La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
notiziarioLa Provincia

Carpi, Medici (M5S) svela: Boccaletti non sapeva nemmeno cosa è il Pug

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dettagliato resoconto sulle trattative preballottaggio. Il quadro è desolante: dalle promesse di poltrone, alle parole di Golinelli, alla benzina per Novi


Carpi, Medici (M5S) svela: Boccaletti non sapeva nemmeno cosa è il Pug

'Per dovere di cronaca vi voglio anche raccontare cosa è avvenuto dopo il 26 maggio; ormai è una storia chiusa, ma sapere serve sempre per capire cosa accade realmente intorno a noi e cosa vogliono farci credere. Preciso, prima di iniziare, che di ogni incontro e di ogni telefonata ho testimoni che mi sono stati a fianco come consiglieri e sostenitori'. Così in una nota su Facebook l'ex candidato sindaco M5S, oggi consigliera a Carpi, Monica Medici ripercorre le trattative del ballottaggio a Carpi che hanno visto infine il M5S invitare al voto libero.
Il quadro che emerge dei protagonisti di questa campagna elettorale carpigiana è desolante. Lo riportiamo integralmente.

'Come gruppo attivisti M5S ci ritroviamo al ristorante a festeggiare la fine di una bella ed intensa campagna elettorale, al di là dei voti ricevuti alle Europee; è la sera del 27 maggio, siamo in attesa di avere i risultati definitivi delle comunali. Piano piano prende forma il ballottaggio, alle 22.00 ricevo un messaggio di Federica Boccaletti che mi propone un incontro; mi aveva sempre detto che ci saremmo sentiti dopo il 26 maggio. Intanto contatto anche Paolo Battini di Carpi Futura, di cui conosco bene serietà e impegno profusi in questa campagna elettorale, per il bene della città. Sono conscia che solo tutti insieme potremmo fare la differenza; alle 23.00 anche Alberto Bellelli mi telefona dicendomi che mi vuole incontrare'.

'Il 28 incontro per primo Battini di Carpi Futura e gli spiego il mio progetto: costituire una squadra di governo, ovvero due assessori a testa per ogni lista (2 Lega+2 M5S+2 Carpi Futura), la redazione di 10 punti cardine prendendo il meglio dei nostri programmi e la sottoscrizione di un patto firmato davanti al notaio da presentare alla città. Io chiedo di essere vicesindaco con delega al bilancio e personale, Carpi Futura dice di essere interessata alla sanità. Battini precisa che è un’impresa difficile, unire anime così diverse, ma per il bene di Carpi si può tentare. Incontro poi Boccaletti, spiego il mio progetto illustrando come è importante essere alla guida della città per incidere sui temi fondamentali che ci aspettano a breve, come ospedale, Aimag, Pug (piano urbano generale). Le spiego che intendo fare le cose con la massima trasparenza e voglio che tutti i candidati in lista vengano dal notaio a firmare; lei mi risponde che il progetto è interessante ma sarà ben difficile portare le persona dal notaio, già hanno faticato per fare firmare i documenti per presentare la lista. Inoltre mi chiede cosa sia il Pug; resto basita e comprendo che sto scalando un grattacielo di vetro. Telefono poi allo staff a Roma e comunico quanto sto facendo; mi rispondono di riflettere a fondo, di ponderare bene pro e contro, di prendere le decisioni in modo collegiale con tutto il gruppo e di mettere in cantiere che potrebbero ritirare il simbolo M5S al gruppo di Carpi. Vado a dormire conscia che mi sto giocando il tutto per tutto, ma il mio gruppo mi ha dato mandato di provarci. Se gli assessori proposti dalle altre forze politiche e il programma dei 10 punti per la città sono seri e condivisibili corriamo il rischio, il bene di Carpi viene prima delle logiche di partito. Il mattino seguente, il 29 maggio, mi ritelefona Paolo Battini il quale mi riconferma che il suo gruppo è disposto a trovare un’intesa e la mia posizione di vice sindaco è stata accolta'.

In tarda mattinata ricevo una telefonata da Boccaletti la quale mi chiede di incontrarci al più presto perché mi deve dare aggiornamenti importanti. Ci vediamo nel primo pomeriggio, mi comunica che da Roma gli hanno detto che non si possono fare accordi, mi propone un appoggio esterno e in cambio un posto in Aimag, uno in Fondazione CRC e uno in Terre d’Argine. Le chiedo la squadra che dovremmo appoggiare, ovvero gli assessori; Boccaletti precisa che ci sarà lei alla sicurezza ma tutte le altre figure attualmente non ci sono. Prendo tempo per cortesia ma la proposta è inaccettabile e contra-legem; noi siamo contrari ai “poltronifici” in Aimag, le persone devono essere scelte per merito non per appartenenze politiche; in Terre d’Argine si accede dopo una votazione in consiglio secondo un regolamento e non per gentile concessione del Sindaco; infine le norme di incompatibilità proibiscono a un consigliere comunale di entrare in Fondazione CRC se non dopo due anni dalla cessazione del suo mandato. Terminiamo la conversazione parlando di compensi, e quando le spiego che un consigliere comunale prende 70 euro al mese lordi che devono poi essere tassati, candidamente lei mi risponde che con quella cifra non ci paga nemmeno la benzina da Novi. Telefono immediatamente a Battini di C.F. e gli dico che la proposta di Boccaletti è inaccettabile; lui mi risponde che anche a loro è stata fatta la stessa proposta e lui nel tentativo di farle cambiare idea ha telefonato direttamente a Guglielmo Golinelli (deputato della Lega ) il quale gli ha gridato che di Carpi non gli importa nulla e che pensa solo al partito. Prendiamo atto, io e Battini, che una tale proposta è inaccettabile per entrambi ma ci riserviamo di parlarne la sera con i rispettivi gruppi. Alle 19.00 anche Bellelli arriva nel mio studio insieme a una sua delegazione in rappresentanza delle diverse liste, mi precisa che il suo è un dovere istituzionale per sondare se ci sono delle convergenze, mi propone di far confluire parte del mio programma nel suo, ma non la società in house dei servizi perché secondo lui quella non si può fare; su altri punti è ben disposto e in cambio mi chiede un appoggio esterno. Gli chiedo per quale motivo dovremmo stringere questo patto, esiste uno strumento previsto per legge che si chiama mozione nella quale posso fare precise richieste di impegno o adozione di atti all’amministrazione che in consiglio comunale voterà a favore o contraria, come è stato nei cinque anni passati. A che pro fare un accordo preventivo? Forse la sua richiesta è un’altra che non ha il coraggio di dire? Bellelli risponde che in effetti sui giornali si è letto di tutto, da un probabile accordo a tre a un appoggio al Pd, e che è lì per sapere cosa ci sia di vero. Gli rispondo: “Ho capito, vuoi sapere se ci muoviamo o stiamo fermi , perché ben sai che l’esito del ballottaggio dipende dalla nostra azione; con sicurezza non ti posso affermare nulla ma quasi certamente la nostra indicazione sarà di lasciare libertà ai nostri elettori”. In quel momento spunta un sorriso sul volto di Bellelli il quale dice che allora l’incontro è chiuso. Gli ricordo che non ha ancora ritirato la querela nei miei confronti per aver semplicemente detto: “la compravendita è avvenuta a un prezzo interessante” e che sarò l’unica carpigiana ad andare a processo, a differenza di tutte le persone coinvolte nel carpi-gate che ne usciranno indenni. Lui mi risponde che però io ho presentato 16 esposti, dimenticando che io ho però impugnato atti amministrativi non ho accusato persone, cosa che lui ha fatto nei miei confronti e solo nei miei, perché tutte le altre sono denunce contro anonimi'.

'Andiamo in pizzeria prima della serata di decisione in gruppo e, guarda un po’, incontriamo Boccaletti con Stefano Bargi (consigliere regionale e commissario provinciale della Lega), soli soletti; chissà di cosa parlano… La sera del 29 maggio relaziono di tutti gli incontri al gruppo con l’aiuto dei testimoni; tutti all’unanimità dichiarano che è stato bello sperarci ma è chiaro che la Lega a Carpi non vuole vincere le elezioni e che non ha una squadra né tantomeno un’idea di come si amministra una città. Con il nulla non si possono fare accordi. Confermo a Battini il nostro no alla proposta indecente di sostenere il nulla e lui mi conferma che anche Carpi Futura senza di noi non farà accordi con la Lega. Il mattino del 30 maggio tutto si chiarisce; qualcuno mi svela il contenuto dell’incontro tra Stefano Bargi e la Boccaletti, ma non posso qui riportare l’accordo in quanto non sono stata testimone diretta del colloquio. Chiedete agli interessati se vi interessa. Siamo stati trattati come dei bei pesci rossi, facili da prendere all’amo; tanti hanno orchestrato queste “elezioni pantomima” sia a destra che a sinistra ma cinque anni sono lunghi e le maschere prima o poi cadranno' - chiude Monica Medici.



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:96077
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:72548
Autostrade, la concessione resta: la De Micheli 'passa sul cadavere' ..
Trasporti e dintorni
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:67126
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:47916
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:46230
'Crisi Coop Alleanza 3.0: il modello degli ipermercati ha fallito'
Politica
01 Febbraio 2019 - 13:33- Visite:37362
La Provincia - Articoli Recenti
Carpi, vaga a 7 anni per strada: ..
In realtà la mamma e il papà, usciti poco prima per fare visita ad una loro amica, ..
09 Dicembre 2019 - 10:35- Visite:236
Bagno di folla per Salvini a Pieve: ..
'Grillo pensa al 5g mentre qui nemmeno il 2g avete, non sono neppure riuscito a fare una ..
08 Dicembre 2019 - 18:48- Visite:5693
Castelfranco, villa trasformata in ..
Adescava clienti per una sua connazionale quarantenne attraverso annunci pubblicati su un ..
08 Dicembre 2019 - 11:05- Visite:484
San Cesario, parte il sopralluogo ..
'La collaborazione tra la lista civica Rinascita Locale e l'Osservatorio nazionale amianto, ..
07 Dicembre 2019 - 16:28- Visite:376


La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:151089
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:29632
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:29102
'Rifiuti Spilamberto, l'ipocrisia ..
Intervento della capogruppo M5S Anderlini: 'Quanto tempo perso in inutili e costose ..
23 Ottobre 2017 - 10:12- Visite:17987