Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Punti Incrociati
articoliPolitica

Esternalizzazione servizi ospedalieri, Comune Mirandola e sindacati sul piede di guerra

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il caso Mirandola accende il dibattito e la protesta. Sabato alle 11 sit-in davanti all'ospedale. Aderisce la Lega. Protesta SGB. La CGIL chiede il ritiro dei bandi Ausl e denuncia i costi. 'Un turno esterno pesa il doppio'


Esternalizzazione servizi ospedalieri, Comune Mirandola e sindacati sul piede di guerra

No ad 'appalti esterni' di pezzi della sanità regionale. Lo ribadisce il sindacato di base Sgb definendola 'una pessima scelta su cui siamo in totale disaccordo e un precedente assai pericoloso per il futuro della sanità pubblica' contro cui 'siamo pronti a ogni tipo di lotta e azione'.

Al centro della questione i recenti avvisi pubblicati dalle Ausl di Modena e Reggio Emilia per reclutare in vista dell'estate nuovo personale medico nei pronto soccorso. Una soluzione, rimarca il sindacato, 'già adottata e portata avanti per l'area emergenza/urgenza di Ferrara e che è stata riproposta anche per il servizio di ostetricia e ginecologia per il punto nascite dell'ospedale di Mirandola'. 

“Chiederemo all’Ausl di Modena di ritirare i bandi per l’esternalizzazione dei turni di ostetricia e dei pronto soccorsi – afferma in modo netto e inequivocabile Alessandro De Nicola, responsabile sanità FP Cgil Modena – e chiederemo alle altre sigle sindacali di condividere questa richiesta.
Pretendiamo, inoltre, che si apra un confronto su risorse, organizzazione, qualità dei servizi e bisogni dei cittadini.” 
L’esternalizzazione è una scelta sbagliata che non risolve i problemi e non dà nessuna risposta ai bisogni dei cittadini della Bassa Modenese.

“Non basta dire che si tratta di una misura temporanea – continua De Nicola - è evidente a tutti che in tre, cinque o dieci mesi, cioè nello spazio di durata degli appalti non si forma un professionista; quindi alla fine del periodo di appalto ci troveremo esattamente nella stessa situazione di difficoltà di oggi.” E cioè, chiosa il sindacato, senza professionisti, dal momento che servono cinque anni per formare uno specializzando.

“Infine - denuncia la Fp Cgil di Modena - non si può tacere sui costi di questa operazione: il servizio di reperibilità costerà all’azienda 700 euro per ogni turno, mentre ogni turno di lavoro costerà 1.400 euro. Almeno dieci volte di più di quanto costa un turno svolto dai dipendenti diretti in base a quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro”.

Insomma, l'ospedale di Mirandola, dove il servizio di ostetricia verrebbe gestito attraverso il ricorso a personale esterno, diventa simbolo della vicenda. E proprio all'ingresso della struttura che sabato alle 11, dopo un tam tam sui social locali, è stato lanciato il sit-in al quale il Comune ha annunciato di partecipare con propri amministratori. 'Una maniera pacifica, ma concreta, per mostrare tutta la preoccupazione verso quelle politiche – decise dalla Regione Emilia Romagna - si legge in una nota dal Municipio - che stanno mettendo a repentaglio il reparto e il punto nascite del nosocomio, riferimento per un bacino di quasi 90.000 cittadini'. Al presidio aderirà anche alla Lega della Bassa Modenese, annuncia una nota del partito.

Come i “ladri di galline” si decide nella notte e si fa trovare il danno la mattina successiva. In barba alla
tanto decantata “Sanità Pubblica Emiliano-Romagnola” si è fatta apprendere - in modalità “sorpresa” - la
decisione, da parte della Regione, di privatizzare parte del servizio di ostetricia e ginecologia
dell'Ospedale di Mirandola. Un provvedimento che comporterà una spesa extra di un milione di euro per i
prossimi dieci mesi.
Risulta evidente che l'obiettivo - mal celato - sia lo smantellamento del punto nascite cittadino. Un
provvedimento, che risponde in modo indiretto anche alle richieste da parte della Lega della proroga per il
punto nascita della deroga ai 500 parti, che mai hanno ottenuto risposta da parte di Ausl Modena, CTSS e
Regione' - afferma in una nota la Lega della Bassa Modenese annunciando la partecipazione al sit in davanti all'ospedale. 'L'irrigidimento della casistica per la quale i parti saranno inibiti a Mirandola e
l'indicazione annessa al 118 di dirottare le urgenze sull'Ospedale “Ramazzini” di Carpi – con aumento
delle tempistiche e quindi dei rischi - risulta una mossa capziosa per poter, nel prossimo futuro,
dimostrare l'inutilità dei reparti di ostetricia e ginecologia per i Comuni dell'Area Nord del “Santa Maria
Bianca”.

'Ci chiediamo – ironizzano il capogruppo in Ucman Mauro Neri e in provincia Antonio Platis – se la giunta Bonaccini abbia improvvisamente deciso di guardare oltre il fiume Po, scimmiottando un modello di sanità pubblico-privata tanto odiato. Abbiamo usato questo termine perché questi appalti nulla hanno a che vedere con qualcosa di programmato, organizzato e sistematico come potrebbe avvenire in Lombardia. 

Siamo davanti – incalzano i forzisti – ad una pezza per tappare una falla difficilmente arginabile. Questa ennesima scelta svilisce ulteriormente l’ospedale di Mirandola ed i tanti professionisti che con abnegazione ci lavorano'  









Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Politica - Articoli Recenti
Ancora imbarazzo Usa, presidente ..
L'incidente ha ricordato a molti quello di aprile quando Biden, terminato un comizio ..
19 Giugno 2022 - 10:35
Il ministro Brunetta: 'Sei un ..
'Mi lascia parlare o no?', chiede l'uomo. 'No, non parli, perché il microfono ce l'ho io e ..
18 Giugno 2022 - 18:05
Sondaggio Dire: Fratelli d'Italia al ..
Il Pd, stabile, è al 21,5%. M5S al 12,3%; Fi al 9,8%. Crescono Azione, Italia Viva e ..
18 Giugno 2022 - 14:29
Lavori pubblica utilità per chi ha ..
Dopo l'appalto a Gulliver per strutturare i progetti di lavoro, il Comune di Modena stanzia ..
18 Giugno 2022 - 08:30
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58