Studio Aurora - Cerca la casa dei tuoi sogni
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Studio Aurora - Cerca la casa dei tuoi sogni
articoliPolitica

'Riapro il ristorante per non morire. Che rabbia le associazioni...'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Parla Antonio Alfieri, titolare di tre ristoranti a Sassuolo e volto della iniziativa #Ioapro. 'Siamo stremati: mi hanno tagliato la luce, user? generatore'


'Riapro il ristorante per non morire. Che rabbia le associazioni...'

Antonio Alfieri, titolare di tre ristoranti di alto livello a Sassuolo, è uno dei volti-simbolo della protesta #Ioapro organizzata oggi da ristoratori, baristi e titolari di attività da mesi chiuse per le misure anti-contagio. Lo abbiamo intervistato questa mattina. E dalle sue parole emerge subito chiaramente come la distinzione, sottolineata in questi giorni da associazioni di categoria e amministratori, tra esigenza di ristori immediati e rispetto delle regole rischi di essere in realtà manichea. La protesta di oggi è dettata proprio dalla assenza di aiuti concreti da 10 mesi a questa parte, perchè - come Alfieri stesso spiega - se fossero arrivati i Ristori veri e non le briciole, restare chiusi sarebbe doloroso, ma possibile.
Lei è titolare di tre ristoranti, La Filetteria, Senza Scampo e Il Caminetto. Quante persone lavorano per lei e quale è stato il calo del fatturato rispetto al 2019?
'Io dò lavoro a 19 ragazzi e nel 2020 ho subito una perdita di fatturato del 40%. Una perdita che sarebbe stata ancora più alta se non avessi potuto riaprire nei mesi estivi'.
Quanti aiuti ha avuto dal Governo e quali sono le spese che lei deve sostenere per i locali?
'Ho ricevuto 28mila euro in tutto a fronte di spese fisse mensili pari a 14mila euro tra affitti e bollette'.
I suoi dipendenti hanno ricevuto la Cassa integrazione?
'Dal 25 ottobre non è più arrivato nulla. Fino a quando ho potuto ho compensato io, ora però ho letteralmente finito i soldi e non mi vergogno a dirlo. Pochi giorni fa mi hanno staccato la luce perchè non sono riuscito a pagare le bollette e questa sera per aprire uno dei tre ristoranti userò un generatore'.
Quella di oggi l'avete chiamata disobbedienza gentile, ma è comunque una presa di posizione forte.


'Noi stiamo scioperando. Questo è uno sciopero economico. Scioperiamo perché vogliamo lavorare, non vogliamo stare casa e siamo disperati. Facciamo semplicemente appello all'articolo 1 della Costituzione che tutela il diritto al lavoro e la dignità dei cittadini'.
E a fronte di controlli da parte delle forze dell'ordine come reagirete?
'Non possiamo che accogliere polizia e carabinieri: capiamo perfettamente il lavoro che stanno svolgendo. Chiederemo semplicemente loro di mettersi una mano sul cuore'.
Eppure la pandemia corre ancora in Italia.
'Nessuno mette in dubbio l'emergenza sanitaria, nessuno di noi è negazionista. Ma noi siamo chiusi da ottobre, nonostante si affermi che i ristoranti non sono luoghi di maggior contagio rispetto ad altri. Del resto i contagi sono aumentati nonostante le chiusure. Di questo passo non risolve il tema sanitario e allo stesso tra due mesi ci troveremo tutti sulla strada con una intera fetta di Paese sul lastrico. Se comunque si pensa che la soluzione sia quella di chiudere i locali, allora si garantiscano le risorse compensative'.
Esattamente cosa chiedete a livello economico al Governo?
'In Germania ai ristoratori è stato dato il 75% sulla perdita del fatturato dell’anno prima. A noi, per non morire, basterebbe il 60% sulla perdita di fatturato nei mesi in cui siamo stati chiusi. Il problema è che ad oggi lo Stato ci ha dato circa il 5%, frutto dei cosiddetti ristori assegnati una tantum. Impensabile continuare così'.
Parallelamente le associazioni di categoria, Confcommercio e Confesercenti a Modena, hanno, citiamo letteralmente, 'preso le distanze da sedicenti gruppi che evocano una ripartenza al di fuori della legge mettendo a repentaglio la sicurezza delle aziende, dei propri dipendenti e collaboratori ed anche dei clienti stessi'.
'Questa è la cosa che fa più male e fa più rabbia. Non è possibile che chi ci critica siano proprio le nostre associazioni di categoria. Cosa hanno fatto in 10 mesi queste associazioni? Se ci avessero appoggiato avremmo aperto da tempo un tavolo vero di interlocuzione col Governo e avremmo avuto aiuti reali. Ora invece si permettono di criticare e infangare la nostra iniziativa spontanea'.
Dicono che siete di destra.
'Assurda anche questa critica. E' ovvio che ci sostenga pubblicamente l'opposizione, ma avverrebbe così anche a parti politiche invertite. I partiti non c'entrano nulla con la nostra protesta, vogliamo solo lavorare e sopravvivere. Aggiungo che ho ricevuto tanti messaggi di affetto e solidarietà anche da esponenti Pd e 5 stelle, ovviamente solo a livello privato non potendo costoro esprimersi in pubblico contro il Governo di cui fanno parte. E' triste vedere il fango che ingiustamente ci viene lanciato contro strumentalmente'.
Questa sera la Filetteria sarà aperta. Quanto farà pagare i clienti?
'Guardi non apriamo tre giorni per fare fatturato. Lo scopo della iniziativa è un altro. In ogni caso questa sera proponiamo due menu degustazione di pesce e di carne. Tutto sarà a offerta libera. E in base alla offerta faremo la ricevuta fiscale. Sfido chiunque a venirci a trovare e a toccare con mano le condizioni di sicurezza in cui lavoriamo e offriamo il servizio ai clienti'.
Giuseppe Leonelli



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Politica - Articoli Recenti
Malattie Infiammatorie Croniche ..
Al forum Monzani e in diretta social, una giornata di informazione organizzata dalla ..
26 Novembre 2022 - 22:47
'Modena, Pd strumentalizza Consiglio ..
Rossini (Fdi): 'Interrogazione contro il Governo viene messa in trattazione ad appena 15 ..
26 Novembre 2022 - 18:28
Sondaggio Dire, Fdi vola oltre il ..
Il partito di Salvini scende all’8,4; mentre l’alleanza Renzi-Calenda è al 7,6
26 Novembre 2022 - 15:11
'Garantire l'apertura dei punti ..
Carte alla mano, i comitati Salviamo l'ospedale di Pavullo e Salviamo l'ospedale dalla Bassa..
25 Novembre 2022 - 19:45
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58