Società Dolce: fare insieme
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

'Hotel-covid per immigrati? Dopo il no di Bonaccini nessuno smentisce'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'allarme del Siulp: 'Nessuna delle autorità interpellate, e con esse il questore di Modena ha inteso confermare o smentire l’ipootesi'


'Hotel-covid per immigrati? Dopo il no di Bonaccini nessuno smentisce'
Due settimane fa il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha garantito che nè l'Hotel Tiby di Modena nè altre strutture emiliane verranno dedicate all'accoglienza di migranti positivi al Covid. Parole giunte dopo l'ipotesi di una trasformazione dell'Hotel di via Rainusso a Modena in albergo per immigrati contagiati.
Oggi però il tema viene riproposto da un allarme lanciato dal sindacato di polizia Siulp.

'Lo scorso 28 luglio, la segreteria provinciale del Siulp di Modena, avuta notizia della possibilità che un numero imprecisato di migranti potrebbe osservare la misura sanitaria della “quarantena precauzionale” in una struttura ricettiva modenese, ha immediatamente chiesto chiarimenti al Prefetto, al Questore e al sindaco - scrive in una nota il segretario nazionale del sindacato Fabio Lauri -. L’istanza, posta in qualità di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza che il Siulp riveste, si è resa necessaria per poter valutare la circostanza e, nell'ipotesi, prevedere le opportune tutele per la salute dei poliziotti. Secondo quanto si è appreso, le autorità avrebbero individuato e suggerito una struttura ricettiva che allo stato già accoglie pazienti positivi al “COVID 19” impossibilitati a trascorrere l’isolamento nel proprio domicilio per ragioni logistiche o sanitarie. Nel caso di specie, avere contezza degli elementi organizzativi di lavoro e delle precauzioni sanitarie per la tutela della salute dei colleghi è di fondamentale importanza per il sindacato, giacché, le direttive in materia, impongono l’obbligo della sorveglianza da parte della forza pubblica anche nei casi di “quarantena precauzionale”, affinché i contagiati non diffondano il virus ad altri cittadini. Considerato il contesto, in aggiunta, la probabilità di dover adottare in taluni casi la misura della “quarantena coercitiva” si prospetterebbe tutt’altro che remota. E’ da tenere nella debita considerazione che, mentre la sorveglianza in senso stretto potrà essere ripartita tra le varie forze dell’ordine, le incombenze amministrative derivanti dalla stessa, soprattutto in materia di immigrazione, ricadrebbero esclusivamente sulla Polizia di Stato e, in particolare, su quegli Uffici che a Modena stanno già operando sotto massima pressione a causa di una carenza di personale non più tollerabile'.

'Se la notizia dell’arrivo dei migranti fosse confermata, dovrà essere istituito un servizio di vigilanza quanto mai complesso, poiché, nella medesima struttura dovranno coabitare due tipologie di pazienti assai differenti tra loro, sia per anamnesi sia per il tipo di convalescenza che dovrebbero seguire - continua il Siulp -. Alcuni casi saliti alla ribalta delle cronache nazionali ed internazionali non lasciano ben sperare. Pochi giorni fa, ad esempio, 50 migranti risultati negativi ai test anti Covid effettuati a Lampedusa, sono stati trasferiti in un centro di accoglienza di Potenza dove, ripetuti gli stessi test, 26 di loro sono risultati positivi. Anche per questo aspetto la segreteria provinciale del Siulp di Modena, ha ritenuto di dover essere informata del fatto prospettato, non solo per la sua valutazione, ma anche e soprattutto per il contributo cui è chiamata per la sicurezza rispetto eventuali misure di salvaguardia per gli operatori di polizia. Purtroppo, ad oggi, nonostante la delicatezza che la questione riveste, nessuna delle Autorità interpellate, e con esse il Questore, nella sua funzione di datore di lavoro, ha inteso confermare o smentire l’ipotesi e, semmai, chiarire i protocolli da seguire.  Atteso quanto sopra, considerato che la situazione non lascia spazi all’improvvisazione, poiché in gioco c’è, non soltanto la salute dei poliziotti che sono in prima linea e dei migranti stessi, ma anche la sicurezza e la tutela sanitaria di un’intera comunità, si chiede di intervenire immediatamente sulle Autorità competenti affinchè si chiarisca l’esatta dimensione della situazione prospettata'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Altro che Tachipirina, ecco come bisogna curare a casa il Covid'
Parola d'Autore
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:221005
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:164908
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:135581
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:107577
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:69330
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:62730

Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi così tanto tempo ..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39- Visite:12163
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16148
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13675
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi «perfettamente integrati» E la Camorra ora «è più presente»
02 Gennaio 2014 - 13:54- Visite:12802
Quelli di Prima - Articoli più letti
AeC, la moglie di Muzzarelli nel ..
L’azienda, coinvolta nell’inchiesta ‘Cubetto’, finanziò la campagna elettorale del ..
01 Gennaio 2014 - 20:45- Visite:21165
Libera, le consulenze di Enza Rando
L’avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16148
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:13675
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06- Visite:12936