Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
articoliSocieta'

Casa Reclusione di Castelfranco Emilia, ha aperto un ostificio

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il progetto dell'ostificio a Castelfranco è nato sei mesi fa. La spinta decisiva l'hanno data la direttrice della Casa di Reclusione e il vescovo


Casa Reclusione di Castelfranco Emilia, ha aperto un ostificio

Sono prodotte nella Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia le ostie e particole usate nelle messe da alcuni parroci modenesi e bolognesi.

L’iniziativa è della cooperativa sociale Giorni Nuovi di Modena, costituita nel 2015 da cinque persone che prestano volontariato nelle carceri modenesi da una decina d’anni. «All’inizio il nostro impegno era squisitamente di natura religiosa, ma i detenuti ci chiedevano con insistenza un lavoro e una casa – spiega Francesco Pagano, presidente di Giorni Nuovi (aderente a Confcooperative Modena) – Il progetto dell’ostificio a Castelfranco è nato sei mesi fa. La spinta decisiva ce l’hanno data la direttrice della Casa di Reclusione di Castelfranco Maria Martone e l’arcivescovo di Bologna cardinale Matteo Maria Zuppi, che ha finanziato l’acquisto dei macchinari, i quali sono stati a loro volta donati al carcere dalla cooperativa».


L’ostificio comprende un’impastatrice, un macchina per le cialde, un umidificatore, una taglierina e una sigillatrice. Alla produzione attualmente lavorano due detenuti (ma presto saranno tre), assunti dalla cooperativa: entrambi sono impegnati per quattro ore al giorno.

«Le nostre materie prime sono farina doppio zero e acqua – aggiunge Pagano – La produzione quotidiana è di circa 25 pacchi da 500 particole e quindici confezioni da 25 ostie usate dal celebrante. Sembra un lavoro facile, invece richiede molta attenzione e scrupolo».

Il progetto della cooperativa Giorni Nuovi ha ricevuto una buona accoglienza dalle diocesi di Modena e Bologna, sempre attente ai bisogni degli ultimi e dei carcerati. Del resto gli stessi vescovi Castellucci e Zuppi insistono molto sulle opere di assistenza e sostegno.

Le consegne sul territorio vengono effettuate dalla cooperativa con un furgone acquistato anche grazie a un contributo della Fondazione di Modena. Gli ordini che arrivano da altre regioni, invece, vengono spediti tramite corriere.

La produzione e consegna delle ostie e particole non è l’unico progetto gestito dalla cooperativa nelle carceri di Modena e Castelfranco. I detenuti, infatti, realizzano anche presepi artigianali, lavorazioni tessili e assemblaggi per aziende locali. «

Attualmente queste attività sono quasi ferme per via del Covid, ma l’obiettivo – annuncia Pagano - è creare una linea di prodotti alimentari con un marchio proprio che coinvolga anche i detenuti in alcune fasi di lavorazioni. I soci e volontari della cooperativa Giorni Nuovi sono impegnati ad aiutare l'uomo che soffre, anche se rinchiuso in un carcere per i reati più diversi, senza però mai giudicare. Diceva don Oreste Benzi che ' l'uomo non è il suo errore'. Il nostro l’impegno comprende anche attività di volontariato e sostegno a vasto raggio. Non facciamo, quindi, del semplice assistenzialismo o della carità, ma cerchiamo di creare occasioni di lavoro come strumento di recupero dei detenuti alimentando – conclude il presidente della cooperativa sociale Giorni Nuovo di Modena - i loro sogni e speranze di uomini alla ricerca di un senso della loro esistenza».




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Societa' - Articoli Recenti
Covid, 10 morti in Emilia Romagna. ..
I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 49 (+6 ..
31 Luglio 2022 - 15:09
Palazzina ex fonderie: slitta di un ..
Dal Comune ok alla richiesta di deroga presentata dalla ditta appaltatrice. Da mesi il ..
31 Luglio 2022 - 10:04
Imparare l’inglese online: consigli..
La soluzione da remoto è molto flessibile per quanto riguarda l’aspetto organizzativo
31 Luglio 2022 - 08:47
Biden di nuovo positivo al Covid: ..
La notizia della ricaduta è stata data dalla Casa Bianca che ha divulgato una nota del ..
31 Luglio 2022 - 00:02
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39