SANFELICE 1893 Banca Popolare
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLa Provincia

Carpi, Mirandola, Sassuolo: in un anno nati 2500 bambini

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il bilancio di un anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria ma anche dal rinnovo degli staff nelle Unità operative Ostetricia e Ginecologia della provincia


Ecco la fotografia che riassume il 2020 dei Punti Nascita AUSL di Carpi e Mirandola e dell’Ospedale di Sassuolo, i tre centri di una rete provinciale che ha saputo fronteggiare la pandemia al fianco del Policlinico di Modena come centro di secondo livello e riferimento-covid anche nel momento del parto. L’emergenza Covid ha sicuramente influito sull’attività dei tre Punti Nascita ma l’onda d’urto è stata arginata grazie alla condivisione di percorsi dedicati alle donne in gravidanza Covid positive e alla disponibilità e professionalità assicurate dal personale sanitario. Nei tre Punti Nascita di Carpi, Mirandola e Sassuolo, dove l’anno scorso hanno visto la luce oltre 2.500 bambini, in caso di mancata ricettività dell’hub o per parti imminenti è infatti garantita l’assistenza alle donne Covid positive in fase di gravidanza o nel puerperio.

“Il 2020 è stato un anno particolare, per ovvi motivi. Lo sforzo organizzativo per fare fronte all’emergenza Covid è costante e impegnativo – sottolinea Maria Cristina Galassi, direttore del Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Pediatria dell’Ausl di Modena –, sostenuto dagli operatori sia delle Unità Operative che dei consultori, in collaborazione con i medici di famiglia e le USCA. Il lavoro che si sta facendo per continuare a garantire alle donne gravidanze e parti in sicurezza è stato ed è incessante e per questo ringrazio tutti i professionisti che con fatica, ma anche con grande senso di responsabilità e dedizione stanno assicurando un’assistenza di alto livello qualitativo. Questo si è realizzato anche tenendo conto dei cambiamenti che l’anno appena trascorso ha apportato negli organici di alcuni Punti Nascita, dove si stanno riformando team affiatati, mentre negli altri si stanno consolidando esperienze e professionalità”.

L’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Ramazzini di Carpi da settembre scorso è diretta dalla dottoressa Giulia Pellizzari e ha visto l’arrivo di 6 nuovi professionisti in organico. Da ottobre, inoltre, è stata reintrodotta la possibilità di richiedere la partoanalgesia. Nel 2020 nel Punto Nascita carpigiano sono stati effettuati 922 parti, in linea con il calo generalizzato a cui si assiste con poche eccezioni in tutta Italia. Il tasso di cesarizzazione primaria è al 10,2%, inferiore alla soglia limite del 15% identificata dal Ministero della Salute. 937 i bambini nati, con una leggera prevalenza di sesso maschile (53%). Per quanto riguarda le partorienti, il 68% è di nazionalità italiana e poco più della metà (53%) è residente nel Distretto di Carpi, il resto proviene da altri territori, come Mirandola – con cui è forte la collaborazione in particolare per l’assistenza al parto non fisiologico –, e da altre province.

A Mirandola si è assistito a un aumento di 30 parti rispetto all’anno precedente (390 contro i 360 del 2019, con tasso di cesarei primari al 13% costante e anche in questo caso in linea con le indicazioni nazionali e regionali). Un risultato pienamente soddisfacente, a testimonianza dell’investimento dell’Azienda USL sul Punto Nascita della Bassa modenese. Così come la recente nomina a primario del dottor Alessandro Ferrari. Un percorso di crescita costante confermato anche dalla fiducia accordata dalle donne residenti nel Distretto di Mirandola, che rappresentano ben l’89% del totale delle partorienti nel Punto Nascita del Santa Maria Bianca; parte della quota restante proviene da fuori regione, segno di un’attrattività che va oltre i confini del distretto. L’età media è la più bassa della provincia - il 40% ha meno di 30 anni -, per il 43% le mamme sono di nazionalità straniera e per il 57% italiana.

Sono invece 1.190 i nuovi nati nel Punto Nascita di Sassuolo, con una percentuale di cesarei primari del 10,9%. Si conferma l’attrattività della struttura sassolese, a servizio del territorio modenese (per il Distretto di riferimento e per quelli di Vignola e Pavullo) e non (il 24,3% delle donne proveniva infatti da un’altra provincia). Dal settembre 2020 è stata introdotta e istituzionalizzata, con una garanzia di effettuazione tutti i giorni 24 ore su 24, la partoanalgesia a completamento delle richieste assistenziali delle donne in travaglio.

 


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Altro che Tachipirina, ecco come bisogna curare a casa il Covid'
Parola d'Autore
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:182816
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:133860
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:77939
Primario di Baggiovara: 'Esiste un dramma dei pazienti No Covid'
Societa'
23 Novembre 2020 - 17:35- Visite:52819
Modena, l'allarme Ausl: 'Circolazione virale alta: proteggetevi'
Societa'
15 Novembre 2020 - 18:12- Visite:50602
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco terapia domiciliare che consiglio'
Societa'
06 Novembre 2020 - 20:51- Visite:42357
La Provincia - Articoli Recenti
Che cos'è la scuola per te? Pensieri..
I genitori di Vignola promuovono una iniziativa per dare voce e ascolto a quello che i più ..
01 Aprile 2021 - 08:13- Visite:147
Covid, 108 contagi nel modenese e 6 ..
Ventuno le persone ricoverate in Reparto. I sintomatici sono 91, gli asintomatici 17
31 Marzo 2021 - 18:06- Visite:2651
Castelfranco in lutto, è morto l'ex ..
Cristoni: 'Docente di lettere alle scuole superiori, con bonomia e senza alcun segno di ..
31 Marzo 2021 - 17:55- Visite:2083
Villa Sorra, atti vandalici alla casa..
'Mai come oggi ci si rende conto di quanto sia necessaria la presenza di una o più figure ..
31 Marzo 2021 - 12:10- Visite:464

CafItalia

La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:159133
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:41668
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:37311
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:34867