LaPressa.it - Politica - Inceneritore a tutto gas: nel 2017 si sfiorerà la soglia limite delle 240.000 tonnellate
La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliPolitica

Inceneritore a tutto gas: nel 2017 si sfiorerà la soglia limite delle 240.000 tonnellate

Data: / Categoria: Politica
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Confermata nei primi 5 mesi del 2017 la crescita costante dei rifiuti conferiti nell'impianto di Modena dove dal 2013 arrivano anche i rifiuti speciali di altre province


  • Inceneritore a tutto gas: nel 2017 si sfiorerà la soglia limite delle 240.000 tonnellate

Con una crescita costante negli ultimi 10 anni, il 2017 sarà forse l'anno in cui l'inceneritore di Modena andrà più vicino alla soglia limite delle 240.000 mila tonnellate di rifiuti conferiti. I dati dei primi 5 mesi dell'anno in corso, elaborati da Arpae, lo confermano. Al 31 maggio i rifiuti totali (urbani+ speciali) conferiti nell'impianto di via Cavazza ammontano a 94.929 tonnellate. Ciò significa una media di 19.000 tonnellate al mese che proiettata sui 12 mesi genera circa 227.000 tonnellate. Ovvero, il livello più vicino alla soglia delle 240.000 tonnellate limite per l'impianto di Modena mai raggiunto. Delle quasi 95mila tonnellate conferite fino a maggio, 21 mila sono rifiuti speciali (provenienti per buona parte da altre regioni), mentre 74 mila riguardano rifiuti urbani. Di questi 56mila provengono dalla provincia di Modena, mentre 18mila da altre province.

Una crescita costante, di anno in anno, dei rifiuti indifferenziati conferiti in inceneritore, che cozza in linea di principio con gli indirizzi ed i pilastri portanti del piano regionale dei rifiuti che punta da un lato all'incremento della raccolta differenziata fino alla soglia del 70%, all'incremento del riciclaggio e,contestualmente, alla diminuzione nella produzione rifiuti. Se nell'articolo di ieri abbiamo osservato come in realtà la produzione di rifiuti anziché ridursi sia in costante aumento su scala sia provinciale che regionale (+1,2% in un anno), dall'altro si è visto che la crescita della differenziata (e quindi la riduzione della quota indifferenziata destinata per lo più all'inceneritore), non cambia in realtà poco o nulla, anzi genera un effetto opposto (ovvero di incremento di rifiuti conferiti), per l'impianto di Modena.

Ed è così che dal 2006, nonostante il costante aumento della quota differenziata, i rifiuti conferiti nell'inceneritore di Modena sono costantemente aumentati, più che raddoppiando in dieci anni, passando dai 103mila del 2006 ai 212mila del 2016.  E, come prospettato all'inizio, con la tendenza ad aumentare ancora nel 2017 fino a sfiorare il limite.

L'inceneritore di Modena,con la sua capacità posta a 240.000 tonnellate annue, risulta di fatto sovradimensionato rispetto alla quantità di rifiuti prodotti in un anno in provincia di Modena. Per questo, per potere funzionare sempre più a pieno regime, generando introiti soprattutto per Hera, e potere spingere a tutto gas la nuova, ed ora unica, linea 4, è necessario integrare i conferimenti modenesi sia con i rifiuti di altre province non solo urbani ma anche speciali e anche da fuori regione. Trasformando gradualmente Modena in una delle più grandi ciminiere della Regione e del nord Italia. A circa due chilometri in linea d'aria dal centro di Modena. 

La conferma a ciò arriva dalla stessa Arpae:  'In termini assoluti, l’avvio della linea n.4, in esercizio dal
mese di aprile 2009, e a pieno regime dal mese di aprile 2010, ha portato ad un costante e consistente incremento
dei quantitativi inceneriti, sia con riferimento ai rifiuti speciali (che negli ultimi anni si attestano costantemente su
quantitativi prossimi al valore massimo consentito), sia con riferimento ai rifiuti urbani, per i quali è aumentata la
quota relativa ai rifiuti provenienti da fuori provincia.

La chiave di volta a questa accellerazione l'ha data la Provincia di Modena che con due determine ad agosto e novembre del 2013  ha autorizzato il gestore dell'impianto all’operazione R1 di trattamento dei rifiuti, cioè l'utilizzazione 'principalmente come combustibile o altro mezzo per produrre energia” e, sulla base di tale
riconoscimento, al trattamento di rifiuti urbani provenienti anche da bacini extraprovinciali. 

Dal mese di ottobre 2007 ogni carico di rifiuti in ingresso all’impianto di via Cavazza è sottoposto a misura di radioattività; gli esiti riportati in una tabella che mostreremo nel nostro approfondimento di domani, confermano che gli allarmi, pur gestiti con procedure specifiche tese a fare rientrare il rischio, ci sono. Nell'ordine di 122 casi segnalati in un solo anno, nel 2015.

....continua domani



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


Alea, da Forlì una alternativa all'inceneritore fuori da Hera
Politica
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:11819
Dossier inceneritore, l'inquinamento e l'acquario
Dossier Inceneritore
01 Novembre 2017 - 07:30- Visite:10955
'Rifiuti, Hera senza vergogna e senza limiti e i sindaci tacciono'
Politica
06 Agosto 2017 - 11:44- Visite:10892
Inceneritore, a Soliera appena 20mila euro per 'disagio ambientale'
Politica
19 Agosto 2017 - 22:31- Visite:10802
Dossier inceneritore, il bluff del riciclo della plastica
Dossier Inceneritore
27 Ottobre 2017 - 07:02- Visite:10785
Carnevalata Hera: la tesserina, il rifiutologo, i depliant, le ..
Il Punto
23 Ottobre 2017 - 10:50- Visite:10751
Politica - Articoli Recenti
A Bomporto una coop con 12 dipendenti in..
Sette di questi, privi dei documenti d'identità, sono risultati irregolari..
17 Novembre 2017 - 17:41- Visite:1923
Festival della migrazione, la Lega Nord ..
Bargi e Soranna: 'E poi ventimila euro, per il progetto Aggregazione in ..
17 Novembre 2017 - 16:11- Visite:303
Ex Aem, il Comune 'arruola' tre falchi ..
Previsti cinque interventi con esemplari della specie Poiana di Harris per ..
17 Novembre 2017 - 16:05- Visite:131

Feed RSS La Pressa

Politica - Articoli più letti


Sassuolo: Tari in aumento del 3.16%. La ..
Il gettito previsto sfiora i 10 milioni, e l'evasione 2
30 Marzo 2017 - 18:18- Visite:12258
Alea, da Forlì una alternativa ..
Il dossier inceneritore si chiude con un colloquio con l'assessore ..
03 Novembre 2017 - 07:30- Visite:11819
Autonomia, rissa verbale tra Bonaccini e..
Bonaccini: 'Zaia non deve offendere'. Zaia: 'Bonaccini non sa leggere ..
03 Novembre 2017 - 18:16- Visite:11104

Contattaci

Contattaci

Contattaci

Contattaci