Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Punti Incrociati
articoliPolitica

M5S, Conte: 'Di Maio rinnega se stesso, non capisco il suo progetto'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il leader M5S commenta l'addio del ministro degli Esteri: 'Le sue posizioni erano ormai lontane dalle nostre. Futuro al centro? Buona fortuna...'


M5S, Conte: 'Di Maio rinnega se stesso, non capisco il suo progetto'

'Luigi Di Maio non si deve permettere di minare l’onore del Movimento 5 Stelle, lui per primo dovrebbe essere consapevole del lavoro e della fatica che serve fare per tenere la barra dritta… Non voglio parlare del passato, ma se parliamo del Conte 1 e del Conte 2, bisogna anche ricordare dei gilet gialli…'. Così il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, intervistato da ‘Otto e mezzo’ su La7, sulla scissione del ministro degli Esteri. Il leader pentastellato assicura comunque che da parte del M5S non arriverà una richiesta di dimissioni per il titolare della Farnesina: 'Lascerei che Di Maio interroghi con la propria coscienza e decida, io non chiederò le sue dimissioni'.

'Non ho capito quale sia il suo progetto politico. L’obiettivo, a suo dire, è difendere l’euro-atlantismo, a cui però non mi sembra che nessuno stia attentando.
E poi appoggiare il governo Draghi, ma anche qui lo stiamo facendo in tantissimi. Spiegherà meglio questa operazione magari quando cercherà il proprio consenso elettorale, non mi sembra che si sia compreso', punge il leader dei 5 Stelle.
'Con Di Maio personalmente io ho rapporti recenti, ma è ovvio che c’è una storia importante, anche istituzionale, del Paese che è finita – spiega Conte – Quindi non ho stappato una bottiglia ma è pur vero che c’è un elemento di chiarificazione perché le sue posizioni ormai sono evidentemente lontane da quelle del Movimento'.
Poi, a ‘Controcorrente – Prima serata’, su Rete 4, il leader del Movimento aggiunge: 'Noi abbiamo scritto una carta di principi e valori condivisa, se oggi lui li rinnega lui rinnega la sua storia personale. Guardi, uno può ammettere un errore però dire che ha abbracciato un principio e quel principio oggi diventa negoziabile fa male a lui, non al M5S'.

'Le avvisaglie c’erano state – ricorda Conte -. Forse la più chiara è stata durante l’elezione del Presidente della Repubblica quando Luigi – e questo mi è dispiaciuto moltissimo – ha coltivato una sua agenda personale e quindi sinceramente ha indebolito l’azione complessiva del Movimento 5 Stelle. Da ultimo, non mi ha sorpreso, anche perché obbiettivamente comprendete bene che formare un nuovo gruppo politico non è una cosa che si fa in una giornata'.
'Forse – aggiunge il presidente dei 5S – mi ha sorpreso sinceramente il fatto che questa accelerazione ci sia stata in ore decisive in cui noi stavamo lavorando tutti per venire a un atto di indirizzo del Parlamento, a una risoluzione, sicuramente in un passaggio importante parlamentare e istituzionale, il ministro degli Esteri era sicuramente concentrato in questa costituzione del gruppo politico'.

Sui futuri rapporti con il gruppo di scissionisti, Conte è cauto: 'Lasciamo che si definisca questo gruppo e la loro azione, prima di dire se potremmo allearci con loro. A me sembra che si ricorrano delle velleità più che di esprimere un progetto nuovo. Mi sembra che si punti soprattutto ad occupare uno spazio, ma c’è un affollamento pazzesco al centro, così la politica rischia di essere determinata dai personalismi… Io a Di Maio auguro comunque buona fortuna'.

Infine a proposito della posizione di Beppe Grillo, che non si è ancora espresso sugli avvenimenti degli ultimi giorni, Conte assicura: 'Ci siamo confrontati, siamo dispiaciuti umanamente ma Grillo è dalla parte del Movimento e delle persone che ogni giorno si rimboccano le maniche per i suoi principi'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

Politica - Articoli Recenti
Burzacchini lascia Amo: 'Serve più ..
'L'obiettivo che dobbiamo porci è quello di pensare che le strade sono a servizio delle ..
23 Giugno 2022 - 13:28
Bologna Pride vietato ai poliziotti ..
'Gli spazi sicuri li fanno le frocie che li attraversano, tramite l’autorganizzazione, la ..
23 Giugno 2022 - 08:47
'Resto nel movimento perché quando ..
Intervento della Deputata 5 stelle Stefania Ascari in merito alla scissione nel movimento ..
22 Giugno 2022 - 19:10
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58