La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
progettiQuelli di Prima

Domande Comitati Ambiente, Forza Italia risponde: manca solo il Pd

La Pressa
Logo LaPressa.it

Piergiulio Giacobazzi ed Enrico Aimi: 'Bisogna essere seri sul tema degli inceneritori ed evitare annunci ad effetto che sono, nella pratica, non attuabili'


Domande Comitati Ambiente, Forza Italia risponde: manca solo il Pd

Anche Forza Italia replica alle 10 domande che i Comitati Ambiente, attraverso La Pressa, hanno rivolto ai candidati alle elezioni di domenica.
Dopo M5S, FdI, Lega, LeU e Potere al Popolo ora tocca al partito di Berlusconi rispondere, attraverso i candidati Piergiulio Giacobazzi ed Enrico Aimi.
Alla vigilia del silenzio elettorale di sabato prendiamo dunque atto che SOLO IL PD non ha risposto alle questioni sollevate dai Comitati (la mail per rispondere era redazione@lapressa.it). Ne prendiamo atto.
 


1. È evidente che “l’azzurra” Lombardia sia, anche in questo settore, uno  dei modelli da seguire. Il rischio vero è che per la 'sinistra' Emilia Romagna diventi un modello solo da inseguire. Già ad inizio anni 2000 possiamo trovare le  prime delibere che vanno in quella direzione e che, dopo, sono divenute punto di riferimento anche per altre realtà.

2. La disponibilità a predisporre una mappatura delle industrie   insalubri è un tema da mettere al centro del dibattito. Già diversi Enti Locali sono intervenuti, ma è necessario una mappatura organica, anche   alla luce del diverso ruolo delle Province che con la riforma PD sono  state svuotate di importante funzioni soprattutto in materia di autorizzazione e di controllo.

3. Per quanto riguarda la disponibilità a destinare fondi alle scuole di ogni ordine e   grado e ai cittadini che si impegnano in progetti virtuosi diciamo che i progetti virtuosi vanno sempre sostenuti, ma è importante, per   sensibilizzare la cittadinanza, dare un riscontro diretto, anche   economico, delle attività svolte. È emblematico, ad esempio, quanto  l’ottimo sindaco Caroli ha messo in piedi a Savignano. Non solo la sua   comunità si è impegnata nel riciclare i rifiuti con grande precisione,  ma ha venduto la plastica raccolta ottenendo denaro per finanziare   progetti didattici della loro scuola. È un sindaco del fare, non del PD.

4. Sì, serve una indagine epidemiologica che indichi   l'incidenza delle polveri sottili nelle malattie cardio-respiratorie. A maggior ragione abitando nella pianura Padana, una delle aree più   inquinate al mondo, questo tema è essenziale per il nostro territorio.  Negli ultimi anni abbiamo visto tante campagne spot e non   provvedimenti organici e sistematici. Su questi bisogna giocare la   sfida mettendo in campo incentivi e agevolazioni per spingere imprese  e cittadini a fare meglio ed investire di più nella nuova mobilità e   nelle case ad impatto zero. Anche il Pubblico non può certo stare a  guardare e deve dare il buon esempio orientando bandi e forniture in  questa direzione.

5. Per quanto riguarda la riforestazione attualmente vi sono alcune iniziative interessanti, ma molto modeste e   legate alla buona volontà di alcuni sindaci virtuosi. È quanto mai necessario approntare interventi urbanistici finalizzati al riutilizzo del suolo e al   contempo bisogna ‘tirare le orecchie’ a quei comuni che hanno fatto  della pianificazione territoriale un mero strumento per far cassa.   Anche Modena città rappresenta il fallimento di queste politiche con il cogente desiderio di edificare nuove aree e il poco interesse a   recuperare importanti zone della prima periferia.

6. Il Pair 2020 è un libro dei sogni. Sono quasi 100 le azioni che   dovrebbe mettere in piedi la Regione per rispettare gli obbiettivi. Da  un lato, però, si cerca di contrastare le polveri e l’inquinamento,   dall’altro si bruciano rifiuti anche di regioni lontane e si vogliono  costruire nuove autostrade che sono, come la Cispadana, delle vere e  proprie gincane nella valle.

7. L’Italia non ha mai voluto investire seriamente sul ferro e gli unici   investimenti fatti sono stati ostacolati a più riprese dalle sinistre.  È necessario avere delle infrastrutture competitive e rendere  conveniente per le imprese la soluzione via treno. A ciò non si può  che aggiungere un serio controllo di alcune società autotrasportatrici   estere che, in certi casi, rappresentano una concorrenza sleale con  prezzi eccessivamente bassi che fanno pensare al mancato rispetto  della normativa. 

8. Bisogna essere seri sul tema degli inceneritori ed evitare annunci ad effetto che sono, nella pratica, non attuabili. Basti pensare alla battaglia del  M5S contro l’inceneritore di Parma. Alla fine hanno rischiato di dover   bruciare anche i rifiuti del sindaco di Roma Raggi. Prima di tutto è necessario formare i cittadini ed abituarli al   recupero, prima ancora che al riciclo. La tariffa puntuale, se ben  bilancia e senza l’ossessione di fare cassa, può essere uno strumento  per incentivare e premiare la raccolta differenziata. Questa è la base   per poi accarezzare, nei prossimi anni, il sogno di chiudere qualche  inceneritore. 

9. Come raggiungere al 2020 una diminuzione della   produzione dei rifiuti del 25%? Gran parte degli enti locali di questa regione sono soci di una   municipalizzata, HERA, che ha dimostrato grande interesse per i   rifiuti indifferenziati e molto poco per quelli differenziati. Il  perché è semplice visto che per mantenere attivo l’inceneritore di  Modena servono ‘cose’ da bruciare. La provincia di Modena sta   diventando troppo brava a differenziare e quindi servono altri rifiuti  da ‘bruciare’. Fino a quando non si spezzerà questa catena troviamo   difficile che gli obbiettivi possano essere raggiunti. In sintesi: Hera, era meglio quando non c'era.

10. Il principio è che ogni regione debba essere autonoma nel gestirsi i   rifiuti. Non è possibile che una delle regioni più inquinate d’Italia,  invece, pensi solo a come ottimizzare l’inceneritore per massimizzare   i profitti. C'è di mezzo non il portafogli ma la nostra salute e quella dei nostri figli. Su queste cose non si scherza.

Piergiulio Giacobazzi - candidato Forza Italia alla Camera ed Enrico Aimi - candidato Forza Italia al Senato


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:142026
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101927
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:75627
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:53520
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:50269
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:48181
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:11682
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:14666
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:12947
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12209


Quelli di Prima - Articoli più letti


AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:18997
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:14666
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:12947
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12287