Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

'Modena, azzerare tributi per i pubblici esercizi messi in ginocchio'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Elisa Rossini (Fdi-Pdf): 'La Cgia di Mestre ha messo in luce come i ristori siano stati appena il 7% delle perdite. Pagare le tasse percepita come ingiustizia'


'Modena, azzerare tributi per i pubblici esercizi messi in ginocchio'

'Eliminare, fino alla fine dell'emergenza pandemica, tutti i tributi locali a cui sono tenuti gli imprenditori che operano nel settore dei pubblici esercizi e che sono stati costretti, a seguito dei provvedimenti delle autorità, alla chiusura delle imprese e suggerire a Regione Emilia Romagna e al Governo di adottare medesime misure'. E' questo quello che la capogruppo di Fdi-Popolo della Famiglia in Consiglio comunale a Modena, Elisa Rossini, chiede con una mozione urgente che verrà depositata in queste ore.

'Ad eccezione di una breve parentesi estiva, bar e ristoranti sono stati gravati da un susseguirsi caotico di limitazioni: dalla riduzione del 50% dei coperti, all’apertura fino alle 18, alla chiusura totale durante i mesi del lockdown, all’apertura parziale solo a pranzo, con tavoli da 4 coperti se non congiunti, alla chiusura con sola possibilità di asporto - ricorda Elisa Rossini -.
Tali disposizioni confuse hanno determinato pesanti difficoltà per gli esercenti che addirittura in alcuni casi hanno ritenuto maggiormente conveniente mantenere la chiusura totale per evitare i danni derivanti dalle aperture “a singhiozzo”. Non solo, la caotica e intermittente politica governativa ha illuso i titolari delle attività sopra citate sulla possibilità di poter aprire le loro attività, mettendoli nella condizione di affrontare importanti spese per la messa in sicurezza dei locali, per l’acquisto di sistemi di igienizzazione e pulizia, strumenti anti-contagio come plexiglass e separatori, così come servizi professionali di igienizzazione operati da aziende del settore, per poi decretarne invece la chiusura. L'impatto di queste politiche sulla economia è stato devastante. Il settore dei pubblici esercizi ed in particolare bar, ristoranti, pizzerie, catene di ristorazione, catering, pasticcerie, con 30 miliardi di euro di perdite, è in uno stato di crisi profonda con il serio rischio di veder chiudere definitivamente 50.000 imprese e di perdere 300 mila posti di lavoro. E parliamo di un settore trainante per il Paese con 85 miliardi di fatturato prodotto e 1.200.000 occupati. Purtroppo in questo contesto gli aiuti tanto sbandierati dal Governo non sono arrivati, o sono arrivati col contagocce. La Cgia Mestre (Associazione Artigiani e Piccole Imprese) ha recentemente fotografato come su 423 miliardi di fatturato perso dalle imprese italiane nel 2020, gli aiuti del governo ammontano a 29 miliardi quindi è stato compensato dal governo italiano solamente il 7% di quanto è stato perso dalle imprese a seguito delle misure impeditive dello svolgimento delle attività imprenditoriali. Una anomalia intollerabile e tutta italiana. Basti pensare che altri paesi europei hanno viceversa erogato importanti finanziamenti a fondo perduto: il modello francese si caratterizza per un bonus diretto di 1.500 euro (elevabili a 6.500 solo se si sommano una serie di condizioni), mentre la Germania ha scelto un meccanismo che prevede 9 mila euro per imprese sotto i 10 dipendenti e 14 mila euro sotto i 25 dipendenti'.

'Davanti a questo disastro crediamo che l'ente locale debba fare tutto quanto in proprio potere per arginare la situazione - chiude Elisa Rossini -. Finora la tassazione sulle imprese gravate dalle restrizioni non ha subito cancellazioni ma soltanto un differimento, con il rischio di dover pagare ad esempio l’occupazione di suolo pubblico, nonostante la chiusura forzata, e la tassa sui rifiuti “virtuali”, considerato che di rifiuti non ne sono stati prodotti. Essendo il libero esercizio dell’attività economica e il lavoro diritti costituzionalmente garantiti, crediamo che nel momento stesso in cui lo Stato non consente ad alcune categorie l’esercizio della libera iniziativa economica o comprime il diritto al lavoro, anche la legittimità della richiesta del tributo si indebolisce fortemente ed anzi risulta essere una vera e propria ingiustizia il fatto che lo Stato e quindi anche gli enti locali ne pretendano il pagamento'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
Ucraina, il Papa ora fa il Papa: ..
Parole che suonano come un monito profondo da parte del Pontefice alla posizione dell'Europa..
31 Luglio 2022 - 12:50
Alla fine Puzzer si candida, sarà ..
Stefano Puzzer ha cambiato idea. Il leader del movimento 'La gente come noi non molla mai' ..
31 Luglio 2022 - 12:17
Di Maio in seggio emiliano blindato ..
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Pd regala collegio sicuro in Emilia a..
'Credo che Luigi Di Maio sia stata la persona che più ha compreso potenzialità e gli ..
30 Luglio 2022 - 19:51
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58