Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
IO VOTO
articoliPolitica

'Autodromo di Modena, caro Muzzarelli non viviamo più nel '900'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Ennesimo progetto di cancellazione di suolo libero, che impatta sulle falde acquifere della conoide del Secchia'


'Autodromo di Modena, caro Muzzarelli non viviamo più nel '900'

'Il sindaco Muzzarelli giovedì 30 giugno in Consiglio comunale, a chiusura del dibattito sull’ampliamento dell’autodromo di Marzaglia ha accusato gli oppositori del progetto di avere la testa nel passato e di essere incapaci di vedere il futuro. Da che pulpito, ci viene da dire. Non ha forse la testa nel passato chi, come il sindaco, continua a pensare che la crescita economica venga prima di tutto e ad essa possano essere sacrificate risorse naturali fondamentali come il suolo, la qualità dell’acqua e dell’aria, insieme alla vivibilità delle città e alla salute delle persone? Questa è una visione che ha riscosso un grande successo per tutto il secolo scorso, ma che l’acutizzarsi delle crisi climatica ed ecologica ha definitivamente affossato'. A intervenire in questi termini con una nota sono le associazioni FIAB Ambiente e Bicicletta di Modena, ISDE Modena, Italia Nostra Modena, Legambiente Modena circolo Angelo Vassallo e WWF Emilia Centrale sezione Modena.
'Lo dimostrano i fiumi in secca, le temperature sempre più alte, lo scioglimento dei ghiacciai e gli eventi metereologici estremi a cui assistiamo in questi giorni; insieme a questi fenomeni, anche l’impatto pesante dell’inquinamento atmosferico sulla salute umana, testimoniato dalle norme sempre più stringenti in materia di emissioni in atmosfera, ci porta a concludere che non si può più continuare a pensare come se vivessimo nel Novecento -. Tuttavia, la mentalità del Novecento è alla base dell’ampliamento dell’autodromo di Marzaglia, l’ennesimo progetto di cancellazione di suolo libero, che impatta sulle falde acquifere della conoide del Secchia, territorio già devastato da cave e prossimamente dalla bretella Campogalliano-Sassuolo, e che si fonda su un modello di mobilità incentrato sull’automobile privata e veloce: lo stesso modello a cui continuiamo a pagare un tributo pesante in termini di inquinamento atmosferico, emissioni climalteranti, incidenti con morti e feriti e congestione degli spazi urbani. Per il sindaco Muzzarelli l’autodromo è invece il tassello di una rivoluzione, quella dell’auto del futuro, elettrica, ibrida, a idrogeno e a guida autonoma (che in realtà continua ad occupare spazio nelle città, oltre che essere uno strumento di mobilità ancora decisamente costoso). Ci piacerebbe credere alla lettura del sindaco, ma la nuova tribuna da 3000 posti e i 1500 parcheggi progettati testimoniano che l’obiettivo prioritario dell’allungamento della pista è quello di “migliorare l’attrattività sportiva” dell’impianto per ospitare competizioni più importanti di quelle attuali, come è dichiarato esplicitamente nella presentazione del progetto di ampliamento'.

'Delle gare e di manifestazioni come “Dag dal gas” (giornate dedicate a “prove libere” in cui chiunque può sfrecciare con la propria auto sul circuito: un passatempo a dir poco discutibile in tempi di crisi energetica e scarsità di risorse fossili…) il sindaco Muzzarelli e l’apparato comunicativo comunale preferiscono evidentemente non parlare, quasi fossero delle attività secondarie. In realtà, insieme ad eventi promozionali aziendali e pubblicitari, negli ultimi anni hanno rappresentato oltre il 65% delle attività svolte nell’autodromo. Quelle sperimentali, green e non green, meno del 20%. Ma per l’autodromo di Marzaglia l’opacità in merito alle finalità non è una novità: nel 2008 era la pista Guida Sicura, adesso è il centro al servizio dell’auto del futuro - aggiungono le associazioni -. E a proposito di opacità sul progetto non si è cercata una maggiore partecipazione dei cittadini. Non ci riferiamo all’iter formale, ma al mancato coinvolgimento e l’informazione preventiva ai cittadini modenesi, in particolare i residenti di Marzaglia, che già sopportano disagi notevoli dalla convivenza con l’autodromo. Si sarebbero potute ricavare indicazioni importanti e migliorative da portare alla conferenza dei servizi. Si è preferito non farlo e mettere i cittadini davanti al fatto compiuto. Come ciliegina sulla torta, la recentissima modifica della legge urbanistica regionale “a consumo di suolo zero” consentirà di escludere gli ettari consumati per l’ampliamento dell’autodromo dal computo del consumo di suolo. Una prova di come si può azzerare il consumo di suolo… continuando a consumarlo'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Politica - Articoli Recenti
Exit poll: il centro-destra stravince..
Pieno di voti per FDI, primo partito (23-27) , PD segue con una forchetta tra 18 e 22%. Calo..
25 Settembre 2022 - 23:31
Affluenza, dopo l'exploit di ..
Alle 19 in provincia di Modena ha votato il 60,4% contro il 65,9% del 2018
25 Settembre 2022 - 20:57
Voto, smentito l'astensionismo: a ..
Alle 12 in provincia di Modena ha votato il 23,61% contro il 21,75% delle ultime elezioni ..
25 Settembre 2022 - 12:42
Sorpresa e code per il tagliandino ..
Introdotto alle elezioni politiche del 2018, aggiunge una procedura alla consegna della ..
25 Settembre 2022 - 12:36
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58