La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliChe Cultura

Chiesa del Voto, nuovo splendore per due opere restaurate

La Pressa
Logo LaPressa.it

Giovedì presentazione alla città della Sacra famiglia con sant'Antonio da Padova e del Riposo durante la fuga in Egitto


  • Chiesa del Voto, nuovo splendore per due opere restaurate
  • Chiesa del Voto, nuovo splendore per due opere restaurate

Alla chiesa del Voto di Modena, in via Emilia centro in angolo con piazza Matteotti, giovedì alle 18.30 si presentano ufficialmente alla città due dipinti restaurati grazie a un finanziamento del Lions club Modena Host. L’intervento è stato realizzato dal laboratorio Artifigurative di Crespellano (in provincia di Bologna), dai restauratori Alberto Rodella, Marinella Capelli e Silvia Cavicchi con la direzione di Lorenzo Lorenzini dei Musei civici e l'alta Sorveglianza di Nunzia Lanzetta e Mirella Cavalli della Soprintendenza.

Le due opere restaurate, che si presentano giovedì con la partecipazione del sindaco Gian Carlo Muzzarelli, della presidente del Lions Margherita Beggi e della direttrice dei Musei civici Francesca Piccinini, raffigurano la “Sacra famiglia con sant'Antonio da Padova” e il “Riposo durante la fuga in Egitto'. Benché siano soggetti mariani, non presentano continuità iconografica con i “transiti” dell'abside dipinti dallo Stringa. Il restauro, inoltre, ha evidenziato che questi dipinti non furono pensati per il luogo in cui si trovano: il “Riposo” era ovale ed è stato portato all'attuale formato con inserti di angoli e fasce laterali; la “Sacra famiglia”, invece, era rettangolare. Le due opere sono state poi portate a dimensione della cornice architettonica in cui sono collocate con ampie aggiunte in tela, poi dipinte in continuità con il soggetto.

Con le ricerche si è potuto stabilire che nel 1787 i quadri erano già in chiesa, escludendo così l'ipotesi che potessero essere stati collocati e portati a misura nel 1806 quando l'abside subì profonde modifiche.

Stilisticamente la “Sacra famiglia” potrebbe essere accostata allo Stringa: la Madonna, infatti, mostra analogie con quella dell'Assunta della chiesa di San Carlo di Modena, e le figure maschili e i putti ricordano quelli della pala di San Mauro di Spilamberto. Il “Riposo”, invece, appare più prossimo ai dipinti dell'abside ma senza averne la qualità, potrebbe trattarsi quindi di un dipinto della bottega dello Stringa.

Le opere, che ritornano a impreziosire la chiesa del Voto da poco riaperta al culto e alla città, si aggiungono alle due di Francesco Stringa, a suo tempo restaurate sempre grazie al Lions, che dopo la chiusura della chiesa per il sisma nel 2012 erano state portate ai Musei civici al terzo piano di Palazzo dei Musei, dove sono state esposte fino al momento della ricollocazione nel tempio votivo prospiciente corso Duomo, eretto dalla comunità modenese in osservanza al voto fatto alla Madonna della Ghiara perché liberasse la città dal flagello della peste del 1630. Si trattava in quel caso di una sequenza di due tele a olio con “Il transito della Vergine” e “Il transito di san Giuseppe” che il pittore modenese Francesco Stringa eseguì nel 1669-70, proprio per l'abside della chiesa dove sono ritornati.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:132859
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:98081
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:47368
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:41924
'Festa Unità: è il vuoto totale, a Modena non esiste centrosinistra'
Parola d'Autore
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:41709
Grandinata devastante su Modena: danni alle auto e alberi abbattuti
La Nera
22 Giugno 2019 - 15:59- Visite:35677
Che Cultura - Articoli Recenti
Festival Filosofia, Massimo Cacciari ..
Siederanno nel Comitato scientifico assieme a Marc Augé e Michelina Borsari
28 Febbraio 2020 - 17:23- Visite:163
Homo distopiens: il disco di ..
Messaggi di sopravvivenza per una resistenza al regime distopico. Dodici strepitosi brani da..
28 Febbraio 2020 - 16:46- Visite:207
KKD, 40 anni di elettronica, ..
Stiamo parlando di quattro musicisti geniali, con l'idea fissa di sperimentare, creare nuovi..
25 Febbraio 2020 - 10:28- Visite:704
I Musei Civici di Modena al traguardo..
I Musei civici sono espressione del territorio di riferimento e con esso in continua ..
22 Febbraio 2020 - 13:02- Visite:472


Che Cultura - Articoli più letti


18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:14118
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:12742
Diagnosi dell’ictus ischemico: ..
Baggiovara è il primo ospedale in Italia dove è stato installato questo software ..
13 Luglio 2018 - 11:24- Visite:12645
Vasco Rossi è nonno per la seconda ..
Lavinia non è la prima nipotina del Blasco: prima di lei è nato Romeo, figlio di Davide
29 Aprile 2017 - 17:16- Visite:12399