Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al Canale YouTube de La Pressa
articoliSocieta'

Roberto Casari, assoluzione definitiva: 'Io, isolato da innocente'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'ex leader Cpl Concordia in una lunga intervista video andata in onda su Facebook de La Pressa racconta la sua odissea giudiziaria


Roberto Casari, assoluzione definitiva: 'Io, isolato da innocente'

Ora che la sentenza di assoluzione dei vertici della Cpl Concordia, accusati nel 2015 di concorso esterno con il clan dei casalesi, è divenuta definitiva, ora che l'accusa più infamante è stata cancellata, lo storico presidente Cpl Roberto Casari parla della vicenda giudiziaria e del trattamento a lui riservato dal mondo cooperativo. Roberto Casari, all’epoca presidente di Cpl, Pino Cinquanta, direttore commerciale e Giulio Lancia, ingegnere-capo commessa, sono stati assolti con formula piena sia in primo che in secondo grado e la Procura ha rinunciato al ricorso in Cassazione. La giustizia ha dimostrato insomma che nessuno della Cpl cercò mai nemmeno un avvicinamento con i camorristi.
L'odissea giudiziaria di Casari, dopo 11 assoluzioni, e che dura ormai da 6 anni, si avvia dunque alla conclusione. Resta ancora in piedi il processo per false fatturazioni fermo alla condanna di primo grado in Tribunale a Modena.



In una lunga intervista video andata in onda su Facebook de La Pressa in diretta questa mattina (22 luglio) e che sopra riportiamo in modo integrale, l'ex patron della Cpl racconta della sua esperienza in carcere a Napoli, dove ha trascorso due mesi, e a Modena, del muro alzato nei suoi confronti dal mondo cooperativo e dalla sua Cpl e del silenzio col quale anche oggi la cooperativa concordiese ha accolto la assoluzione.
Arriverà il tempo della richiesta di risarcimento danni, ma quello che Casari ora sottolinea con piacere è 'la solidarietà che ha ricevuto in questi anni da alcuni vecchi cooperatori della Cpl', cooperatori che lo hanno accompagnato nel percorso che ha portato alla trasformazione di una piccola cooperativa locale in un colosso imprenditoriale.
Una intervista, quella a Roberto Casari, che tocca una serie di questioni irrisolte e lascia aperti interrogativi dirimenti per l'interà società civile. 
Una questione legata al mondo cooperativo. L'isolamento subito da Casari è qualcosa che va ben oltre la semplice spiegazione di una policy di difesa aziendale e che viceversa interroga anche sulla ipocrisia che spesso regola i rapporti umani. 'Ricordo ogni sensazione, ogni fitta allo stomaco, ogni volta che ho pianto e urlato. Non dimentico l’omertà iniziale, dove manco la gente poteva parlarmi, ed oltre che dipendente ero pure socia' - dirà la figlia di Casari, Roberta Casari. 
Una questione legata alla giustizia. 'Questa vicenda ha dimostrato che esiste un sistema giudiziario che accerta con scrupolo la verità - ha detto Casari -. Sarebbe stata una giustizia più giusta se la magistratura avesse usato più prudenza nella fase iniziale delle indagini'.
Una questione legata all'antimafia. Le associazioni antimafia, spesso in prima fila nello schierarsi nella denuncia nelle prime fasi dei processi che ruolo svolgono quando questi processi finiscono con assoluzioni complete? Che tipo di risarcimento 'morale' è possibile pensare verso chi per anni ha dovuto sopportare l'etichetta del filomafioso?
Una questione legata al ruolo dei media. Le parole con cui Casari pochi giorni fa in una nota ha reso pubblica la sentenza di assoluzione definitiva, sono emblematiche. 'Ai mezzi di informazione, che al deflagare dell’inchiesta enfatizzarono l’ipotesi accusatoria, si chiede ora di dare pari risalto alla sentenza assolutoria e di riconoscere che per 5 anni gli imputati si sono difesi senza gridare al complotto, senza accusare la giustizia politicizzata, ma collaborando con i Giudici perché si comprendesse bene che avevano realizzato un metanodotto d’avanguardia, accettando di venire a lavorare in un territorio reso difficile dai condizionamenti criminali perché garantiti dall’allora segretario della Commissione Antimafia e dunque dalla parte più sana dello Stato'. Ecco, i media hanno dato il dovuto spazio a queste tesi espresse da persone uscite completamente assolte dalle accuse che pesavano sulle loro vite?
Infine dalla intervista emerge una questione legata all'umanità che spesso è più viva e spiccata nei luoghi di confine. 'Con molti carcerati conosciuti a Napoli ho mantenuto un rapporto epistolare stretto - dice Casari - Se la solidarietà che si vive in carcere o tra le prostitute guidasse anche le relazioni tra banchieri, il mondo sarebbe un posto migliore'.

Giuseppe Leonelli

 



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:194410
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:192225
'Trentanove di febbre e dolori dopo la terza di dose di Moderna'
Societa'
21 Novembre 2021 - 09:46- Visite:135880
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:110031
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:80335
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:71727

Societa' - Articoli Recenti
Presidio ospedaliero Ausl Modena, Di ..
Tra i suoi compiti c’è il coordinamento organizzativo ed igienico-sanitario degli ..
23 Gennaio 2022 - 16:16- Visite:220
Covid, 2410 contagi a Modena. Due ..
I sintomatici sono 417, gli asintomatici sono 1993. Ventitrè le persone ricoverate in ..
23 Gennaio 2022 - 16:13- Visite:755
Covid, in Emilia Romagna otre 19mila ..
I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 152 ..
23 Gennaio 2022 - 14:55- Visite:792
Modena e Maranello: due nuovi parroci
La guida di San Francesco è stata affidata a don Paolo Monelli, 48 anni, che era a ..
23 Gennaio 2022 - 14:07- Visite:468
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40- Visite:372708
'Altro che Tachipirina, ecco come ..
L'ex primario del Pronto soccorso di Modena: 'Antinfiammatori ai primi sintomi e poi, se il ..
31 Gennaio 2021 - 14:37- Visite:322140
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:192225
Il sindacato dei carabinieri: ..
‘Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39- Visite:184491