Dopo il caso dell'incontro con Soumahoro Sassuolo esce da Avviso Pubblico
Scelgo Goldoni Elezioni comunali San Felice sul Panaro
GIFFI NOLEGGI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Scelgo Goldoni Elezioni comunali San Felice sul Panaro
notiziarioLa Provincia

Dopo il caso dell'incontro con Soumahoro Sassuolo esce da Avviso Pubblico

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dietro alla scelta del sindaco di Sassuolo vi sarebbero le frizioni collegate alla polemica relativa all'incontro sull'Etica del cibo poi cancellato


Dopo il caso dell'incontro con Soumahoro Sassuolo esce da Avviso Pubblico
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'La lotta alla mafia ed a tutte le organizzazioni malavitose che purtroppo sono radicate anche sul nostro territorio è un’attività sacrosanta che va portata avanti quotidianamente con i fatti. Per questo non ci permettiamo di sindacare l’attività di Avviso Pubblico, ma siamo convinti che partecipare ad un’associazione simile comporti una costanza, nella partecipazione ai tantissimi incontri e riunioni, che purtroppo ora non ci sentiamo di garantire. Il contrasto alle infiltrazioni malavitose sul territorio continueremo a farlo, per strada e coi fatti, ma non riusciamo più a garantire una presenza costante e fattiva alle riunioni'. Così il sindaco di Sassuolo Francesco Menani ha ufficializzato la decisione del Comune di uscire da Avviso Pubblico.

La lettera
Ed ecco il testo della lettera ufficiale con cui il sindaco ha deciso il passo indietro. 
'Con la presente sono a comunicarLe la decisione presa dall’unanimità della Giunta comunale di uscire da Avviso Pubblico.

Non è certo stata una decisione semplice, vista l’importanza dei temi affrontati da Avviso Pubblico, ma non è nostra abitudine rimanere all’interno di un gruppo solamente per onor di firma, senza poter intervenire e partecipare attivamente. La concomitanza di troppi impegni e problemi che l’Amministrazione comunale sta affrontando, però, non ci permettono di prendere parte attivamente alle iniziative organizzate da Avviso Pubblico e per questo motivo crediamo sia più corretto fare un passo indietro. Complimentandomi per il lavoro che quotidianamente svolgete ed augurandoVi buon lavoro per il futuro, colgo l’occasione per formularVi i migliori auguri di Buon Natale da parte dell’intera Amministrazione Comunale'.

Il retroscena
Al di là delle dichiarazioni ufficiali, dietro alla scelta del sindaco di Sassuolo e della giunta vi sarebbero le frizioni collegate alla polemica relativa all'incontro sull'Etica del cibo che si sarebbe dovuto tenere a Fiorano alla presenza dell'onorevole Soumahoro il primo dicembre, proprio con il patrocinio di Avviso Pubblico (foto sotto).

L'incontro è stato alla fine annullato, ma le resistenze mostrate fino all'ultimo per confermarlo e le frizioni collegate, non sono piaciute alla giunta di centrodestra sassolese.



La critica
'Apprendiamo con grande stupore la decisione della giunta Menani del comune di Sassuolo di uscire dall’associazione Nazionale Avviso Pubblico, che promuove la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile mettendo in campo azioni preventive contro le mafie e la corruzione. A questa associazione hanno aderito tanti enti locali e dal 2014 anche Sassuolo - attacca Cesare Pizzolla coordinatore Cgil distretto Sassuolo -. In un momento in cui bisognerebbe aumentare le azioni di prevenzione contro l’illegalità e le mafie in quanto anche i nostri comuni dovranno decidere come spendere i milioni di euro in infrastrutture derivanti dagli stanziamenti europei del Pnrr, in un territorio dove la presenza di infiltrazioni malavitose è ampia e ne è testimonianza il processo Aemilia svolto a Reggio Emilia che ha coinvolto anche la provincia di Modena, la sentenza del processo Grimilde della scorsa settimana dove oltre alle condanne agli imputati è stato riconosciuta la costituzione di parte civile ad Avviso Pubblico oppure i tanti beni confiscati alle mafie nel distretto Ceramico, il Comune di Sassuolo invece decide di dare un segnale in controtendenza, facendo un passo indietro togliendo la propria adesione ad Avviso pubblico. E’ inammissibile “non avere tempo”, così come motivato dallo stesso Comune di Sassuolo, per partecipare ai lavori dell’associazione che lavora su temi così importanti e purtroppo presenti anche nella società e nel mondo del lavoro di Sassuolo. Per la Cgil il tema della legalità e la lotta alle mafie e alla corruzione è una delle priorità che tutti i soggetti, Istituzioni Locali, Associazioni di Impresa e Sindacati devono avere in agenda e per questo che abbiamo bisogno di un patto Distrettuale dove al centro ci deve essere un impegno di tutti a definire azioni volte a togliere spazi anche nel tessuto economico e sociale alle associazioni malavitose ed alle aziende non serie, aiutando invece chi fa impresa utilizzando modalità legali ( e fortunatamente sono tanti gli imprenditori seri nel nostro distretto) senza dare spazi a scorciatoie a partire dalla regolamentazione della filiera degli appalti e subappalti dove in modo più o meno occulto il malaffare trova campo fertile anche attraverso lo sfruttamento del lavoro. Chi non si approccia a questo tema in questo modo non fa altro che fare il gioco degli imprenditori che operano in malafede penalizzando invece gli imprenditori seri. Per queste ragione chiediamo a Sassuolo di rivedere la Loro decisione continuando ad interagire con i lavori di Avviso Pubblico'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

GIFFI NOLEGGI

Riccardo Zaccarelli Azione Mirandola
La Provincia - Articoli Recenti
Furto in Municipio a Mirandola, Bassoli: 'A rischio dati sensibili'
'Se i dispositivi rubati contenessero documenti sensibili o personali in lavorazione da ..
28 Maggio 2024 - 01:24
'Soliera, il M5S sostiene Caterina Bagni: in lista Dino Curto'
'Abbiamo individuato nel candidato Dino Curto, nostro iscritto al Gruppo territoriale, il ..
28 Maggio 2024 - 01:06
Mirandola, furto in Municipio nella notte
Il furto si è infatti concluso con la sottrazione di qualche pc portatile e di un paio di ..
27 Maggio 2024 - 15:54
Cantiere Complanarina: ciclabile Modena Vignola chiusa, FIAB chiede un percorso alternativo
La Federazione si dichiara stupita che l'interruzione di una delle ciclabili più ..
27 Maggio 2024 - 14:51
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba rotta vive in auto
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
'Bonaccini si lamenta di Figliuolo, ma a Nonantola dopo 4 anni ricostruzione ferma alla metà'
I consiglieri comunali di Forza Italia Platis e Casano: 'Lasciate senza rimborsi le famiglie..
15 Agosto 2023 - 09:36
Vignola, il coronavirus ha ucciso titolare Bar Italia. Aveva 64 anni
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48