Dopo l'attentato scrisse una lettera alla madre dove identificava i suoi aggressori come gli assassini di Azor. La ferita subita gli provocò un danno polmonare che lo portò alla morte il 9 agosto del 1947. Aveva appena 21 anni. 
Morelli nell'anno di vita dopo l'attentato proseguì comunque la sua inchiesta su Azor, sfoggiando il soprabito bucato dalle pallottole. Il 15 marzo partecipò ad una manifestazione, dove tenne un comizio improvvisato, ma giunsero camion organizzati di operai delle “Reggiane” che aggredirono gli intervenuti e picchiarono il giovane giornalista. 
E' sepolto ad Arco in un piccolo cimitero di montagna, secondo la sua volontà.

Giuseppe Leonelli


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:53735
Coronavirus, primi contagi fuori Carpi: due malati a Sassuolo
Societa'
27 Febbraio 2020 - 16:19- Visite:16528
E' fatto a Lesignana il formaggio più buono del mondo
Economia
22 Novembre 2017 - 12:12- Visite:14687
Anpi: 'La Carpi antifascista ha respinto gli opportunisti di Forza ..
Politica
06 Agosto 2017 - 16:12- Visite:12780
Forza Nuova: vandali contro Ramelli. La Resistenza è di destra
Politica
22 Settembre 2017 - 16:56- Visite:11439
Oggi moriva Berlinguer e gridiamo di nuovo, proprio come 33 anni fa, ..
Politica
11 Giugno 2017 - 11:41- Visite:11187
Politica - Articoli Recenti
Farmacie comunali, Bucciarelli resta ..
La Bucciarelli è stata preferita a Marco Augusto Pellegrini e Adolfo Folloni. Alla ..
17 Settembre 2020 - 19:03- Visite:321
Discarica Savignano, Pelloni attacca ..
La replica: 'Pelloni stia sereno, dall’11 maggio faccio un altro mestiere e non sono più ..
17 Settembre 2020 - 18:17- Visite:565
'Covid, da inizio pandemia la ..
Il sindaco ha fatto il punto in apertura del Consiglio Comunale: 'Ora la sanità modenese è..
17 Settembre 2020 - 17:32- Visite:234
La sicurezza infiamma la ripresa del ..
Tre interrogazioni del PD sull'ordine pubblico scatenano l'opposizione e infiammano il ..
17 Settembre 2020 - 15:50- Visite:319


Politica - Articoli più letti


'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:144922
Segretario Pd: ‘Votare Lega ..
Gianluca Fanti, segretario Pd Madonnina si lancia in ardite affermazioni
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:103247
'Commissione Bibbiano, M5S inizia ..
Il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli critica la richiesta di soggetti da ..
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:76562
Autostrade, la concessione resta: la ..
La neo ministro De Micheli, è stata una delle principali animatrici del laboratorio di ..
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:71309