La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLettere al Direttore

Il dramma residenze anziani e quelle risposte dell'assessore Pinelli

La Pressa
Logo LaPressa.it

La grave crisi sanitaria in corso ha fatto scoppiare il bubbone per troppo tempo ignorato nella gestione di questo servizio territoriale


Il dramma residenze anziani e quelle risposte dell'assessore Pinelli
Gentile direttore,
la pandemia del Covid-19 ha tragicamente infranto lo spesso velo imbevuto nella incompetenza, irresponsabilità e ipocrisia e bilanci risicati, sotto il quale per troppo tempo è rimasto confinato il fragile, dimenticato e doloroso -  mondo a parte - popolato dai nostri anziani, dai nostri nonni, una realtà sconosciuta per la maggioranza dei cittadini italiani.
La falce del virus ha mietuto nelle CRA e nelle RSA quasi duemila vite, e insieme alla perdita di tante persone si è perso anche un patrimonio di 'valori e memoria'  in quanto furono loro a caricarsi sulle spalle sacrifici enormi e tutto il gravame per la 'rinascita' dell'Italia dalle macerie del dopoguerra, la falciatura ha fatto emergere la zona grigia in cui si colloca questo sistema socio assistenziale territoriale.
E la pandemia è soltanto l'ultima goccia tragica e virulenta che si è abbattuta su questo microcrosmo fragile relegato ai margini e considerato spesso come un peso morto. Non riduciamo tutti i problemi e le pesanti carenze croniche in seno alle CRA e RSA, note a coloro cui spettano risolverle alla sola pandemia!
Sono diverse le Procure nazionali che hanno aperto dei fascicoli sulla gestione della crisi sanitaria in queste strutture.
A Modena i riflettori della cronaca sono puntati sul San Giovanni Bosco e sull'Opera Pia Santa Maria Luigia. E tutte le altre strutture cittadine, dal Gucciardini al Cialdini, a Villa Parco... tutto bene madama la marchesa?
Grande risonanza ha avuto Villa Margherita a seguito della scomparsa  di Anna Caracciolo, operatrice sanitario e rappresentante sindacale, il virus l'ha stroncata a soli 36 anni.
La situazione al suo interno p preoccupante, sono diversi i decessi nella struttura dovuti al Covid-19, e molti sono gli operatori contagiati.
Lo scorso 16 gennaio si tenne una seduta consiliare che all'ordine del giorno aveva un'interrogazione proposta dal gruppo M5stelle proprio su Villa Margherita, i cui lavoratori da diverso tempo manifestavano per le clausole  contrattuali poco legittime. A quella seduta partecipò una folta  rappresentanza di lavoratori tra cui anche la cara Anna Caracciolo, e gli accadimenti di questi giorni a seguito della crisi epidemica, fa leggere in retrospettiva la risposta che fu data a quel quesito da alcuni rappresentanti delle istituzioni come un'anticipata sonora 'campana a morte'.

L' assessora competente Pinelli (nella foto), alla quale era indirizzata la domanda, rispose scorinando con dovizia di particolari numeri, dati e norme di legge per poi chiosare con: la questione di Villa Margherita è una materia privata e il pubblico, cioè il Comune, non ha voce su un contratto privato, non puo' fare nulla. Una risposta di direbbe pilatesca?
La struttura si regge anche su ben 31 posti accredidati, cioè posti sostenuti dal pubblico e la qual cosa non dispensa dall'avere una qualche voce in capitolo e quindi una derivante responsabilità?

Per evitare che fosse steso un' altro ed ennesimo telo ipocrita sul tema scottante inerente Villa Margherita, fu chiesta la trasformazione in interpellanza rompendo la prassi istituzionale dallo stesso gruppo proponente.
Fu indegno l'intervento della consigliera Parisi di Modena Solidale che forse era anche in evidente conflitto d'interesse essendo impiegata presso un Caf che ha rapporti sindacali con la stessa sigla del contratto contestato dai lavoratori di Villa Margherita.
Infine la superficialità con la quale liquido' l' argomento il consigliere Cirelli del Pd: dichiarò di ritenere il 'lavoro' una questione troppo importante per parlarne in Consiglio comunale.
In un'altra seduta consiliare  poco prima del blocco totale dell''io resto a casa', all'interrogazione di Cirelli sulla qualità del servizo erogato, dello - stato di salute- nelle CRA e nelle  RSA, l'assessora al Welfare Pinelli rispose con 'nelle strutture cittadine vantiamo un servizio efficiente, i controlli sono fatti da una apposita commissione, seguiamo tutto da vicino...'. Il Cirelli nella replica si ritenne soddisfatto della rassicurante risposta, e chiuse con: 'abbiamo un ottimo standard'. Già, e un centinaio di decessi.

I fatti sono eloquenti e chiuque ne può trarre le debite conclusioni.
La grave crisi sanitaria in corso ha fatto scoppiare il bubbone per troppo tempo ignorato nella gestione di questo servizio territoriale e presidio per la salute molto importante a livello nazionale, un bubbone conosciuto sia destra sia a sinistra, e sul quale si è stati lontani e distratti, ora che è tragicamente all'onore della cronaca, si cavalca la tigre domata.
Un caro saluto resiliente.

Franca Giordano

Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Franca Giordano
Franca Giordano

Attenta, curiosa e frequentatrice del mondo artistico e culturale della città, lo seguo attivamente e con molto interesse nell’evoluzione dei suoi grandi progetti culturali.<..   Continua >>



Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142934
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:102369
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:54429
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:50603
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:43122
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:43091
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Barozzi 'contro' Muratori, studenti ..
'Più di una volta abbiamo reso disponibile la nostra aula magna a tutti gli istituti di cui..
03 Agosto 2020 - 19:23- Visite:516
Treno Modena-Sassuolo: la Regione ..
Intervento del comitato dei pendolari: 'Col decreto rilanci concesso il rimborso ..
30 Luglio 2020 - 16:17- Visite:639
Centro diurno Pisano, Comune di ..
L'assessore Pinelli ha convocato per domani i genitori degli utenti del centro per ..
28 Luglio 2020 - 17:41- Visite:673
Monopattini, così aumentiamo i ..
Attendiamo un certo numero di disgrazie, non per regolamentare ma semplicemente per farci ..
28 Luglio 2020 - 10:20- Visite:322


Lettere al Direttore - Articoli più letti


Basta cazzeggio? Caro Venturi per ..
Quel basta cazzeggio... avremmo potuto dirlo noi al dottor Venturi quando fino al 21 ..
19 Marzo 2020 - 11:32- Visite:20190
Corsette e bici sì, passeggiate no: ..
La risposta a una nostra lettrice: Venturi ovviamente sa perfettamente cosa dice e sta ..
17 Marzo 2020 - 19:01- Visite:18430
Soffiatori a motore e foglie cadenti:..
Basti pensare che ogni soffione a motore sposta, in un ora di servizio, un volume d'aria ..
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:17952
Muzzarelli aumenta le tasse senza ..
La richiesta di ulteriori denari dai propri cittadini, quanto si hanno le casse piene, ..
27 Marzo 2020 - 19:22- Visite:17091