Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
articoliPolitica

'Bastiglia, risse in piazza Repubblica? Chiacchiere di paese'

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'assessore alla sicurezza Tedesco ha replicato alla interrogazione del consigliere Maffei sul tema del degrado e delle risse nella piazza davanti al Comune


'Bastiglia, risse in piazza Repubblica? Chiacchiere di paese'

'Cosa succede in piazza Repubblica prevalentemente legato a cittadini stranieri? L'unico episodio di cui abbiamo notizia de relato è quello di una discussione avvenuta tra cittadini stranieri che ci riferiscono degradata in toni alti e qualche spintone avvenuta il 25 e 26 agosto. Di questo episodio comunque il comando dei carabinieri di Bomporto e la polizia municipale non hanno nessuna traccia, l'episodio è stato ritenuto così rilevante da diventare oggetto di chiacchiere di Paese. Quindi vi sono due possibilità: o l'episodio non integrava una situazione di pericolo concreto reale e nelle chiacchiere di Paese è stato esagerato come spesso avviene o i bravi cittadini italiani che vi hanno assistito hanno pensato bene non fosse loro dovere chiamare le forze delle polizia'. Così l'assessore alla sicurezza del Comune di Bastiglia, Gianluca Tedesco ha risposto lunedì alla interrogazione (qui l'articolo) del consigliere comunale di opposizione Gerardo Maffei sugli episodi di degrado e risse nella principale piazza del Paese.
L'interrogazione
'Diversi cittadini segnalano da tempo problemi di degrado urbano, immondizia lasciata in strada e episodi serali di rissa nella zona di piazza Repubblica, in pieno centro a Bastiglia. L'amministrazione comunale quali azioni ha intenzione di intraprendere per arginare il ripetersi di tali episodi? - aveva chiesto Maffei nella sua interrogazione -. Questi episodi appaiono legati prevalentemente alla presenza di cittadini stranieri, di nazionalità diverse, che frequentano la zona e in particolare coloro che frequentano il market etnico. E' evidente che i fenomeni di degrado urbano e i crimini vanno sempre stigmatizzati, indipendentemente dalla nazionalità di chi è protagonista, ma è pur vero che per arginare il fenomeno occorre conoscerlo senza preconcetti e attuando una fotografia reale dei fatti. Appurato dunque che in base ai dati 2019 dell'Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio i cittadini stranieri residenti a Bastiglia sono il 13,6% del totale (273 maschi e 308 femmine) di cui 134 minori, vorrei sapere se la giunta è a conoscenza di quanti sono oggi realmente gli stranieri residenti a Bastiglia e la loro nazionalità. I dati dell’Osservatorio sono gli stessi di cui è a conoscenza l’amministrazione? Quanti risultano gli stranieri solo domiciliati in Paese e che vi hanno concretamente vissuto, in particolare durante il periodo di lockdown? Sono previsti controlli ad hoc sui locali etnici presenti sul territorio comunale? Che risultati hanno dati sinora le verifiche?'.

La risposta

'Premesso che è dovere di tutti i cittadini, italiani e non, rispettare le regole del vivere civile, rispettare la legge e pagare le tasse, veniamo alla vicenda di piazza della Repubblica, anche se sono ben altre le situazioni di criminalità che ci allarmano, ma evidentemente quelle reali hanno meno appeal - ha detto in Consiglio comunale a distanza l'assessore Tedesco (la registrazione è presente integrale a questo link) -. Cosa succede in piazza Repubblica prevalentemente legato a cittadini stranieri? L'unico episodio di cui abbiamo notizia de relato è quello di una discussione avvenuta tra cittadini stranieri che ci riferiscono degradata in toni alti e qualche spintone avvenuta il 25 e 26 agosto. Di questo episodio comunque il comando dei carabinieri di Bomporto e la polizia municipale non hanno nessuna traccia, l'episodio è stato ritenuto così rilevante da diventare oggetto di chiacchiere di Paese. Quindi vi sono due possibilità: o l'episodio non integrava una situazione di pericolo concreto reale e nelle chiacchiere di paese è stato esagerato come spesso avviene o i bravi cittadini italiani che vi hanno assistito hanno pensato bene non fosse loro dovere chiamare le forze delle polizia'. 

Tedesco ha poi replicato al tema del degrado urbano. 'In terra vengono lasciate è vero bottiglie di vetro, ma anche carte di gelato e carte di merendine. La piazza infatti è frequentata da diversi cittadini a seconda della fascia oraria, anche di cittadinanza italiana. Il problema non è quindi la nazionalità e la provenienza etnica di chi frequenta la piazza, ma il rispetto delle regole e l'educazione degli individui. Non bisogna urlare all'uomo nero facendo eco a racconti infantili: i nostri nonni dicevano fate i bravi o arriva uomo nero. Il razzismo latente non è qualcosa che appartiene a questa amministrazione' - ha detto l'assessore.

'La sicurezza è un impegno che abbiamo preso già in campagna elettorale e che stiamo perseguendo aprendo un confronto continuo con forze di polizia sul territorio - ha aggiunto Tedesco -. Abbiamo installato telecamere di sicurezza e un sistema di accesso varchi al paese. Non abbiamo tralasciato neppure il tema della sensabilizzazione nelle scuole. Avremmo voluto proposte dalla minoranza, ma non sono pervenute. Anche agli esercizi esercizi commerciali prossimi a piazza Repubblica abbiamo chiesto collaborazione affinchè sensibilizzassero i clienti a non lasciare immondizia per terra, bottiglie di vetro, cartoni da pizza, merendine... Non dimentichiamo - ha chiuso l'assessore - che Bastiglia dista da Fossoli solo 20 chilometri e circa 75 anni'.

Giuseppe Leonelli



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Politica - Articoli Recenti
'Il Pd è il partito della borghesia ..
A parlare è l'ex presidente di Legacoop Modena Roberto Vezzelli
31 Luglio 2022 - 14:17
Ucraina, il Papa ora fa il Papa: ..
Parole che suonano come un monito profondo da parte del Pontefice alla posizione dell'Europa..
31 Luglio 2022 - 12:50
Alla fine Puzzer si candida, sarà ..
Stefano Puzzer ha cambiato idea. Il leader del movimento 'La gente come noi non molla mai' ..
31 Luglio 2022 - 12:17
Di Maio in seggio emiliano blindato ..
Il video di allora: 'Io col partito che in Emilia Romagna toglieva i bambini alle famiglie ..
30 Luglio 2022 - 20:24
Politica - Articoli più letti
Ferocia green pass, ora vivere in ..
Se regole irrazionali che nulla hanno a che vedere con la pandemia (che pur esiste sia ..
03 Febbraio 2022 - 07:40
Follia super Green pass: ora per i ..
Gli under 50 pensano non è un problema loro, i vaccinati si sentono al sicuro e gli over 50..
13 Febbraio 2022 - 08:38
Orrore Green Pass: noi non ..
Noi proveremo per voi compassione e fastidio, pietà e nausea. Ma non vi perdoneremo. Come ..
26 Gennaio 2022 - 11:21
Sport vietato ai 12enni senza super ..
L'Italia del premier osannato come il cavaliere bianco in grado di evitare il default, lo ha..
23 Gennaio 2022 - 10:58