Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Onoranze funebri Gibellini
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
articoliPolitica

Via al collaudo cassa Panaro, ma per le grandi piene nessun progetto

La Pressa
Logo LaPressa.it

La realtà emersa nell'intervento dei tecnici e dell'Assessore regionale Priolo in Consiglio provinciale: 'Nel recovery solo progetti già schedati'


Via al collaudo cassa Panaro, ma per le grandi piene nessun progetto

Il via ad aprile, con il primo dei tre step previsti, ognuno della durata di dieci giorni, del collaudo delle casse di espansione del fiume Panaro, atteso da decenni. Poi la conferma del mancato inserimento, per mancanza di progetti già definiti e schedati, nell'elenco cosiddetto Rendis, delle opere finanziabili attraverso il recovery plan, di progetti per l'adeguamento a piene centenarie dei fiumi, e quindi per la messa in sicurezza del sistema idraulico modenese; la necessità di investire in tecnologia per la sorveglianza delle arginature e delle opere idrauliche al fine di prevenire meglio di quanto ora è successo, la possibile rottura di argini come quello del Panaro il 6 dicembre scorso e del secchia nel 2014, che hanno provocato due devastanti alluvioni in provincia di Modena nell'arco di soli sei anni.


Sono soprattutto questi gli elementi emersi nel corso del Consiglio Provinciale dalle risposte dell'Assessore regionale Priolo, del Direttore Aipo Luigi Mille, e del presidente della commissione tecnica regionale sulle cause della rottura dell'argine del fiume Panaro del 6 dicembre, Giovanni Menduni. Risposte limitate all'ultima ristretta parte della seduta del consiglio occupata per la maggior parte dalle relazioni a senso unico (ovvero senza altri interventi) degli stessi responsabili Aipo e regionale, e arrivate in relazione alle domande poste dai consiglieri Antonio Platis (centro-destra) e Stefano Lugli (centro-sinistra)

Di fatto nessuna risposta invece (se non la spiegazione che per accedere con mezzi pesanti sull'argine rotto il sei dicembre per effettuare la riparazione, si è dovuta rinforzare prima una rampa per garantire l'accesso in sicurezza dei mezzi), sul fronte della spiegazione sul perché delle oltre 8 ore trascorse dalla rottura dell'argine al primo intervento di riparazione con il posizionamento del primo masso ciclopico.

Sul collaudo della cassa di espansione del Panaro, il primo step è previsto entro fine aprile e comporterà il riempimento del bacino principale a poco più di 6 metri di livello dell'acqua, da mantenere per una decina di giorni, livello raggiungibile anche in eventi piccoli di precipitazione o di piena. Per poi passare ai due step successivi, con livelli di acqua via via superiori, l'ultimo dei quali a 11,40 a livello di diga, con la conseguente tracimazione del bacino principale in quello secondario, mai allagato (e, appunto, mai collaudato), nonostante la sua realizzazione risalga alla metà degli anni '80.

Sul fronte della messa in sicurezza dei fiumi a piene centenarie (TR100 e TR200), l'assessore Priolo ha confermato l'assenza di progetti ad un livello di avanzamento tale da renderli schedabili e quindi 'presentabili' per ottenere i finanziamenti del recovery plan.

Come già anticipato in altri nostri articoli, i progetti che la Regione ha presentato per essere finanziati con le risorse del recovery fund sono quindi solo quelli già avviati o programmati, ma limitati a interventi di manutenzione e adeguamento a piene piccole e medie TR20 e TR50, non ad un livello strutturale e quindi tali da definire una messa in sicurezza a piene grandi. Se i progetti non sono inseriti nell'elenco/banca dati Rendis, del Ministero, e che raccoglie tutti i progetti per così dire (utilizzando un termine dell'assessore Priolo), ad un certo grado di maturazione, questi non possono essere finanziati e la richiesta di finanziamento è inutile. 'Se non sono inseriti in quella banca dati poco possiamo fare' - ha specificato l'Assessore. Il problema è che in quella banca dati non c'è nessun progetto regionale per l'adeguamento non solo alle piene centenarie ma anche solo per l'adeguamento della cassa di espansione del Secchia dall'attuale TR20 al TR50. L'assenza di progetti per l'adeguamento alle piene centenarie e quindi per una reale messa in sicurezza in tali termini, era già stata 'ammessa' dall'assessore Priolo alcuni mesi fa nell'incontro con il pool dei comitati Arginiamo, Salute ambientale Campogalliano, Secchia e Respiriamo Aria Pulita Modena.

Gi.Ga.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Onoranze funebri Gibellini
Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:189146
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:183135
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109571
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:78363
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71086
No al green pass, lavoratori uniti: 'Diciamo no al lasciapassare'
Pressa Tube
01 Ottobre 2021 - 21:13- Visite:66581

Politica - Articoli Recenti
Il sondaggio: Pd primo partito, Lega ..
Resta giù dal podio il Movimento 5 Stelle con il 15,9% (-0,2%). Forza Italia al 7,7%
27 Novembre 2021 - 14:30- Visite:131
'Variazione Bilancio Modena, così il..
Rossini e Baldini: 'Altri 30mila euro dal Fondo Covid oltre ai 100mila finanziati da ..
26 Novembre 2021 - 12:49- Visite:1053
Variante sudafricana, stop ingresso ..
Speranza: 'I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529'
26 Novembre 2021 - 12:16- Visite:641
Malato di cuore e senza lavoro: ..
'Sono stanco, vorrei solo poter aver la possibilità di ricominciare, e sono certo sarò in ..
26 Novembre 2021 - 10:55- Visite:1040
Politica - Articoli più letti
'Vaccini, ecco il rapporto tra la ..
Esposto del Codacons all'Autorità nazionale anticorruzione
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:189146
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:180755
Green Pass, nelle grandi aziende ..
Al di là della deroga per le piccole imprese, il lavoratore che non esibisce il Green Pass ..
09 Ottobre 2021 - 15:08- Visite:122619
Miracolo di Ferragosto: anche ..
'Col Green Pass ogni giorno aumenta il rischio di incontrare contagiati-contagiosi muniti di..
15 Agosto 2021 - 07:58- Visite:116903