Paracadutati Pd, ancora 5 giorni di sacrifici poi... levatevi di torno
VLP Events
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliPolitica

Paracadutati Pd, ancora 5 giorni di sacrifici poi... levatevi di torno

La Pressa
Logo LaPressa.it

Per Lorenzin, Fassino, De Vincenti, Fedeli una campagna elettorale da incubo a Modena con la speranza di andarsene in fretta. E Modena trattata come una riserva


Paracadutati Pd, ancora 5 giorni di sacrifici poi... levatevi di torno
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Coraggio! Coraggio, ancora cinque giorni e questo incubo sarà finito. Lorenzin, Fassino, De Vincenti, Fedeli, ministri e capi-bastone nazionali. Ancora cinque giorni e il calvario modenese sarà finito. Cinque giorni e potrete smetterla di far finta di sorridere in questa terra che vi è stata presentata come ricca e provinciale, grassa e grezza. Cinque giorni ancora di viaggi in aziende autodefinitesi ognuna leader di qualcosa, cinque giorni ancora di polisportive piene di vecchi e di pareti ingiallite, di associazioni di volontariato buone buone, di parrocchie e di hotel a tre stelle con vista strada provinciale. Di visite in case da funerali e in aziende sponsor di candidati locali, di cerimonie con l'alzabandiera e di Messe del patrono. Di interviste, di flash e di filmati. Cinque giorni ancora di sacrifici in una provincia dove siete stati catapultati e che, per voi, ha l'unico pregio di rappresentare ancora una cassaforte di voti per il centrosinistra.

Ultima oasi elettorale di un lago ormai prosciugato. Prosciugato dalla avidità del vostro stesso Sistema.
Anche la casa in affitto per un mese vi è toccato prendere. Un purgatorio che è sembrato un inferno. 
Quanto è stato difficile Beatrice Lorenzin partecipare a incontri pubblici sforzandosi di farsi presentare come ministro in mezzo a quella plebaglia di candidati locali? Che pure la tosse e la bronchite doveva mettercisi... Il vaccino antinfluenzale non dev'essere bastato.
Quanto è stato difficile Claudio De Vincenti confrontarsi con candidati che a Roma sono stati al massimo per una gita scolastica? Lei, principe de Roma...
Quanto è stato difficile signora Valeria Fedeli tollerare l'ennesimo insulto per la sua mancanza di uno straccio di laurea... Via anche fosse in Scienze della Comunicazione. Che quella la danno a cani e gatti.
E Fassino, Piero Fassino... Quanto le è costato sopportare la retorica urlata, da vena grossa nel collo dei suoi interlocutori.

.

.

Lei così superiore, austero, padre del Pd, sindaco di Torino. Uomo dello Stato!
Quanto è stato difficile? Ma nonostante tutti i vostri sforzi, perfino il vostro tentare di scimmiottare in modo patetico il dialetto modenese, lo abbiamo visto che questa terra non è vostra e che in fondo la disprezzate. Dietro alle vostre cravatte e alle vostre spillette. Difesi dai vostri compagni di partito, candidati pure loro, e fintamente amici. Dai Richetti, Vaccari e Patriarca in tenuta da camerieri, guidati dal sindaco Muzzarelli o dal presidente della Regione Bonaccini, a mostrarvi le eccellenze del made in Modena. Ma anche da quei vostri colleghi di partito modenesi a cui avete tolto il posto (ricordate l'inutile sacrificio del compagno Cuperlo?) e che vorrebbero sputarvi in faccia (fisicamente credetelo), ma non lo fanno perchè sperano ancora in una ricompensa da fedeli servitori.
E quelle cene. Quell'odore di gramigna e ragù che ormai vi deve nauseare e quel Lambrusco, vino imbevibile per i vostri palati. E poi vederlo intriso con il bensone col bicchiere trasformato in trogolo... Che schifo vero? E quella puzza di maiale che entra dai finestrini delle vostre auto blu che nemmeno lo si può dire, perchè quelle aziende che sgozzano i maiali aiutano... Eccome se aiutano.
Coraggio Lorenzin, Fassino, De Vincenti, Fedeli. Ancora cinque giorni ed è finita. Potrete riavvolgere il vostro paracadute e sparire per sempre da Modena. Voi e la vostra scorta che con spocchia vi ha seguito.
Potrete sparire e non farvi mai più vedere, dimenticando per sempre le promesse da marinaio che avete pronunciato in queste settimane. Verrete eletti probabilmente in Parlamento, obiettivo raggiunto: perchè Modena è così. Generosa. E non si offende per essere trattata come una prostituta.
Perchè sa di non avervi concesso nulla. Non vi ha mostrato il suo vero volto, perchè voi non lo meritate. Vi ha lasciato credere di essere solo la città dell'Accademia militare e del Sito Unesco, dell'aceto balsamico e della Ferrari. Vi ha mostrato quello che volevate vedere perchè comunque non avreste visto altro. 
I Comuni dell'Appennino più orgogliosi e riservati delle Alpi, le campagne a ridosso della città che d'estate brillano ancora verdi e fresche nonostante l'autostrada e l'inceneritore, le vie del centro strette strette dalle quali la Ghirlandina si mostra come un faro spento ma vigile, la Bassa ferita ma non umiliata che voi avete usato come la ricostruzione fosse un gioco, le facce che vagano lungo via Emilia, sempre le stesse: sconosciuti divenuti ormai familiari, la solidarietà silenziosa dei singoli, fuori dall'associazionismo strumentale.  Queste resteranno per voi sempre e solo parole vuote.
Modena si è lasciata insultare senza discutere, perchè mentre voi la insultavate Lei si prendeva gioco di voi.
Tra cinque giorni probabilmente vi regalerà anche il voto. Purchè vi leviate per sempre dalle scatole. O chissà, magari vi farà una sorpresa. Perchè, in fondo, a tutto c'è un limite. E chissà che a Roma non vadano quei bifolchi dei vostri avversari locali.

Giuseppe Leonelli  

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Onoranze funebri Gibellini
Politica - Articoli Recenti
Disagi alla Cra Gorrieri, l'assessore Maletti incontra il presidente
'L’assessore ha avuto dal presidente di Domus ampie rassicurazioni sul fatto che le ..
09 Luglio 2024 - 17:18
I minori stranieri non accompagnati sono davvero minori? Il caso in Regione
Pelloni (Rete Civica): 'Occorre istituire un registro regionale per la procedura di ..
09 Luglio 2024 - 17:15
Pd in Regione, al posto della Maletti entra l'ex grillino Rebecchi
Considerata l'indisponibilità, vista la brevità del mandato, di chi l'ha preceduto per ..
09 Luglio 2024 - 12:17
Regionali ER, Forza Italia: non solo Platis, il partito vorrebbe candidare Giacobazzi
Giacobazzi, forte del record di preferenze ottenute alle Comunali a Modena, al di là del ..
09 Luglio 2024 - 11:26
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in Italia fa davvero paura
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i 50enni l'Articolo 1 non vale più
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non dimenticheremo e non vi perdoneremo
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass: lo specchio del Male
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58