Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
articoliParola d'Autore

Dal web alla strada: esplode anche a Modena il disagio giovanile

La Pressa
Logo LaPressa.it

Altro che il retorico slogan 'andrà tutto bene, ne usciremo meglio di prima, insieme ce la faremo' e altre amenità del genere


Dal web alla strada: esplode anche a Modena il disagio giovanile

Altro che il retorico slogan “andrà tutto bene, ne usciremo meglio di prima, insieme ce la faremo” e altre amenità del genere che si continuano a ripetere nonostante tutto quello che è successo e che continua ad accadere.

La pandemia ha lasciato sia Modena che in Provincia morti in ospedale e nelle case di riposo per anziani, ha rallentato e a volte bloccato la normale attività ospedaliera per la cura delle altre malattie che non fossero il Covid, ha prodotto nuovi disoccupati specie tra i giovani, ha creato nuovi poveri anche italiani che, di fronte alla incapacità dei Servizi sociali dei Comuni di fare fronte alle richieste, si rivolgono fiduciosi alle sedi della Caritas per chiedere aiuti economici, abiti e generi alimentari, che non ha ancora dato lavoro a tutti se è vero che mancano all'appello 300mila posti di lavoro rispetto a due anni fa, che ha generato frustazione e giovani che hanno perso i punti fermi e le certezze di un tempo con un conseguente crescente disagio sociale, con un reddito di cittadinanza che, come qualcuno aveva ipotizzato, si sta trasformando in una macchina di diffusa illegalità come i Carabinieri hanno scoperto a Napoli.


Con il costo della vita in costante aumento specie per i generi alimentari di largo consumo e, come ciliegina sulla torta, uno stillicidio di morti sul lavoro che non ha precedenti e che chiama in causa l'ineffabile capo corrente del Pd e ministro del lavoro Orlando le cui scarse politiche del lavoro sinora prodotte si sono peraltro dimostrate fallimentari. E un partito della sinistra (il Pd) che, invece di occuparsi di tutti questi problemi umani, economici e sociali, pare preoccuparsi viceversa del decreto Zan e dello ius soli (non certamente al centro dei pensieri degli italiani) col suo segretario Letta sballottato tra lo scandalo del Monte dei Paschi di Siena, che continua a mettere in difficoltà il vertice passato e presente della banca da sempre controllata prima dal Pci e successivamente dai suoi derivati sino all'attuale Pd, ma anche da incresciosi e inqualificabili (per il partito che è stato di Berlinguer) casi da 'operetta' come quello della Cirinnà coi suoi cani milionari e della colf non pagata della Boldrini.

E così ecco esplodere anche a Modena in tutta la sua drammaticità il disagio giovanile e le questioni di insoddisfazione sociale senza che il Pd, che dalle nostre parti tutto governa e tutto controlla, sappia proporre soluzioni rapide ed efficienti e di ascolto e di accoglimento delle richieste e delle esigenze provenienti dalla società modenese nel suo complesso e di contrasto efficace alla crescente criminalità cittadina. Dove bande di giovani immigrati pakistani si scontrano sulle piazze con giovani tunisini, marocchini coi senegalesi e i nigeriani contro tutti e tutti armati di bottiglie e di spranghe. Un fallimento insomma sotto gli occhi dei modenesi della tanto propagandata e sbandierata dal sindaco Muzzarelli e dalla sua giunta comunale dell'integrazione e dell'incontro che invece non è mai avvenuto e che, stando a quello che succede, sembra molto lontano. Una città dunque insicura e niente affatto organizzata, inclusiva, accogliente, pulita e attrattiva secondo il clichè propagandistico di piazza Grande e che ci consegna viceversa episodi gravissimi che non possono lasciare indifferenti, come il selvaggio pestaggio tra giovani immigrati davanti alle scuole di via Rainusso che fa seguito ad altri incresciosi gravi episodi di violenza avvenuti negli ultimi tempi in centro e in periferia e finiti sui giornali grazie alla lementele e alle proteste dei cittadini e dei gestori di locali pubblici.

Una aggressività inattesa e inimmaginabile, una manifestazione di violenza scaturita da meccanismi depressivi che nessuno ha saputo prevedere e bloccare per tempo e governare e incanalare in maniera positiva.
Altro che “andrà tutto bene e ne usciremo meglio di prima”. Qui tra centinaia di deceduti, crisi economica non ancora superata, problemi del lavoro, disagio sociale, problemi psicologici, violenza giovanile, degrado ambientale, occore un impegno serio e concreto, senza inutili e anacronistiche passerelle mediatiche dal sapore elettorale né mirabolanti progetti e promesse poi disattese.

Cesare Pradella


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Cesare Pradella
Cesare Pradella

Giornalista pubblicista, è stato per dieci anni corrispondente da Modena del Giornale diretto da Indro Montanelli, per vent'anni corrispondente da Carpi del Resto del Carlino, per ..   Continua >>


 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:189122
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:183064
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109560
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:78344
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71074
No al green pass, lavoratori uniti: 'Diciamo no al lasciapassare'
Pressa Tube
01 Ottobre 2021 - 21:13- Visite:66577

Parola d'Autore - Articoli Recenti
Ciao Cristina, la tua voglia di ..
Mondo del giornalismo in lutto per la morte a 52 anni di Maria Cristina Ruini. Il ricordo ..
26 Novembre 2021 - 17:31- Visite:1213
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40- Visite:71858
Il funerale di mio nonno: regole ..
Eppure la nostra coscienza non ha bisogno di nessun permesso, nessuna autorizzazione, nessun..
22 Novembre 2021 - 12:12- Visite:2007
Ecco perchè oggi nessuna legge può ..
L'ex primaio del Pronto soccorso di Modena, Daniele Giovanardi: 'L’autorizzazione ..
04 Novembre 2021 - 18:23- Visite:7296
Parola d'Autore - Articoli più letti
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:291627
Obbligo vaccinale per insegnanti, ..
'A questo punto consiglio a tutti i bravi cittadini di offrire senza esitazione il braccio ..
25 Novembre 2021 - 19:40- Visite:71858
'Festa Unità: è il vuoto totale, a ..
Il Psi: 'Da Muzzarelli lettera piena di dignità e di passione ma anche di un inascoltato ..
31 Agosto 2018 - 11:38- Visite:46928
Lettera all'essere umano: parole di ..
Prima di diventare quella che voi definite 'no vax' mi chiamavo Camilla, avevo 19 anni e ..
29 Agosto 2021 - 19:51- Visite:30153